Laurea Specialistica in Sociologia

Università degli Studi di Milano Bicocca
A Milano

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea magistrale
  • Milano
Descrizione

Obiettivo del corso: Il corso di laurea specialistica in Sociologia (classe 89/S) intende preparare ricercatori e ricercatrici, professionisti e professioniste in possesso di elevate competenze teoriche, metodologiche, tecniche e pratiche capaci di metterli/e in grado di rilevare, analizzare e interpretare, anche in chiave comparativa, la configurazione e i modi di funzionamento delle società contemporanee.
Rivolto a: Futueri ricercatori e professionisti del settore sociologico.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
Via Bicocca degli Arcimboldi,8, 20126, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Diploma di Laurea

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Sociologia

Programma

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SOCIOLOGIA

COSA SI STUDIA

Il corso di laurea specialistica in Sociologia (classe 89/S) intende preparare ricercatori e ricercatrici, professionisti e professioniste in possesso di elevate competenze teoriche, metodologiche, tecniche e pratiche capaci di metterli/e in grado di rilevare, analizzare e interpretare, anche in chiave comparativa, la configurazione e i modi di funzionamento delle società contemporanee. In particolare, grazie all’attrezzatura concettuale e di metodo acquisita, studenti e studentesse sono messi nella condizione di cogliere gli aspetti e i meccanismi di carattere strutturale, istituzionale e culturale che caratterizzano queste società, con specifico riferimento a quelle fondate su un’economia di mercato e su un sistema politico di carattere pluralistico.

Sarà cura degli insegnamenti afferenti alla laurea specialistica in Sociologia fornire anche gli strumenti per esaminare, nei modi metodologicamente e tecnicamente più appropriati, i comportamenti, gli atteggiamenti e le opinioni posseduti dagli individui e dai gruppi che delle società contemporanee sono parte.

Entro queste finalità di carattere generale, il corso di laurea specialistica in Sociologia pone specifica attenzione alla formazione di laureati e laureate capaci di condurre indagini empiriche sofisticate in alcuni ambiti di pertinenza della disciplina. Le conoscenze di alto profilo fornite riguarderanno:

  • i modelli insediativi, di vita e di mobilità nelle aree urbane e periurbane; i sistemi organizzativi di imprese e istituzioni pubbliche e i relativi modelli di gestione delle risorse umane;
  • i lineamenti e le tendenze evolutive dei sistemi di welfare e delle politiche sociali;
  • i cambiamenti nel tempo delle strutture di disuguaglianza;
  • i processi culturali, comunicativi e le dimensioni simboliche che sottostanno alle relazioni interpersonali e a quelle tra gruppi, organizzazioni e istituzioni.

    Passando alle questioni di carattere più propriamente metodologico e tecnico, si ricorda che il corso di laurea specialistica in Sociologia intende porre i propri laureati e le proprie laureate, anche attraverso la partecipazione ad apposite attività di addestramento sul campo e di laboratorio, nella condizione di saper progettare e gestire le forme di indagine empirica utilizzate dalla sociologia contemporanea: dai focus group alle interviste non direttive, dall’osservazione partecipante all’indagine con questionario, dalle rilevazioni cross-sectional a quelle longitudinali.

    Parallelamente, il corso di laurea trasmetterà le conoscenze necessarie al trattamento statistico e all’interpretazione di dati. Tali conoscenze potranno essere apprese sia in apposite attività di laboratorio sia contestualmente agli apprendimenti di carattere sostantivo, in modo da realizzare produttivi e adeguati legami tra teoria e ricerca. La generalità delle competenze metodologiche sarà pertanto comune a tutti e tre gli indirizzi formativi. Ciascuno di essi, tuttavia, ne potrà sviluppare alcune in particolare, specificamente connesse al proprio ambito conoscitivo.

    Accanto a competenze teoriche e analitiche, il corso di laurea specialistica in Sociologia intende inoltre fornire ai suoi laureati le capacità necessarie a progettare soluzioni ai problemi pratici che emergono dai settori della vita sociale richiamati, e a gestire le organizzazioni che in essi e su di essi operano.

    Per facilitare la trasmissione di tali conoscenze e per venire incontro alle scelte vocazionali degli studenti e delle studentesse che si iscrivono alla laurea specialistica in Sociologia, l’offerta didattica è stata articolata in tre indirizzi:

  • Lavoro e organizzazione
  • Cultura e comunicazione
  • Territorio e politiche locali


    Lavoro e organizzazione

    Il curriculum lavoro e organizzazione ha confermato la scelta già fatta dall’omonimo curriculum della laurea triennale di concentrarsi su due grandi temi tra quelli che la sociologia economica oggi affronta, grazie anche alla presenza di docenti che vi hanno dato un contributo di studi e di consulenza riconosciuto a livello italiano ed internazionale: il mercato del lavoro e le organizzazioni a rete.

    Ad insegnamenti a livello progredito di sociologia del lavoro e dell’organizzazione, si aggiungono moduli di economia del lavoro, di diritto del lavoro e di informatica, oltre a laboratori diretti a fornire i più avanzati metodi di indagine e di analisi. Ciò consente una formazione approfondita e mirata, in cui lo studente acquisisce le competenze necessarie a progettare, gestire e valutare in tutta la loro complessità sia processi tecnico-organizzativi nelle attività produttive di beni e servizi sia interventi connessi alle politiche del lavoro e della gestione di risorse umane.

    Cultura e comunicazione

    Lo studio avanzato delle azioni e delle interazioni sociali, delle istituzioni, delle forme di organizzazione e di potere è condotto, all’interno del curriculum, concentrando l’attenzione sui fenomeni culturali e comunicativi. Nella società contemporanea, che possiamo concettualizzare come società dell’informazione e della comunicazione, questi fenomeni hanno una doppia valenza: la loro forza simbolica appare indissolubile da quella direttamente economico-politica. L’analisi e l’approfondimento di questo intreccio costituisce il filo conduttore della proposta formativa del curriculum.

    Sullo sfondo delle dinamiche della globalizzazione, nel curriculum vengono affrontate problematiche connesse allo studio dei processi culturali (inclusa la cultura politica) e dei sistemi di comunicazione; al diritto dell’informazione e dell’editoria; all’economia del mercato culturale. Le metodologie di analisi del campo culturale e comunicativo sono specialmente approfondite nei laboratori, oltre che all’interno dei moduli offerti. Le conoscenze e competenze in tal modo acquisite consentono la progettazione e l’organizzazione di interventi culturali e comunicativi in istituzioni, fondazioni e musei, enti pubblici, aziende pubbliche e private, organizzazioni non-profit. Inoltre, esse garantiscono le basi formative per l’elaborazione di politiche culturali, di campagne di comunicazione (incluse le campagne sociali) e per l’educazione all’uso critico e creativo dei media.

    Territorio e politiche locali

    L’area territorio intende fornire conoscenze di alto profilo sui modelli insediativi, gli stili di vita e di mobilità e i mutamenti della struttura sociale nelle aree urbane e periurbane. L’area territorio comprende diverse discipline con vari approcci metodologici e teorici orientati allo studio dei complessi fenomeni urbani. Si parte da un punto di vista planetario che tende a mettere in luce le principali tendenze che stanno mutando “lo spazio dei luoghi in uno spazio dei flussi”, per focalizzarsi poi sulle trasformazioni urbane e metropolitane in senso proprio con l’analisi dei flussi di popolazione tra ed entro le città, l’uso del tempo, i fenomeni di esclusione e inclusione.

    L’indirizzo, fortemente orientato in senso osservativo e sperimentale, accanto a metodologie classiche di osservazione e analisi quantitativa di dati individuali e aggregati utilizza tecniche e metodologie avanzate come GIS (Geographical Information Systems) e GPS (Global Positioning System), oltre a strumenti multimediali di sociologia visuale. Ciò
    avviene sia per l’analisi dei fenomeni sia per la trasmissione delle conoscenze in modalità e-learning.

    Profili professionali di riferimento

    Il percorso formativo e le competenze acquisite daranno modo di inserirsi in ambiti lavorativi quali:

  • istituzioni culturali e scientifiche che si occupano di tematiche connesse all’analisi sociale, alle politiche pubbliche in campo sociale, culturale e del lavoro, ai processi culturali e formativi;
  • Unione Europea, amministrazione pubblica a livello sia centrale sia periferico, istituzioni e agenzie per la promozione dello sviluppo territoriale;
  • aziende che operano nel settore delle ricerche sull’opinione pubblica, in quello dei servizi per le imprese e in area culturale e comunicativa;
  • uffici studi, di marketing e del personale delle imprese stesse;
  • uffici stampa e unità di relazioni con il pubblico;
  • agenzie e organizzazioni di consulenza strategica nel campo dell’analisi del mercato del lavoro, della gestione del territorio e degli insediamenti urbani, della comunicazione istituzionale e d’impresa, dei sistemi organizzativi e della gestione delle risorse umane;
  • organizzazioni non governative, nazionali e internazionali, che agiscono nel campo culturale, delle politiche e degli interventi di solidarietà e di sostegno.

    Gli insegnamenti

    Il corso di laurea specialistica in Sociologia si articola in tre diversi curricula: Lavoro e Organizzazione, Cultura e Comunicazione, Territorio e Politiche Locali.
    Nel prossimo anno accademico 2006-2007 l’attività didattica, suddivisa in moduli (ognuno dei quali vale 3 CFU -crediti formativi universitari-), comprende:

  • nel primo anno di corso: 16 moduli obbligatori comuni a tutti i curricula, 3 moduli di curriculum
  • nel secondo anno di corso: 11 moduli di curriculum

    Nelle pagine successive viene riportato l’elenco degli insegnamenti impartiti; i moduli evidenziati con lo stesso colore indicano gli accorpamenti. Questa modalità garantisce una maggiore continuità tra i moduli e un maggiore approfondimento; gli insegnamenti accorpati prevedono programmi e modalità d’esame comuni (i due moduli saranno parte di un unico esame).

    Le lezioni del I e del II anno inizieranno il 2 ottobre.

    Per accedere alla laurea specialistica in Sociologia è necessario che vengano riconosciuti, secondo le tabelle ministeriali, almeno 150 CFU dalla laurea di primo livello.

    Possono iscriversi anche gli studenti che prevedono di conseguire entro il 15 dicembre 2006 la laurea triennale e che al 29 settembre sono in difetto delle sole attività formative previste per la prova finale/tesi.

    PIANO DEI CORSI

    I anno

  • Teorie della rappresentanza politica
  • Processi di innovazione culturale
  • L’indagine campionaria
  • Modelli lineari nella ricerca sociologica
  • Diritti di cittadinanza
  • Teorie dell’eguaglianza e dell’equità
  • I fondamenti sociali dell’economia
  • Comportamenti di mercato
  • Analisi del mutamento sociale
  • Metodi comparativi nelle scienze sociali
  • Stratificazione e mobilità sociale
  • Generi e generazioni
  • Tecniche di riduzione dei dati oppure
  • Etnografia
  • L’analisi del discorso (curr. cult. e comunicazione)
  • Sistemi urbani comparati
  • Fenomeni sociali nello spazio (curr. Terr. e Pol. Loc.)
  • Origini storiche del welfare
  • Algebra matriciale
  • Curriculum Territorio e Politiche Locali
  • Rappresentazioni dei fenomeni sociali nello spazio
  • Antropologia delle comunità locali
  • Curriculum Cultura e Comunicazione
  • Teorie della cultura
  • La dinamica dell’intervista
  • Curriculum Lavoro e organizzazione
  • Analisi delle organizzazioni e dei mercati del lavoro
  • Il rapporto d’impiego
  • Economia dell’industria e dei servizi

    II anno


  • Curriculum: Lavoro e organizzazione
  • Salari e occupazione
  • Teoria dei contratti e dei mercati interni
  • Politiche del lavoro in Italia e in Europa
  • Regolazione del mercato del lavoro
  • Il management dei servizi
  • Comunicazione esterna e organizzativa
  • Capitale umano e capitale sociale
  • Le professioni della conoscenza
  • Cambiamento dei sistemi organizzativi
  • Organizzazioni a rete e sviluppo locale
  • Trattamento delle informazioni
  • Curriculum: Cultura e comunicazione
  • La società dell’informazione
  • Globalizzazione e localizzazione della cultura
  • I consumi culturali
  • Culture giovanili
  • Storia delle politiche culturali
  • Comunicazione e mutamento sociale
  • Tecniche di analisi dell’opinione pubblica
  • Le culture politiche
  • Il mercato culturale
  • Comunicazione istituzionale
  • Diritto dell’informazione e dell’editoria
  • Curriculum: Territorio e politiche locali
  • Governance locale
  • Governance dei sistemi economici locali
  • Modelli locali di sviluppo
  • Valutazione economica delle politiche
  • Sistemi locali di welfare
  • Politiche comunitarie e realtà locali
  • I tempi delle città
  • Metodi di analisi delle realtà territoriali
  • Migrazioni e rapporti etnici
  • Gestione dei sistemi turistici locali
  • Geografia della comunicazione globale

    Laboratori e stage

    All’interno della proposta formativa dell’a.a. 2006-07 verranno attivati diversi laboratori sia di carattere metodologico sia specifici per ciascun curriculum. In particolare, per due laboratori è prevista la possibilità, per chi lo desiderasse, di approfondire operativamente le competenze sviluppate attraverso un’esperienza di stage.

    Laboratori metodologici


  • I focus group - avanzato
  • Pratica dei metodi etnografici - avanzato
  • Analisi dei dati con STATA
  • Tecniche di ricerca quantitativa - SPSS
  • Laboratori connessi ai singoli curricula
  • Curriculum: Lavoro e organizzazione
  • Analisi di dati per lo studio del mercato del lavoro
  • Metodi e casi di analisi delle organizzazioni
  • Curriculum: Cultura e comunicazione
  • Comunicazione pubblica (possibilità di stage)
  • Sociologia visuale e tecniche di ricerca (possibilità di stage)
  • Curriculum: Territorio e politiche locali
  • Mobilità e trasformazioni urbane
  • Nuovi strumenti di riqualificazione urbana


    La partecipazione a un laboratorio dà diritto all’acquisizione di 3 CFU. Ogni laboratorio, che si articola in 20 ore di lavoro in aula più il lavoro individuale o di gruppo, richiede da parte dello studente la preparazione di un elaborato-prova finale. Per acquisire i 3 CFU è necessario frequentare almeno il 75% dell’attività didattica del laboratorio e superare una prova finale.
    Ciascun laboratorio sarà attivato con un minimo di 4 partecipanti.
    E’ richiesta la frequenza di almeno un laboratorio di carattere metodologico.
  • Ulteriori informazioni

    Stage: Stage

    Confronta questo corso con altri simili
    Leggi tutto