Ai sensi del D.Lgs 81/08

Corso RSPP/ASPP modulo B5 - 68 ore

Associazione Italiana Software e Formazione
A Roma
Prezzo Emagister

550 
+IVA
Preferisci chiamare subito il centro?
36625... Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello avanzato
  • Roma
  • 68 ore di lezione
  • Durata:
    Flessible
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Il Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP), come definito nel D.lgs. 81/2008, art. 2 comma 1 lettera f), è la persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all'art. 32 designata dal datore di lavoro, a cui risponde,
per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi. L'Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP), come definito nel D.lgs. 81/2008, art. 2 comma 1 lettera g), è la persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali di cui all'articolo 32, facente parte del servizio di prevenzione e protezione.

Informazione importanti

Prezzo per gli utenti Emagister:

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Roma
via Botticelli n 1, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Il Modulo B5 conclude il percorso formativo dei Responsabili/Addetti al Servizio Prevenzione e Protezione. La finalità è fornire ai partecipanti le idonee conoscenze professionali relative al settore ATECO 5 con l’acquisizione delle capacità necessarie per lo svolgimento dei compiti del Servizio di Prevenzione e Protezione, con particolare attenzione al Sistema Aziendale di Gestione della Sicurezza e Salute negli ambienti di lavoro.

· A chi è diretto?

Il modulo B5 è il corso formativo per chi, in possesso di almeno un diploma di licenza media superiore e dell’attestato di RSPP/ASPP modulo A, volesse ricoprire il ruolo di RSPP o ASPP in attività lavorative appartenenti al Macrosettore ATECO 5.

· Requisiti

Diploma di licenza media superiore ed attestato di “RSPP/ASPP modulo A”.

· Titolo

Corso per “RSPP/ASPP modulo B5”- 68 ore, ai sensi del D.Lgs 81/08

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Corso erogato in Aula con attestato rilasciato direttamente on line. L’esecuzione del corso è supportata da idoneo materiale didattico gratuito. Il corso è erogabile in aula. Esperti con pluriennale esperienza lavorativa documentata in materia di formazione per la sicurezza del lavoro.

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

Il discente riceverà, a seguito del pagamento inserimento nei registri di frequenza dell'aula formativa. Al termine del percorso formativo riceverà l'Attestato di qualifica.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

RSPP
Modulo B5
Corso per “RSPP/ASPP modulo B5”- 68 ore
Sistema prevenzione e protezione

Professori

Ing. Roberto Raia
Ing. Roberto Raia
Ingegnere

Laurea in Architettura Formatore sulla sicurezza sui luoghi di lavoro. Coordinatore della sicurezza Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Salerno - Corso di abilitazione al ruolo di Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione ed Esecuzione (D.lgs. 81/08 - T.U. sulla sicurezza) Coordinatore della Sicurezza in fase di Progettazione ed Esecuzione

Programma

Modulo 1 – Obiettivi della valutazione dei rischi
  • Analisi dei pericoli e dei rischi: sequenza logica (fase preliminare, identificazione dei fattori di rischio e dei lavoratori esposti, stima dell’entità di
  • esposizione ai pericoli, stima della gravità e della probabilità degli effetti,
  • programmazione o messa in atto delle misure di prevenzione);
  • Ruolo del Datore di lavoro, dirigenti e preposti;
  • Elementi per la costruzione di una matrice.
Modulo 2 – Analisi dei rischi
  • Rischi derivanti dall’organizzazione del lavoro
  • Ambienti di lavoro;
  • Movimentazione manuale dei carichi (MMC);
  • Movimentazioni, sollevamento, mezzi di trasporto
  • Il rischio di infortuni
  • Rischio elettrico;
  • Rischio meccanico;
  • Rischio di particolari attrezzature;
  • Rischio cadute dell’alto.
Modulo 3 - Analisi dei rischi

Il rischio chimico
  • Gas, vapori, fumi
  • Polveri, nebbie
  • Liquidi
  • Etichettatura
Il rischio fisico e biologico
  • Rumore;
  • Vibrazioni;
  • Microclima;
  • Illuminazione;
  • Radiazioni;
  • Videoterminali;
  • Gestione del rischio residuo: DPI Collettivi ed Individuali.
Modulo 4 - Documenti ed emergenze
  • Contenuti del documento di valutazione dei rischi (i criteri adottati, le conclusioni della valutazione, l’individuazione delle misure di prevenzione e protezione, il programma di attuazione di ulteriori misure previste per un miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza
  • Situazioni critiche che possono dar luogo a situazioni di emergenza
  • il miglioramento continuo
Modulo 5 - Documenti ed emergenze
  • Contenuti del documento di valutazione dei rischi (i criteri adottati, le conclusioni della valutazione, l’individuazione delle misure di prevenzione e protezione il programma di attuazione di ulteriori misure previste per unmiglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza
  • Situazioni critiche che possono dar luogo a situazioni di emergenza
  • Il miglioramento continuo
Modulo 6 – Definizione di agente chimico e agente chimico pericoloso
  • Proprietà chimico – fisiche, chimiche o tossicologiche
  • Modalità di utilizzo o presenza sul posto di lavoro
  • Classificazione degli agenti chimici pericolosi
  • Proprietà pericolose dell’agente: frasi di rischio “R” frasi di sicurezza “S”
  • Valori limite, valori soglia: TLV
  • Classificazione del rischio chimico: “moderato” “non moderato”
  • Obblighi del datore di lavoro
Modulo 7 - Valutazione del rischio chimico
  • Identificazione del rischio chimico in azienda
  • Valutazione preliminare dei rischi connessi all’uso o alla presenza di tutti gli
  • agenti chimici pericolosi
  • Misurazioni ambientali: quando e perché
  • Strategie di monitoraggio e sistemi di campionamento
Modulo 8 – Rischio tossicologico
  • Valutazione attraverso l’uso dei valori limite occupazionali
  • Valutazione senza l’ausilio dei valori limite
  • Valutazione dell’esposizione cutanea
  • Rischio di incendio e/o esplosione
  • Classificazione dei luoghi pericolosi
  • Guida alla norma CEI EN 60079-10
  • Rischio di esplosione
  • Prescrizioni specifiche per la presenza di polveri infiammabili e sostanze
  • esplosive
  • Prescrizioni minime per il miglioramento della tutela della sicurezza e della
  • salute dei lavoratori che possono essere esposti a rischio specifico di
  • atmosfere esplosive
Modulo 9 - Agenti cancerogeni e mutageni
  • Definizione di agente cancerogeno e/o mutageno
  • Cancerogenesi, mutagenesi
  • Classificazione delle materie prime
  • Frasi di rischio R45, R49, R46
  • Contenuti della scheda di sicurezza, responsabilità
  • Sostanze emesse durante le attività lavorative
  • Sostanze per le quali sono vietate produzione, lavorazione e impiego
  • Valutazione del rischio
  • Valutazione dell’esposizione
  • Le misurazioni di igiene industriale
  • Valori limite
  • Livelli di esposizione
  • Lavoratori potenzialmente esposti
  • Lavoratori esposti
  • Divieti per lavorazioni con esposizione a cancerogeni
  • Lavoratori temporanei (interinali)
  • Lavoratrici in gravidanza e puerperio
  • Minori
  • Sorveglianza sanitaria
  • Registro degli esposti
Modulo 10 – Movimentazione meccanica dei carichi - macchine e attrezzatureMezzi di sollevamento e trasporto delle merci
  • generalità delle apparecchiature, carrelli a spinta manuale, traspallet
  • manuali
  • ed elettrici, carrelli elevatori, montacarichi e gru a bandiera…
  • Segnalazioni acustiche ed ottiche di sicurezza, dispositivi di protezione
  • Imbracatura dei carichi, sollevamento e movimentazione
  • Valutazione dei rischi delle macchine secondo la norma UNI EN 1050
  • Pericoli delle macchine (meccanici e non) secondo la norma UNI EN 12100-1
  • Protezioni delle macchine secondo la norma UNI EN 294 e UNI EN 953
  • Il registro delle manutenzioni periodiche secondo le linee guida ISPESL
  • Infortuni, sicurezza e manutenzione
  • Concetto di efficienza, efficacia, economicità
Modulo 11 – Movimentazione manuale dei carichi (MMC)
  • Trasporto a mano e movimentazione dei carichi a mano: rapporto tra lavoro
  • e alterazione del rachide, limiti di peso, formazione ed informazione dei
  • lavoratori, sorveglianza sanitaria
  • Procedure, modelli e criteri di valutazione del rischio connesso alla MMC
  • Modello raccomandato per il calcolo del limite di peso (NIOSH)
  • Indicatori di rischio e azioni conseguenti
  • Patologie correlate alla MMC
Modulo 12 – Rumore e vibrazioni
  • Rumore: strategie di monitoraggio, analisi in frequenza e in banda d’ottava.
  • Metodi per la scelta del DPI corretto. Azioni conseguenti la misura del
  • rumore in ambiente confinato.
  • Vibrazioni trasmesse al sistema mano-braccio e trasmesse al corpo intero.
  • Effetti sulla salute.
  • Valutazione del rischio senza misurazioni: quando e perché
  • Uso di attrezzature munite di videoterminali
Modulo 13 – Documento di valutazione del rischio e autocertificazione
  • Contenuti dell’autocertificazione
  • D.lgs. 334/99: disposizioni finalizzate a prevenire gli incidenti rilevanti
  • connessi con determinate sostanze pericolose e a limitarne le conseguenze
  • per l’uomo e per l’ambiente
  • Misura degli agenti chimici: norma UNI EN 689
  • Dispositivi di protezione collettiva e individuale
  • Sorveglianza sanitaria: periodicità e contenuti.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto