Corso Rappresentanti Dei Lavoratori per la Sicurezza

Vega Formazione S.r.l.
A Mestre

420 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Mestre
  • 32 ore di lezione
  • Durata:
    8 Giorni
Descrizione

Il centro Vega Formazione S.r.l., pubblica su emagister.it, il corso Rappresentanti Dei Lavoratori per la Sicurezza, con l’obiettivo di fornire le conoscenze adeguate relative ai rischi lavorativi esistenti negli ambiti di lavoro e per essere in grado di controllare e prevenire i rischi .

La formazione prevede una durata di 32 ore suddivise in 8 giorni di lezione che si terranno presso la sede del centro a Venezia.
Il corso ha una metodologia interattiva, per garantire l’interesse degli allievi e far si che possano partecipare attivamente alla costruzione del corso presentando le loro esperienze.

Come si può osservare nel programma di studi qui in basso pubblicato su emagister.it il programma è suddiviso in giornate tematiche: durante il primo giorno, si affronteranno i principi giuridici comunitari e nazionali, la legislazione generale e speciale in materia di salute e sicurezza sul lavoro, la seconda giornata si centrerà sui principali soggetti coinvolti e i relativi obblighi e funzioni e si analizzerà il sistema pubblico della prevenzione, il terzo giorno si definiranno e individueranno i fattori di rischio e le misure di prevenzione e protezione, il quarto e quinto giorno saranno dedicati alle tecniche di comunicazione e gli strumenti per la trasmissione d’informazioni e i rischi da ambienti di lavoro.
Le ultime tre giornate si struttureranno nella seguente maniera: il sesto giorno illustrerà le norme generali per l’igiene del lavoro, il settimo e l’ottavo si dedicheranno ai rischi quali d’incendio ed esplosione, il rischio vibrazioni, i rischi da radiazioni, la prevenzione incendi e la gestione delle emergenze.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Mestre
Via Don Tosatto, 41, 30174, Venezia, Italia
Visualizza mappa

Cosa impari in questo corso?

Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza
RLS
Legislazione generale e speciale in materia di salute e sicurezza sul lavoro:
Le fonti giuridiche
Le direttive europee
La Costituzione
Codice civile e codice penale
Il Responsabile del servizio prevenzione e protezione
II sistema pubblico della prevenzione
Individuazione dei rischi
Tecnicche di comunicazione
Il rischio da ambienti di lavoro
Il rischio movimentazione merci
Norme per l’igiene del lavoro
Prevenzione incendi
La gestione delle emergenze

Professori

Federico Maritan
Federico Maritan
Ing.

Programma



Programma

1° giornata
Principi giuridici comunitari e nazionali, legislazione generale e speciale in materia di salute e sicurezza sul lavoro:
- La gerarchia delle fonti giuridiche
- Le Direttive Europee
- La Costituzione, Codice Civile e Codice Penale
- L'evoluzione della normativa sulla sicurezza e igiene del lavoro e il D.Lgs. 81/08
- Statuto dei Lavoratori e normativa sulla assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e malattie professionali
- La legislazione relativa a particolari categorie di lavoro: lavoro minorile, lavoratrici madri, lavoro notturno, lavori atipici, etc.
- Le norme tecniche UNI, CEI e loro validità.

2° giornata
Principali soggetti coinvolti e i relativi obblighi:
-il Datore di lavoro, i Dirigenti
- i Preposti
- il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP), gli Addetti del SPP
- il Medico Competente (MC)
- il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS), il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale (RLST) e il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza di sito produttivo. Aspetti normativi dell’attività di rappresentanza dei lavoratori
- gli Addetti alla prevenzione incendi, evacuazione dei lavoratori e pronto soccorso
- i Lavoratori
- i Progettisti
- i Fabbricanti, i Fornitori
- gli Installatori
- i Lavoratori autonomi
La gestione degli appalti


II sistema pubblico della prevenzione:
- Vigilanza e controllo
- Il sistema delle prescrizioni e delle sanzioni
- Informazione, assistenza e consulenza
- Organismi paritetici e Accordi di categoria.

3° giornata
Definizione e individuazione dei fattori di rischio:
- Concetti di pericolo, rischio, danno, prevenzione
- Principio di precauzione, attenzione al genere, clima delle relazioni aziendali, rischio di molestie e mobbing
- Analisi degli infortuni: cause, modalità di accadimento, indicatori, analisi statistica e andamento nel tempo, registro infortuni
- Le fonti statistiche: strumenti e materiale informativo disponibile
- Informazione sui criteri, metodi e strumenti per la valutazione dei rischi (Linee guida regionali, modelli basati su check list, ecc.).
La valutazione dei rischi e l’individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione:
- Contenuti e specificità del documento di valutazione dei rischi: metodologia della valutazione e criteri utilizzati
- Individuazione e quantificazione dei rischi, misure di prevenzione adottate o da adottare
- Priorità e tempistica degli interventi di miglioramento
- Definizione di un sistema per il controllo della efficienza e della efficacia nel tempo delle misure attuate Il documento di valutazione dei rischi interferenti negli appalti.

4° giornata
Tecnica della comunicazione:
- I processi di comunicazione organizzativa
- Gli strumenti per la trasmissione delle informazioni
- La tipologia delle informazioni sulla sicurezza.
Gli aspetti psicologici della sicurezza lavorativa; La dinamica psicologica dell’infortunio; I fattori critici per prevenire gli infortuni; La responsabilizzazione delle persone.

5° giornata
Il rischio da ambienti di lavoro; Il microclima; L'illuminazione; Il rischio elettrico; Il rischio meccanico, Macchine, Attrezzature; Il rischio movimentazione merci (apparecchi di sollevamento, mezzi di trasporto); Le verifiche periodiche obbligatorie di apparecchi e impianti; Il rischio cadute dall'alto.

6° giornata
Norme generali per l’igiene del lavoro; La sorveglianza sanitaria per esposizione a specifici fattori di rischio; Altri casi in cui è prevista la sorveglianza sanitaria: lavoro minorile, lavoro notturno, lavoro somministrato, lavoratrici madri, lavori usuranti; Il medico competente: funzioni e responsabilità; Il giudizio di idoneità; I rischi derivanti da esposizione ad agenti chimici, cancerogeni e mutageni; I rischi derivanti da esposizione ad agenti biologici; Tenuta dei registri di esposizione dei lavoratori alle diverse tipologie di rischio che li richiedono.

7° giornata
Il rischio rumore, Il rischio vibrazioni, Il rischio videoterminali, Il rischio movimentazione manuale dei carichi Il rischio da radiazioni ionizzanti, non ionizzanti e ottiche; Il rischio da campi elettromagnetici.

8° giornata
Il rischio incendio ed esplosione; Il quadro legislativo antincendio e il Certificato di Prevenzione Incendi La gestione delle emergenze; I Dispositivi di Protezione Individuale (DPI): criteri di scelta e utilizzo.
Test finale.

Ulteriori informazioni

Documentazione Sarà fornita la documentazione utilizzata dai docenti nell’esposizione e necessaria per l’approfondimento e l’aggiornamento degli argomenti affrontati. Tale documentazione comprende le slide proiettate dai docenti, la bibliografia, il programma del corso e le esercitazioni. Docenti
Il corso prevede l’apporto di professionalità specialistiche in grado di offrire ai partecipanti elementi didattici sia teorici che pratici. I docenti sono esperti nella sicurezza. Tutti hanno partecipato a specifico training formativo di “Formazione Formatori alla sicurezza”. Attestati di frequenza e valutazione dei partecipanti
Per ogni partecipante al corso verrà rilasciato un attestato di frequenza e superamento del test finale. Obblighi e sanzioni per l’inadempimento
Si ricorda che la sanzione per l’inadempimento degli obblighi di formazione dell'RLS di cui all' art. 37 comma 10 del D.Lgs. 81/08 (Testo Unico sulla Sicurezza) consiste nell’arresto da due a quattro mesi del datore di lavoro/dirigente o nell’ammenda da 1.200 a 5.200 euro. Tali sanzioni si riferiscono a ciascun lavoratore interessato e quindi l'eventuale importo sanzionatorio va moltiplicato per il numero dei lavoratori non informati/formati/addestrati.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto