Disegno Industriale e Ambientale

Università degli Studi di Camerino
A Camerino

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Camerino
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Camerino
via Gentile III da Varano, 62032, Macerata, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

Obiettivi formativi specifici
Il Corso di Laurea in Disegno Industriale e Ambientale (classe 42, DM 4 agosto 2000) è strutturato sul primario obiettivo di formare ?tecnici del progetto?, ovvero figure professionali in grado di interagire consapevolmente e creativamente nel processo di messa a punto di un prodotto industriale all'interno di un concreto contesto produttivo.
Il design, espressione estetica delle tendenze progettuali del XIX e XX secolo, nelle sue varie accezioni bidimensionali e tridimensionali, funzionali e formali, nasce con i contrastanti valori affermatisi con la rivoluzione industriale ed è un'esplicita manifestazione delle tendenze creative ed operative di una civiltà, in cui si afferma un sapere progettuale che tende a unificare dimensione materiale e dimensione formale in un insieme razionale di oggetti. Circostanza che ha comportato una decisa influenza sui beni di consumo, sui beni strumentali, sui beni ambientali e sui servizi collettivi: tutti campi d'azione da esplorare e approfondire continuamente se si vuole contare in futuro su una progettualità moderna e diffusa con attitudini alla critica e all'autocontrollo, sensibile al tema, sempre più decisivo, della qualità ambientale.
In questo senso ?l'obiettivo di assicurare allo studente un'adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali nonché l'acquisizione di specifiche conoscenze professionali? (art. 3 comma 4 del D.M. 3 novembre 1999 n.509), comporta una scelta delle competenze disciplinari, nell'ambito della classe 42, in grado di fornire una traccia adatta a percorrere i due momenti del design: quello inventivo e fantastico e quello operativo e programmatico con tutte le loro implicazioni socio-economiche, tecnico-scientifiche e culturali.
In base a tali considerazioni il percorso formativo si sviluppa alla luce di tre parole chiave, forma, progetto, qualità, alla luce alle quali lo studente acquisisce le conoscenze e le capacità operative sotto riportate.
1) la forma
In una moderna societàindustriale, la configurazione formale di un artefatto è il risultato delle complesse relazioni che il processo di progettazione ha saputo istituire tra la dimensione sociale che ne ha manifestato l'esigenza, la dimensione tecnologica che ne ha consentito la produzione e la dimensione culturale del suo contesto di diffusione.
Lo studente dovrà quindi saper analizzare - disassemblandolo e ricomponendolo, materialmente e concettualmente - un qualsiasi oggetto di serie, al fine di comprenderne criticamente l'insieme delle relazioni complesse che lo strutturano, con particolare riferimento alla sua genesi formale e sistemica, alle caratteristiche tecniche e produttive, alle prestazioni funzionali, alle modalità d'uso, alla durabilità del ciclo di vita, alla cultura materiale e progettuale di cui è espressione. Dovrà inoltre comprendere le leggi che sovrintendono allo sviluppo delle forme sperimentando varie tecniche di rappresentazione.
2) Il progetto
La progettazione di prodotti industriali richiede l'acquisizione di specifici metodi e strumenti di gestione del processo di design in relazione alla particolare natura della relazione progettista/industria/mercato. l'apprendimento di tali strumenti e metodi sarà facilitato dal carattere sperimentale delle attività progettuali, da svolgere, preferibilmente, con il contributo dello staff tecnico di industrie manifatturiere particolarmente sensibili all'innovazione.
Lo studente dovrà quindi essere in grado di controllare e gestire il processo progettuale di sviluppo di un prodotto industriale, dall'ideazione alla commercializzazione, in relazione all'impiego dei diversi materiali, alle tecnologie di trasformazione, ai processi di produzione industriale, ai contenuti e alle strategie di comunicazione e marketing.
3) la qualità
La qualità complessiva di un prodotto industriale dipende dall'interazione di fattori endogeni (contesto tecnico) e fattori esogeni (contesto socio-culturale) con il progetto.
Lo studente, attraverso sperimentazioni condotte in stretta collaborazione con il sistema produttivo e, ove possibile, con designer di chiara fama, dovrà acquisire il controllo dei diversi fattori che contribuiscono alla qualità del prodotto.
Lo studente dovrà pertanto essere in grado di controllare, gestire e verificare tutti i requisiti (tecnico-prestazionali, ergonomici, ambientali, d'uso, estetico-percettivi, ecc.) che determinano la qualità complessiva di un prodotto industriale.
Il laureato nel Corso di Laurea in Disegno industriale e ambientale dovrà infine essere in grado di utilizzare efficacemente, in forma scritta ed orale, oltre l'italiano, la lingua inglese, sia nell'ambito specifico di competenza che per lo scambio di informazioni generali, ed essere capace di utilizzare gli strumenti informatici di base per l'elaborazione, la presentazione e la comunicazione dell'informazione. Dovrà inoltre padroneggiare le tecniche CAD rendendole interattive con il sistema delle informazioni inerenti la progettazione esecutiva dell'artefatto da realizzare.
Il laureato in Disegno industriale e ambientale potrà proseguire i suoi studi, senza debiti formativi, iscrivendosi a master post laurea, a corsi di laurea magistrale dello specifico ambito disciplinare e, previo annullamento dei relativi debiti formativi, accedere ai Corsi di laurea magistrale in Architettura riconosciuti dall'UE.

Conoscenze richieste per l'accesso (art.6 D.M. 509/99)
Per l'accesso al corso di laurea sono richiesti i saperi previsti per l'esame di Stato per l'istruzione superiore

Caratteristiche della prova finale
La prova finale del Corso di laurea tende ad accertare la preparazione globale dello studente, attraverso lo sviluppo progettuale di una ricerca svolta nel triennio

Ambiti occupazionali previsti per i laureati
Il laureato in Disegno industriale e ambientale potrà svolgere la sua attività professionale in diversi settori dell'industria manifatturiera, sia a livello di progettazione che di sviluppo produttivo e comunicativo di oggetti e sistemi per l'ambiente domestico, che di oggetti e sistemi per gli ambienti pubblici, che di oggetti e sistemi per la mobilità in vari contesti ambientali, con particolare riferimento alla variegata e dinamica realtà produttiva marchigiana.

Lauree specialistiche alle quali sarà possibile l'iscrizione (senza debiti formativi)
103/S Lauree spec. in teorie e metodi del disegno industriale

Attività di base
Formazione di base nella rappresentazione e nell'informazione

CFU 28
ICAR/17: DISEGNOING-INF/05: SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI
Formazione scientifica di base

CFU 8
MAT/05: ANALISI MATEMATICA
Formazione tecnologica di base

CFU 4
ING-IND/22: SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALI
Formazione umanistica di base

CFU 8
M-FIL/04: ESTETICATotale CFU 48

Attività caratterizzanti
Design e comunicazioni multimediali

CFU 56
ICAR/12: TECNOLOGIA DELL'ARCHITETTURAICAR/13: DISEGNO INDUSTRIALE
Economia e diritto

CFU 4
ING-IND/35: INGEGNERIA ECONOMICO-GESTIONALE
Tecniche ingegneristiche

CFU 8
ICAR/09: TECNICA DELLE COSTRUZIONIING-IND/16: TECNOLOGIE E SISTEMI DI LAVORAZIONETotale CFU 68

Attività affini o integrative
Cultura scientifica, ingegneristica e architettonica

CFU 20
ICAR/15: ARCHITETTURA DEL PAESAGGIOICAR/17: DISEGNOICAR/18: STORIA DELL'ARCHITETTURA
Cultura umanistica, giuridica, economica e socio-politica

CFU 4
L-ART/03: STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEATotale CFU 24
Altre attività formativeA scelta dello studenteCFU 9Per la prova finaleCFU 8
Prova finale
CFU 8
Lingua straniera
CFU 2Altre (art. 10, comma 1, lettera f )CFU 2
Ulteriori conoscenze linguistiche
CFU 2
Abilità informatiche e relazionali
CFU 4
Tirocini
CFU 3
Altro
CFU 12Totale CFU 40

Totale Crediti CFU Disegno Industriale e Ambientale 180
Docenti di riferimento

CERVELLINI Francesco
GUAZZO Giovanni
LOSCO Giuseppe
PIETRONI Lucia

Previsione e programmazione della domanda
Programmazione nazionale delle iscrizioni al primo anno (art.1 Leg

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto