MEDICINA VETERINARIA

Università degli Studi di Messina
A Messina

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Laurea
  • Messina
Descrizione

Il corso, a ciclo unico, ha, come obiettivo formativo specifico, l'acquisizione di una preparazione culturale e di conoscenze professionali peculiari, necessarie per svolgere la professione del Medico Veterinario. Negli ultimi anni la professione sanitaria si è andata modificando e nuove professionalità sono oggi richieste.Il corso ha per primo (in Italia tra tutti i corsi di studio) sperimentato a livello europeo un sistema di accreditamento (EAEVE) in grado di stabilire standard minimi di didattica erogata paragonabili in ambito comunitario, cui si somma l'accreditamento AVA.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Messina
Piazza Pugliatti 1, 98100, Messina, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

Introduzione

Il corso, a ciclo unico, ha, come obiettivo formativo specifico, l'acquisizione di una preparazione culturale e di conoscenze professionali peculiari, necessarie per svolgere la professione del Medico Veterinario. Negli ultimi anni la professione sanitaria si è andata modificando e nuove professionalità sono oggi richieste.Il corso ha per primo (in Italia tra tutti i corsi di studio) sperimentato a livello europeo un sistema di accreditamento (EAEVE) in grado di stabilire standard minimi di didattica erogata paragonabili in ambito comunitario, cui si somma l'accreditamento AVA.

Conoscenze e Abilità, Obiettivi formativi

Il corso di laurea magistrale in Medicina Veterinaria si inquadra perfettamente negli obiettivi formativi della classe, cui si rimanda.
Il corso, a ciclo unico, ha, come obiettivo formativo specifico, l'acquisizione di una preparazione culturale e di conoscenze professionali peculiari, necessarie per svolgere la professione del Medico Veterinario. I laureati del corso di laurea magistrale in Medicina Veterinaria dovranno svolgere prevenzione sanitaria, anche attraverso esami post-mortem, a tutela della salute animale ed umana; dovranno essere in grado di effettuare visite cliniche e utilizzare metodologie innovative nel campo della diagnostica, della terapia e del controllo delle malattie infettive ed infestive; dovranno esercitare il controllo dell'igiene e della qualità degli alimenti e delle produzioni zootecniche, nonché il controllo sanitario degli allevamenti. A tale scopo il percorso didattico prevede un'iniziale formazione di base volta ad acquisire e/o migliorare le conoscenze: di fisica applicata alla biologia e suoi riflessi nella funzione degli organismi viventi, di chimica inorganica e organica con particolare riferimento alle macromolecole biologiche e agli acidi nucleici e al loro metabolismo, soprattutto negli animali di interesse veterinario, ivi comprese le moderne indagini di tipo biochimico e biomolecolare, di biologia animale e vegetale, delle discipline della morfologia, con particolare riferimento
all'anatomia clinica, e della fisiologia animale di base e applicata, dell'endocrinologia e dell'etologia. Le discipline di base svolgono un ruolo fondamentale, in quanto forniscono quelle conoscenze propedeutiche alla comprensione dei contenuti e delle finalità delle discipline caratterizzanti. Queste hanno inizio con le discipline zootecniche, che trattano in dettaglio le tematiche di allevamento, nutrizione, miglioramento genetico delle specie di interesse veterinario, con nozioni di filiera produttiva e di tecnologie mangimistiche. La formazione prosegue con la disamina delle principali malattie infettive ed infestive, incluse quelle emergenti con particolari ripercussioni nella sanità pubblica. Le discipline anatomopatologiche ed ispettive forniscono gli elementi necessari al riconoscimento di aspetti lesivi determinati da varie noxae patogene ed i provvedimenti da adottare in sede di controllo sanitario ai fini della salvaguardia della salute umana, nonchè della tutela igienica degli alimenti di origine animale lungo le filiere. Bisogna garantire, poi, le conoscenze delle cause e dei meccanismi patogenetici atti a fornire le basi per la diagnosi e la terapia delle patologie d'organo e di apparato negli animali. Il percorso prevede ancora conoscenza dei residui farmacotossicologici ai fini della sicurezza alimentare, della farmacovigilanza e delle problematiche ecotossicologiche. Le discipline dell'ambito clinico forniscono gli elementi diagnostici utili al riconoscimento delle malattie ed i possibili interventi di terapia e prevenzione, sia per gli animali da compagnia che da reddito, ivi compresi gli animali non convenzionali, senza trascurare gli aspetti legislativi e medico-legali. Gli studenti completano il percorso formativo con discipline "affini ed integrative" e "a scelta", in parte personalizzandolo e caratterizzandolo in ambiti specifici. Ampio spazio è dato alle attività di tirocinio, anche sotto forma di stage presso strutture esterne, al fine di assicurare la formazione pratica necessaria all'espletamento della professione. Infine, viene garantito un congruo periodo di tempo da dedicare alla stesura della tesi di laurea, affinché possegga caratteristiche di originalità.

Sbocchi occupazionali

Funzione in un contesto di lavoro:
1. Medico veterinario nel contesto delle attività assistenziali medico-chirurgiche riferite agli animali da compagnia e da reddito.
2. Medico veterinario del Sistema Sanitario Nazionale (SSN) a garanzia della sanità animale e e della qualità delle produzioni
agro-zootecniche
3. Medico veterinario del SSN per la gestione della sicurezza degli alimenti di origine animale
4. Medico veterinario del SSN nel contesto dei Laboratori di Prova Ufficiali
5. Medico veterinario libero professionista a supporto degli allevamenti
6. Medico Veterinario libero professionista a supporto dell'industria mangimistica, farmaceutica ed alimentare
Competenze associate alla funzione:
1. Patologia, medicina e chirurgia veterinaria.
2. Malattie infettive ed infestive, zootecninia e nutrizione animale, legislazione veterinaria.
3. Ispezione degli alimenti di origine animale e legislazione veterinaria.
sbocchi professionali:
1. Professionista impegnato in ambulatori e cliniche veterinarie.
2. Professionista impegnato in attività sanitarie medico-veterinarie in allevamenti di animali da reddito.
3. Medico Veterinario del Sistema Sanitario Nazionale.
4. Medico Veterinario impegnato in Istituti e laboratori di ricerca pubblici e privati.
5. Professionista impegnato nelle industrie mangimistiche, farmaceutiche ed alimentari.

Consultazione con le organizzazioni rappresentative:

In questa sessione si prendono in considerazione due incontri con le organizzazioni rappresentative delle professioni, convocati, nel primo caso (30/10/2008) dalla Presidenza dell'allora Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università degli Studi di Messina mentre, nel secondo caso (23/04/2013), per via telematica, dal Coordinatore del Corso di Laurea Magistrale in Medicina Veterinaria.
L'incontro con le Parti Sociali, tenutosi in data 30/10/2008, si è rivelato proficuo al fine della revisione dell'ordinamento ex DM 509/99 e, altresì, per instaurare rapporti più continui e collaborativi tra le parti. Nel corso di tale incontro è stata sottolineata la pregnante necessità di una maggiore qualificazione del laureato in Medicina Veterinaria in diverse attività specialistiche, alla cui realizzazione possono anche contribuire, tramite opportune convenzioni e coerentemente con le esigenze del mondo del lavoro, gli enti pubblici e privati presenti sul territorio. In particolare è emersa l'esigenza di un maggiore coinvolgimento del Medico Veterinario in attività di laboratorio, intese queste ultime sia in termini di autocontrollo che di diagnostica clinica, nonché nell'ambito di attività sanitarie in realtà produttive quali aziende zootecniche e di acquacoltura, fortemente presenti in alcune province. E' stata inoltre messa in risalto l'opportunità di un'implementazione delle attività cliniche specialistiche anche in funzione dell'emergente figura del veterinario aziendale. Relativamente al parere del 23/04/2013, questo è stato reso nel corso della riunione del Consiglio di Federazione Regionale degli Ordini dei Medici Veterinari della Sicilia, su invito telematico da parte del Coordinatore del CdLM. Il Consiglio, dopo ampia discussione, ha ritenuto di sottolineare l'importanza della formazione veterinaria nei settori della Sicurezza Alimentare, della Bioetica animale, della Tutela ambientale e della Medicina comportamentale.

Requisiti di ammissione:

Per essere ammessi al corso di laurea magistrale in Medicina Veterinaria occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o titolo equipollente, conseguito anche all'estero e riconosciuto idoneo. Sono richieste conoscenze riguardanti: biologia, chimica, fisica, matematica e cultura generale, accertate con il test d'ingresso, secondo modalità stabilite dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, che annualmente definisce con apposito decreto il numero programmato degli accessi.

Prova finale:

La prova finale prevede la presentazione di una dissertazione scritta in una lingua della Comunità Europea. Lo studente svolge tale dissertazione sotto la guida di un relatore al fine di dimostrare il possesso delle specifiche competenze professionali contemplate fra gli obiettivi formativi qualificanti e specifici. Lo studente espone l'argomento della tesi e lo discute sulla base delle eventuali domande della Commissione. Al termine dei lavori questa assegna al candidato il voto di laurea tenendo in considerazione la discussione dell'elaborato e il curriculum didattico del candidato. La tipologia di tesi può essere sperimentale o compilativa, ma, in ogni caso, deve possedere requisiti di originalità. La realizzazione della tesi di laurea richiede un congruo numero di CFU.

Aule (che sono utilizzate per le lezioni):

Dotazione in aule per il CdLM in Medicina Veterinaria (LM-42) La dotazione in aule per l'espletamento delle attività didattiche frontali, oltre che per l'organizzazione di eventi formativi extracurriculari, è la seguente: 1. aula 1 - posti n. 100 2. aula 2 - posti n. 100 3. aula 3 - posti n. 100 4. aula 4 - posti n. 60 5. aula 5 - posti n. 60 6. aula 6 - posti n. 100 7. aula 7 - posti n. 100 8. aula 8 - posti n. 150 9. aula 9 - posti n. 150 10. aula 10 - posti n. 60 11. aula 11 - posti n. 60 12. aula 12 - posti n. 100 13. aula magna - posti n. 200

Laboratori e aule informatiche (che sono utilizzate per le lezioni):
Dato non disponibile Sale studio (a disposizione degli studenti del CdS):
Dato non disponibile Biblioteche (contenenti materiale relativo al CdS):
La sede della Biblioteca Centralizzata di Facoltà si trova al secondo piano dell'ingresso principale della Facoltà. La responsabile: Dorotea Buttò Tel. 090/3503792 addetti all'accettazione: Scidà Maria Tel. 090/3503793 Servizi di contesto (orientamento e assistenza):
Il Dipartimento di Scienze Veterinarie organizza l'orientamento in ingresso per il CdLM in Medicina Veterinaria, nel contesto della Rassegna Rassegna dell'Orientamento Universitario e Professionale - UNIVERSITY WELCOME WEEK, che quest'anno si svolge dal 6 al 9 maggio 2013. La Manifestazione ha come obiettivo principale quello di aiutare i giovani a progettare in maniera coerente e consapevole il proprio percorso di studi e di carriera, agevolandoli nel contatto diretto con l'Università, in funzione della formazione e delle scelte professionali. La Manifestazione è rivolta principalmente agli studenti delle ultime classi delle scuole medie superiori, ma interessa anche gli studenti universitari che, desiderando proseguire la loro formazione con una laurea di II livello con un tirocinio post laurea o frequentando una scuola di specializzazione o un master, potranno ricevere informazioni per una migliore conoscenza del contesto generale e dei percorsi di studio o professionali che intendono scegliere. Il mezzo che la Manifestazione utilizzerà per raggiungere tali obiettivi sarà costituito dalle forme più efficaci dell' informazione: depliant, guide, video promo, ecc.. Saranno illustrati agli studenti gli ordinamenti didattici e la durata dei corsi di studio, la vita universitaria, i diritti, i doveri, i servizi e le provvidenze ad essa collegate, la possibilità di studiare, formarsi e fare ricerca in altri Paesi dell'Unione Europea, le opportunità e i possibili accessi al mondo del lavoro. Così verrà consentito ai giovani di vagliare attentamente tutte le informazioni che gli esperti coinvolti nell'iniziativa saranno in grado di fornirgli. I Punti chiave dell'evento sono: Colloqui face to face, presso Palazzo Mariani (Piazza Antonello) dove personale dei Corsi di Laurea e dei servizi a supporto degli studenti saranno presenti con un desk informativo. In questa parte più strettamente espositiva si svolgeranno le attività di front office con lo scopo di far acquisire informazioni sui corsi di laurea offerti dall'Ateneo messinese e di potere dialogare direttamente con docenti ed operatori dell'Orientamento; Open Day presso il Dipartimento di Scienze Veterinarie che si svolgerà giorno 9 maggio 2013 e che permetterà ai giovani interessati di conoscere alcuni dei docenti come pure di visitare le strutture dipartimentali. Nel corso della rassegna sarà pure possibile effettuare una simulazione test di accesso al CdLM in Medicina Veterinaria.Il Dipartimento di Scienze Veterinarie possiede, come da Regolamento, una Commissione per l'Orientamento e il Tutorato composta dal Direttore del Dipartimento o da un suo delegato, dal Coordinatore del Corso di studio e da due studenti eletti dai rappresentanti degli studenti in seno al Consiglio di Dipartimento. La Commissione: - assicura accoglienza, sostegno e assistenza agli studenti, previene la dispersione ed il ritardo negli studi e raccorda il Corso di studio con gli sbocchi professionali; -sostiene iniziative dirette a far superare agli studenti le eventuali difficoltà di avvio agli studi e a consentire agli stessi di poter proseguire proficuamente negli studi. La Commissione propone attività didattiche formative propedeutiche, intensive di supporto e di recupero, finalizzate a consentire l'assolvimento di eventuali debiti formativi e a consentire l'accesso al primo anno di corso, attività di tutorato finalizzate all'accertamento e al miglioramento della preparazione dello studente mediante un approfondimento personalizzato della didattica finalizzato al superamento di specifiche difficoltà di apprendimento, nonché attività di incremento ed integrazione dell'offerta formativa prevista dagli ordinamenti didattici, anche nell'ambito dell'incentivazione dell'impegno didattico dei professori e ricercatori. Fino ad oggi Il servizio di tutorato del Corso di Laurea Magistrale in Medicina Veterinaria é stato organizzato anche sulla base dell'affidamento di ogni studente iscritto al primo anno, ad un docente tutor che si rende disponibile ad indirizzare lo studente nel corso del suo percorso formativo. Detta attività, tuttavia, non ha, in molti casi, sortito gli effetti sperati dal momento che diversi studenti, non ritenendo, probabilmente, (come peraltro risulta dalle loro valutazioni) di poter essere indirizzati dal tutor nel loro percorso formativo, non hanno usufruito del servizio. E' pur vero che questa attività non viene tradizionalmente recepita dallo studente in Medicina Veterinaria, che trova nel docente, nei docenti del settore, nel personale laureato (dottorandi ed assegnisti), nei colleghi studenti degli anni successivi, un'apertura al dialogo ed una disponibilità alla soluzione dei problemi didattici che poco si può paragonare ad altri corsi di studio più affollati. Lo studente non vede l'esigenza del tutor, quando trova altrove le risposte di cui ha bisogno. Tuttavia si ritiene che alcune problematiche del corso di studio (fuori corso, poca internazionalizzazione, percorso di studio, etc.) potrebbero essere migliorate da un servizio di tutorato attivo caratterizzato da incontri calendarizzati itineranti tra i vari anni. Di ciò si è dato mandato alla Commissione tutorato. Opinioni degli studenti: Dato non disponibile Opinioni dei laureati: Dato non disponibile Creato il 2013-03-17 18:03:05, modificato il 2016-02-17 09:15:08 da Mariano Luzietti