Ingegneria Matematica

Politecnico di Milano
A Milano

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Milano
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
piazza Leonardo da Vinci 32, 20133, Milano, Italia
Visualizza mappa

Programma

Obiettivi formativi specifici
Il corso di studio in Ingegneria Matematica ha come obiettivo la formazione di professionisti in grado di affrontare, con la mentalità propria dell'Ingegnere, problematiche relative a sistemi complessi, nei quali è presente una forte interdisciplinarietà, utilizzando metodologie offerte dai vari settori della Matematica Applicata.
Si tratta di un corso di studio trasversale rispetto a quelli di ingegneria esistenti e, nello stesso tempo, molto diverso da un corso di studi in Matematica o Matematica Applicata, quali quelli attualmente offerti dalle Facoltà di Scienze.
Innanzitutto, come tutti gli ingegneri, anche un ingegnere matematico deve acquisire il senso "fisico" dei problemi attraverso un insieme di insegnamenti che vanno, per esempio, dalla Fisica (ritenuta fondamentale in questo Progetto), alla Biologia, alla Chimica, all'Economia, all'Informatica, quest'ultima presente in modo rilevante. Alcuni insegnamenti dell'ingegneria di base inoltre, conferiscono allo studente l'abito mentale tipico dell'ingegnere e la sensibilità tecnologica per affrontare problemi complessi.
La forma mentis propria dell'ingegnere è un elemento fondamentale del nostro corso di studio che lo differenzia in modo sostanziale da un corso di studi in Matematica o Matematica Applicata. Negli studenti di questi ultimi viene infatti sviluppata una mentalità che porta a indagare, con un elevato standard di rigore, soprattutto principi di funzionamento e natura degli strumenti matematici. Al contrario, la formazione dello studente di ingegneria è finalizzato all'uso ottimale di tali strumenti in relazione alle più svariate situazioni contingenti.
L'ingegnere matematico dovrà saper coniugare entrambi questi due atteggiamenti e cercare di utilizzare le metodologie di cui dispone al livello di approfondimento e di rigore adeguato all'importanza e alla difficoltà del problema da risolvere. Idealmente, l'ingegnere matematico deve saper scegliere il modello matematico da usare sulla base di un compromesso tra accuratezza desiderata e complessità tollerata, ricercando una soddisfacente aderenza alla realtà, ottimizzando altresì i costi in termini di tempo e di denaro.
Durante il corso alcuni insegnamenti saranno svolti col dovuto standard di rigore, per mettere lo studente in grado di comprendere e di utilizzare qualsiasi altro argomento matematico che risulti necessario studiare o approfondire; nello stesso tempo, negli insegnamenti di Matematica Applicata, l'obiettivo primario sarà quello di vedere all'opera gli strumenti e gli algoritmi presentati per via teorica.
L'ingegnere matematico di primo livello:

  • avrà dimestichezza nell'uso di programmi di larga diffusione per la manipolazione di oggetti e strutture matematiche (quali, per esempio, Matlab per l'algebra lineare numerica e lo sviluppo di algoritmi, Mathematica o Maple per il calcolo simbolico, un package statistico quale, per esempio, "R" per l'analisi ed il trattamento statistico dei dati);
  • avrà padronanza delle moderne tecniche di programmazione scientifica (per esempio la programmazione a oggetti) e di alcuni dei codici di calcolo a larga diffusione industriale;
  • avrà conoscenza matematica adeguata per comprendere i modelli differenziali o discreti o, in dipendenza del curriculum professionale scelto;
  • avrà capacità di esplorare e utilizzare le informazioni ottenute dai dati sperimentali sia per la costruzione euristica di modelli matematici, sia in termini inferenziali, per la stima, la verifica e per l'adattamento di questi modelli.

    Conoscenze richieste per l'accesso (art.6 D.M. 509/99)
    Si richiede il possesso di un'adeguata preparazione iniziale, che è accertata sulla base delle conoscenze ritenute indispensabili.
    Prima dell'inizio delle lezioni sono organizzate attività di recupero con frequenza obbligatoria per gli studenti cui siano state accertate lacune da colmare.

    Caratteristiche della prova finale
    Presentazione e discussione di un'attività svolta in modo autonomo dall'allievo

    Ambiti occupazionali previsti per i laureati
    È prevedibile che lo sbocco professionale sia presso i centri Ricerca e Sviluppo di grandi aziende, i laboratori di calcolo di medie aziende, le software house che sviluppano o commercializzano codici e ne garantiscono poi l'assistenza agli utenti industriali o presso le sopra menzionate società di servizi.
    Attività di base
    Fisica e chimica

    CFU 20
    CHIM/03: CHIMICA GENERALE E INORGANICACHIM/07: FONDAMENTI CHIMICI DELLE TECNOLOGIEFIS/01: FISICA SPERIMENTALEFIS/03: FISICA DELLA MATERIA
    Matematica, informatica e statistica

    CFU 70
    ING-INF/05: SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONIMAT/02: ALGEBRAMAT/03: GEOMETRIAMAT/05: ANALISI MATEMATICAMAT/06: PROBABILITÀ E STATISTICA MATEMATICAMAT/07: FISICA MATEMATICAMAT/08: ANALISI NUMERICAMAT/09: RICERCA OPERATIVATotale CFU 90

    Attività caratterizzanti
    Ingegneria dei materiali

    CFU 6
    ICAR/08: SCIENZA DELLE COSTRUZIONIING-IND/22: SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALI
    Ingegneria dell'automazione

    CFU 10
    ING-INF/04: AUTOMATICA
    Ingegneria elettrica

    CFU 5
    ING-IND/31: ELETTROTECNICAING-INF/07: MISURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE
    Ingegneria energetica

    CFU 5
    ING-IND/10: FISICA TECNICA INDUSTRIALE ING-IND/11: FISICA TECNICA AMBIENTALE
    Ingegneria gestionale

    CFU 10
    ING-IND/16: TECNOLOGIE E SISTEMI DI LAVORAZIONEING-IND/17: IMPIANTI INDUSTRIALI MECCANICIING-IND/35: INGEGNERIA ECONOMICO-GESTIONALEING-INF/04: AUTOMATICATotale CFU 36

    Attività affini o integrative
    Cultura scientifica, umanistica, giuridica, economica, socio-politica

    CFU 20
    CHIM/04: CHIMICA INDUSTRIALECHIM/05: SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALI POLIMERICIFIS/01: FISICA SPERIMENTALEFIS/02: FISICA TEORICA, MODELLI E METODI MATEMATICIFIS/03: FISICA DELLA MATERIAICAR/01: IDRAULICAING-INF/01: ELETTRONICAING-INF/03: TELECOMUNICAZIONIING-INF/05: SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONIMAT/01: LOGICA MATEMATICAMAT/02: ALGEBRAMAT/03: GEOMETRIAMAT/05: ANALISI MATEMATICAMAT/06: PROBABILITÀ E STATISTICA MATEMATICAMAT/07: FISICA MATEMATICAMAT/08: ANALISI NUMERICAMAT/09: RICERCA OPERATIVASECS-S/01: STATISTICASECS-S/06: METODI MATEMATICI DELL'ECONOMIA E DELLE SCIENZE ATTUARIALI E FINANZIARIETotale CFU 20

    Attivita' caratterizzanti transitate ad affini
    Ingegneria meccanica

    CFU 5
    ING-IND/10: FISICA TECNICA INDUSTRIALE ING-IND/12: MISURE MECCANICHE E TERMICHE Totale CFU 5
    Altre attività formativeA scelta dello studenteCFU 10Per la prova finaleCFU 8
    Prova finale
    CFU 8
    Lingua straniera
    CFU 2Altre (art. 10, comma 1, lettera f )
    Totale
    CFU 9Totale CFU 29

    Totale Crediti CFU Ingegneria Matematica 180
    Docenti di riferimento

    LUCCHETTI Roberto

    Previsione e programmazione della domanda
    Programmazione nazionale delle iscrizioni al primo anno (art.1 Legge 2

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto