Il processo telematico ed i suoi strumenti

Altalex Formazione
Online

39 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Corso
  • Online
  • Durata:
    Flessible
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

I seminari in materia di processo telematico, mirano a fornire all'Avvocato una preparazione di base in vista dell'imminente entrata a regime del Processo Civile telematico. L'intero percorso formativo è accreditato per quattro ore formative ai fini della formazione continua forense

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Online

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Processo civile telematico
Pec

Professori

Michele Iaselli
Michele Iaselli
Avv.

Vicedirigente del Ministero della Difesa, docente a contratto di logica ed informatica giuridica presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II e di informatica giuridica presso la LUISS. Presidente dell’Associazione Nazionale per la Difesa della Privacy (ANDIP). Relatore di numerosi convegni ed autore di monografie e contributi ad opere collettanee in materia di informatica giuridica e diritto dell’informatica...

Programma

I seminari in materia di processo telematico, mirano a fornire all’Avvocato una preparazione di base in vista dell’imminente entrata a regime del Processo Civile telematico. Il percorso di studio si articola in 4 seminari di un'ora ciascuno, accreditati CNF ai fini della formazione continua legale, e tratterà dei seguenti argomenti:

1 ora: Il primo seminario si occupa di introdurre il partecipante al processo telematico con specifico riferimento al DM 44/2011 in tema di regole tecniche e al Provvedimento della Direzione generale per i sistemi informativi automatizzati del 18 luglio 2011 che disciplina le specifiche tecniche per l'adozione nel processo civile e nel processo penale delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione previste dall’art. 34 del citato decreto. Inoltre saranno descritte le caratteristiche dalla firma digitale/elettronica, PEC e del documento informatico.

2 ora: Il secondo seminario in materia torna sulla disamina della PEC con particolare riferimento alle caratteristiche tecniche e giuridiche, approfondendo alcuni temi tra i quali: certificazione dell’invio e della ricezione del messaggio, ricevute elettroniche e sicurezza informatica, definizione e regolamentazione dei gestori della PEC, obiettivi, vantaggi e svantaggi della PEC. Sarà altresì approfondito l’argomento dell’uso della PEC in ambito giudiziario con riferimento particolare alla notifica, alla descrizione degli atti informatici da notificare, alle diverse fasi della notificazione, ai destinatari, al perfezionamento della notifica, alla prova della notifica ed infine alla relata di notifica.

3 ora: II terzo seminario si apre con una descrizione dettagliata delle caratteristiche funzionali del processo telematico, sottolineando in particolare le competenze dei Consigli dell’Ordine. Si accenna alla prima sperimentazione del PCT con successivo riconoscimento da parte del Ministero della Giustizia del pieno valore legale del PCT. Viene poi analizzato con particolare attenzione il passaggio dalla C.P.E.C.P.T. alla P.E.C. non scevro da criticità. In via consequenziale si analizza la natura e la funzione del P.D.A. prima e dopo il D.M. 21.02.2011 n. 44 con il conseguente riconoscimento del Portale dei Servizi Telematici. Punto centrale di questo seminario è sicuramente l’analisi delle regole tecniche di cui al DM n. 44/2011 che hanno comportato ulteriori adempimenti per i Consigli dell’Ordine. Il seminario si conclude con una descrizione delle caratteristiche del cloud computing, modello questo sicuramente applicabile alla realtà del PCT.

4 ora: Il quarto seminario arriva al "cuore" della riforma del processo telematico e cioè la creazione informatica del fascicolo d’ufficio. verrà trattato il sistema di informatizzazione delle cancellerie ed in particolare il sistema di gestione del fascicolo informatico con puntuali riferimenti alla gestione elettronica documentale. Ampio spazio è poi dedicato ai sistemi per la redazione automatica dei documenti ed alle nuove prospettive del semantic web in ambito giuridico. Sulla base di tali fondamentali premesse può essere poi approfondita la parte centrale del seminario e cioè il Polis Web indicando le relative caratteristiche e funzioni. Infine vengono analizzati i primi casi applicativi in materia di decreto ingiuntivo.

Programma

1° ora

I seminari in materia di processo telematico, mirano a fornire all’Avvocato una preparazione di base in vista dell’imminente entrata a regime del Processo Civile telematico. In dettaglio il primo seminario si occupa di introdurre il partecipante al processo telematico con specifico riferimento al DM 44/2011 in tema di regole tecniche e al Provvedimento della Direzione generale per i sistemi informativi automatizzati del 18 luglio 2011 che disciplina le specifiche tecniche per l'adozione nel processo civile e nel processo penale delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione previste dall’art. 34 del citato decreto. Inoltre saranno descritte le caratteristiche dalla firma digitale/elettronica, PEC e del documento informatico.

2° ora

Il secondo seminario in material di processo telematico torna sulla disamina della PEC con particolare riferimento alle caratteristiche tecniche e giuridiche, approfondendo alcuni temi tra i quali: certificazione dell’invio e della ricezione del messaggio, ricevute elettroniche e sicurezza informatica, definizione e regolamentazione dei gestori della PEC, obiettivi, vantaggi e svantaggi della PEC. Sarà altresì approfondito l’argomento dell’uso della PEC in ambito giudiziario con riferimento particolare alla notifica, alla descrizione degli atti informatici da notificare, alle diverse fasi della notificazione, ai destinatari, al perfezionamento della notifica, alla prova della notifica ed infine alla relata di notifica.

3° ora

Il seminario si apre con una descrizione dettagliata delle caratteristiche funzionali del processo telematico, sottolineando in particolare le competenze dei Consigli dell’Ordine. Si accenna alla prima sperimentazione del PCT con successivo riconoscimento da parte del Ministero della Giustizia del pieno valore legale del PCT. Viene poi analizzato con particolare attenzione il passaggio dalla C.P.E.C.P.T. alla P.E.C. non scevro da criticità. In via consequenziale si analizza la natura e la funzione del P.D.A. prima e dopo il D.M. 21.02.2011 n. 44 con il conseguente riconoscimento del Portale dei Servizi Telematici. Punto centrale di questo seminario è sicuramente l’analisi delle regole tecniche di cui al DM n. 44/2011 che hanno comportato ulteriori adempimenti per i Consigli dell’Ordine. Il seminario si conclude con una descrizione delle caratteristiche del cloud computing, modello questo sicuramente applicabile alla realtà del PCT.

4° ora

Si introduce quest’ultimo seminario descrivendo quello che possiamo definire il cuore della riforma del processo telematico e cioè la creazione informatica del fascicolo d’ufficio. Tale aspetto consente di affrontare il sistema di informatizzazione delle cancellerie ed in particolare il sistema di gestione del fascicolo informatico con puntuali riferimenti alla gestione elettronica documentale. In tale ottica diventa necessario affrontare l’implementazione del DTD nel processo telematico sottolineando gli obiettivi ed i vantaggi. Ampio spazio è poi dedicato ai sistemi per la redazione automatica dei documenti ed alle nuove prospettive del semantic web in ambito giuridico. Sulla base di tali fondamentali premesse può essere poi approfondita la parte centrale del seminario e cioè il Polis Web indicando le relative caratteristiche e funzioni. Infine vengono analizzati i primi casi applicativi in materia di decreto ingiuntivo.