Massaggio Energetico Spirituale

Amoreiki - A.I.Re.
A Milano

120 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Seminario
  • Milano
  • 8 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: ti insegana questa tecnica derivante dall'ayurveda per riequilibrare i chakra.
Rivolto a: operatori del benessere.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
via Teocrito 36, 20128, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

nessuno

Programma

chakra, mappa dei chacka sotto la pianta del piede
manipolazione
mantra
bija mantra
Il massaggio energetico spirituale, è una tecnica messa a punto dal Maestro indiano Sri Govindan. Conosciuto in tutto il mondo quale massaggiatore ayurvedico e soprattutto come Maestro Spirituale (fu discepolo di Gandhi). Ha egli stesso creato questo metodo terapeutico basato sulla Guarigione Spirituale. Il M.E.S. si applica sulla base del piede e più precisamente sulle zone riflesse dei chakra. Con una metodica che il Maestro ha messo a punto in molti anni di esperimenti su di se, si riesce a riequilibrare i chakra, grazie anche alla recitazione cantata dei Bija Mantra dei Chakra. Il bello di questa tecnica è che la si può praticare anche su se stessi con risultati fantastici.


L’origine della dottrina legata ai sette Chakra è una delle più antiche che l’uomo abbia mai trattato e risulta essere il codice fondamentale della filosofia buddhista tantrica.
Chakra
Le prime testimonianze risalgono al 3000 a.C., se ne trovano tracce in molti antichi testi sacri indiani e tutt’oggi sono di fondamentale importanza nella tradizione yogica.
Si narra che nei monasteri tibetani agli adepti “predestinati”fosse praticato un foro all’altezza del 3° Chakra Ajna, situato fra le sopracciglia, conosciuto anche come “Terzo Occhio”, nel quale veniva inserito un bastoncino, la cui precisa collocazione avrebbe dovuto aprire i canali eterici e portare così, il giovane monaco, ad un risveglio spirituale e a facoltà di chiaroveggenza.
Chakra è una parola di origine sanscrito che significa “cerchio”, “vortice”o anche “fiori di loto” chiamati Padma, poiché il Loto è il fiore ad essi associato che si differenzia di colore e numero di petali a secondo del Chakra a cui è abbinato. Il numero dei petali riflette la velocità di vibrazione.
Il loto rappresenta lo sviluppo spirituale perché dal fango in cui sono immerse le radici, sale verso le acque torbide e si apre alla luce del cielo e del sole.
Hanno un flusso energetico che gira velocemente con movimenti ascendenti e discendenti e si uniscono nel punto di incrocio di quei canali energetici nei quali scorre il Ki, conosciuti con il nome di Meridiani. Infatti l’Agopuntura, la Riflessologia e lo stesso Shiatsu sono tecniche che agiscono lungo questi canali e le manifestazioni dei blocchi energetici che avvengono a livello fisico non sono altro che gli stessi blocchi energetici già presenti a livello dei Chakra e dell’Aura.
Alcuni antichi testi orientali ne distinguono più di diecimila ma solitamente per la pratica del Reiki si considerano soltanto i Sette Chakra Maggiori più due situati nei palmi delle mani e due situati nelle piante dei piedi.
I Sette Chakra Maggiori sono contenuti nel Corpo Eterico e situati nei punti di incrocio di ventuno linee energetiche sottili chiamate Nadi , questi, sono particolarmente importanti, perché è grazie a loro che l’organismo umano assorbe il Ki dell’ambiente che lo circonda.
Ne sono stati identificati moltissimi ma solamente tre sono di fondamentale importanza per la cultura indiana e la pratica dello Yoga: Sushumna , Ida e Pingala .

Ulteriori informazioni

Alunni per classe: 14

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto