Il Movimento Davanti la Macchina da Presa e il Dialogo Col Regista.

Massimo Ivan Falsetta - A.C.AR.I.
A via rubattino,1

160 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Seminario
  • Via rubattino,1
  • 16 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Aspiranti attori. Chi meglio di un regista può quindi darvi delle nozioni importanti per poter raggiungere questo obiettivo. L'esperienza di un giovane cineasta e la freschezza dei suoi insegnamenti possono, senza alcun dubbio, arricchire il bagaglio culturale di attori che si affacciano al cinema per la prima volta e allo stesso tempo migliorare l'arte di coloro che, già da esperti, potranno cogliere così le sfumature a loro più congeniali .
Rivolto a: Seguire le direttive del regista e realizzare ogni suo desiderio scenico fa parte dell'arte della recitazione. La storia del cinema è piena di esempi di connubi eccellenti attore – regista, basti pensare a Mastroianni e Fellini fino ai moderni Servillo e Sorrentino, giusto per fare qualche esempio. Il dialogo tra chi recita e chi dirige è essenziale per realizzare una pellicola di successo, pertanto è basilare parlare lo stesso linguaggio e sapersi muovere ed esprimere attraverso lo spazio scenico e l'inquadratura, che l'autore ha creato appositamente per l' attore.

Informazione importanti

Documenti

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
via rubattino,1
Roma, Italia
Visualizza mappa

Professori

massimo ivan falsetta
massimo ivan falsetta
regista - sceneggiatore - acting personal coach

Massimo Ivan Falsetta (1978) Fa pratica su alcuni set cinematografici e pubblicitari , osservando in azione registi del calibro di Giuseppe Tornatore. Nel 2004 gira Curricula – L’italia che tutti conoscono, vincendo diverse rassegne. Nello stesso anno collabora col Centro Sperimentale di Cinematografia. Nel 2006 è alla sua prima esperienza con i videoclip e gira Sahara Consilina, nato dalla collaborazione con il gruppo musicale “ Il Parto delle nuvole pesanti”. Poco dopo inizia le riprese del suo primo film di documentario Botricello 50 – la parte bianca. E’ stato l’unico regista indipendente italiano autorizzato dalla Santa Sede a filmare il cambio di Pontefice. Nel Febbraio 2008 presenta Pioggia a Pois, nell’ambito del festival della Sapienza di Roma “ Tulipani di Seta nera” , dove è uno degli ideatori e presidente di una prestigiosa giuria. Con questo medio metraggio vince diversi premi, con proiezioni in tutto il mondo, da Cannes a Los Angeles. Nel 2009 è direttore artistico del Sila Festival – mostra di cinema eco-ambientale e della terra d’origine, rassegna di cinema con grandi nomi del cinema e della musica. Attualmente è impegnato nella direzione del suo lungometraggio dal titolo “ Calibro 10 – Il decalogo del crimine”, il primo pulp sulla mafia, nel cast spicca l’attore Franco Nero.

Programma

Il programma per sommi capi prevede:

1) La lettura della scena e l’interpretazione soggettiva che ogni attore da al testo attraverso la sua percezione.

2) La lettura della scena attraverso le indicazioni del regista e l’apprendimento oggettivo della stessa.

3) I diversi modi di sviluppare una stessa scena.

4) Il linguaggio cinematografico: le inquadrature e i tagli.

5) La posizione dell’attore nello spazio cinematografico.

6) Lo sguardo.

7) I movimenti di macchina.

8) Il posizionamento delle luci, le nozioni utili all’attore.

9) La comunicazione con il regista, sapersi interfacciare con lui.

10) Prove tecniche-pratiche.

Anche questo corso, come quello di regia, è rigorosamente a numero chiuso, in modo tale da garantire a ogni singolo partecipante la giusta attenzione da parte dell’insegnante.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto