Scienze e Tecniche Psicologiche

Università degli Studi di Milano Bicocca
A Milano

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Milano
Descrizione

Obiettivo del corso: L’obiettivo del Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche è fornire un’adeguata conoscenza dei metodi e dei contenuti generali delle scienze e delle tecniche psicologiche, nonché l’acquisizione di specifiche competenze professionali, per operare nelle istituzioni e nelle aziende pubbliche e private e nelle organizzazioni.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
P.zza dell'Ateneo Nuovo 1, 20126, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Diploma di scuola secondaria

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE

Il primo livello è costituito dal Corso di laurea triennale. Esso comporta l'acquisizione di 180 cfu distribuiti in tre anni, pari a circa 60 cfu per anno. A questo segue il Corso di laurea specialistica, al quale si accede dopo il conseguimento della Laurea di primo livello.

Il Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche ha di norma una durata di 3 anni e prevede che lo studente acquisisca un totale di 180 crediti formativi universitari (CFU). L’obiettivo del Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche è fornire un’adeguata conoscenza dei metodi e dei contenuti generali delle scienze e delle tecniche psicologiche, nonché l’acquisizione di specifiche competenze professionali, per operare nelle istituzioni e nelle aziende pubbliche e private e nelle organizzazioni.

Il Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche offre agli studenti 5 differenti percorsi formativi, differenziati sulla base di specifici approfondimenti tematici:

1) Counseling e salute mentale
2) Lavoro e organizzazioni
3) Psicologia cognitiva applicata
4) Valutazione, sostegno e riabilitazione nell’adulto e nell’anziano
5) Valutazione, sostegno e riabilitazione in età di sviluppo

ORDINAMENTO DIDATTICO

Nell’anno accademico 2006-2007 verranno attivati il 1°, il 2° e il 3° anno del Corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche.
Di norma, per questo Corso di laurea, 3 CFU corrispondono ad un modulo di almeno 20 ore, 6 CFU ad un modulo di almeno 40 ore, 9 CFU ad un corso di almeno 60 ore. Il piano didattico si articola in due parti: la prima è costituita da insegnamenti obbligatori comuni che coprono le basi teoriche e sperimentali della disciplina; la seconda parte prevede percorsi formativi specifici. Gli insegnamenti obbligatori comuni, e le relative prove di accertamento, sono organizzati ripartendo gli studenti in due turni, in base all’ultima cifra del numero di matricola.

TIROCINIO

Per il conseguimento della Laurea in Scienze e tecniche psicologiche è necessario che lo studente acquisisca 12 CFU di attività di tirocinio di non meno di 250 ore presso Enti pubblici e privati,convenzionati con la Facoltà di Psicologia per lo svolgimento di tale attività, sotto la supervisione di un tutore. Il tirocinio può essere svolto anche all’interno della Facoltà di Psicologia, secondo le modalità stabilite dall’apposito regolamento. Il tirocinio deve essere svolto al massimo nell’arco di 3 mesi, nel periodo immediatamente precedente alla laurea.

Questa attività di tirocinio ha lo scopo di consentire allo studente di verificare o di mettere in pratica, nella diretta esperienza di contesti di lavoro, quanto acquisito a livello teorico. Pertanto, lo studente può svolgere l’attività di tirocinio solo dopo aver conseguito almeno 120 CFU e aver scelto il percorso formativo.
Al termine del tirocinio lo studente scrive una Relazione finale di tirocinio (circa 1000 parole), che valuta i risultati dell’esperienza compiuta e le caratteristiche principali della struttura ove il tirocinio e’ stato svolto, segnalando sia gli aspetti positivi che eventuali punti critici dell’esperienza. La relazione è condizione necessaria per l’acquisizione dei crediti di tirocinio.

PIANI DI STUDIO

Gli studenti sono tenuti a presentare un piano di studio, secondo le scadenze indicate dalla Segreteria generale degli studenti, che sarà valutato da una commissione nominata dal Preside.

CONTENUTI

I contenuti formativi generali, comuni a tutti i percorsi formativi del Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche, includono le conoscenze fondamentali negli ambiti delle discipline seguenti:
· psicologia e neurobiologia dell’attività mentale: percezione, motricità, memoria, attenzione, linguaggio, pensiero, emozioni e motivazione.
· psicologia dello sviluppo, psicologia dinamica e psicologia sociale.
· analisi dei dati, statistica e tecniche qualitative e quantitative per la valutazione psicologica.

AMBITI OCCUPAZIONALI

. Rilevazione e monitoraggio in differenti contesti (famiglia, scuola, servizi sanitari, comunità terapeutiche, ed altri), nel corso del tempo, di vari aspetti (cognitivi, affettivi, sociali)della condizione di crisi.
. Partecipazione a programmi di prevenzione del disagio e delle patologie psichiche.
. Realtà territoriali, delle imprese e del lavoro.
. Progettazione di prodotti tecnologici compatibili con le caratteristiche cognitive e le aspettative degli utenti.
. Consulenza tecnico-psicologica in ambito giudiziario.
. Collaborazione con altri specialisti a diversi livelli, nei programmi di prevenzione dei disagi dello sviluppo (applicazione di metodologie di screening, interviste ai genitori, agli insegnanti ed agli operatori sociali, supporto alla genitorialità).
. Svolgimento, sia individualmente sia in collaborazione con altri operatori con competenze diverse, di attività di formazione in ambito psicologico, rivolte agli insegnanti e ai genitori.

OBIETTIVI

Gli obiettivi formativi specifici a ciascun percorso formativo del Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche includono:

1) COUNSELING E SALUTE MENTALE
· la padronanza delle teorie fondamentali che consentono di comprendere, in un ampio contesto interdisciplinare e con riferimento ai diversi livelli del funzionamento psicologico, i processi psichici coinvolti in situazioni di cambiamento e di crisi nell'arco del ciclo di vita;
· l’acquisizione delle tecniche di osservazione e di valutazione,
· la conoscenza dei test atti a rilevare i dati necessari per valutare le attitudini e le capacità della persona, che consentano il reinserimento nei contesti sociali e nelle organizzazioni di lavoro.

2) LAVORO E ORGANIZZAZIONE
· le competenze attinenti ai metodi basilari di osservazione e analisi dei fenomeni psicologici, che comprendono la ricerca sperimentale, quasi-sperimentale e sul campo
· le competenze finalizzate all’applicazione di strumenti di rilevazione (questionari, test, colloqui, ecc.) e all’elaborazione e utilizzo dei dati rilevati per l’intervento;
· la capacità di individuare gli aspetti psicologici di diverse realtà e problematiche sociali.

3) PSICOLOGIA COGNITIVA APPLICATA
· un approfondimento specifico negli ambiti della psicologia del pensiero, del linguaggio, della percezione, dell’attenzione, della memoria e dell'apprendimento, volta alla comprensione delle caratteristiche cognitive e delle abituali modalità di comunicazione degli esseri umani, siano essi i potenziali utenti di strumenti tecnologici o i testimoni in un’aula di tribunale.
· una conoscenza metodologica diversificata (tecniche di osservazione, somministrazione di questionari, sistemi di elaborazione delle informazioni), finalizzata all’accertamento delle caratteristiche cognitive degli esseri umani.

4) VALUTAZIONE SOSTEGNO E RIABILITAZIONE NELL' ADULTO E NELL' ANZIANO
· la conoscenza delle caratteristiche specifiche dell’organizzazione psicologica e neurobiologica dell’attività mentale nella persona adulta e delle sue modificazioni nella persona anziana.
· la conoscenza della psicologia e neurobiologia delle alterazioni dell’attività mentale, in seguito a patologie del sistema nervoso o di altri sistemi dell’organismo, focali o diffuse.
· la conoscenza delle tecniche neuropsicologiche di valutazione delle alterazioni delle funzioni mentali (processi cognitivi ed emotivomotivazionali) e degli elementi di base degli esami strumentali della funzione cerebrale.
· la conoscenza delle principali tecniche neuropsicologiche di riabilitazione dei deficit delle funzioni mentali: i disturbi del linguaggio,della motricità, della cognizione spaziale, della memoria (con particolare riferimento all'invecchiamento normale e patologico), dell’attenzione e delle funzioni esecutive, delle emozioni e della motivazione.

5) VALUTAZIONE, SOSTEGNO E RIABILITAZIONE IN ETA' DI SVILUPPO
· la padronanza delle teorie fondamentali che consentono di comprendere, in un ampio contesto interdisciplinare e con riferimento ai
diversi livelli del funzionamento psicologico, i processi di sviluppo nell'arco del ciclo di vita.
· l’acquisizione delle tecniche di osservazione e di valutazione che consentono, da differenti punti di vista (famiglia, scuola e altri
contesti istituzionali) di rilevare e monitorare nel corso del tempo diversi aspetti dello sviluppo (cognitivi, affettivi, sociali e linguistici).

ISCRIZIONE A NUMERO PROGRAMMATO

Per l’ammissione al Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche è stabilito un numero programmato che, per l’anno
accademico 2006-2007, è di 458 posti, oltre ai 12 posti riservati agli studenti cittadini di stati che non fanno parte dell' Unione Europea.
La selezione sarà basata sull’esito di una prova scritta (consistente nella soluzione di quesiti a risposta multipla, volti ad accertare le capacità logiche e numeriche, le competenze linguistiche e la comprensione dei testi) e sul voto conseguito all’esame di maturità, in una proporzione rispettivamente dell' 80 e del 20 %.

ABILITÀ LINGUISTICHE ED INFORMATICHE

Per conseguire la Laurea di primo livello, lo studente deve aver acquisito tra i 180 CFU formativi complessivi quelli relativi alla verifica della conoscenza obbligatoria di una lingua dell’Unione Europea oltre all’italiano.

Gli studenti che sono in possesso di una delle certificazioni linguistiche di livello “B1” o superiore in una lingua straniera dell’Unione Europea, compresa tra quelle indicate nella Guida per le prove di Lingua straniera (e compatibile con quelle richieste dal presente Regolamento per il Corso di laurea), non dovranno sostenere alcuna prova, purché tale competenza sia certificata da uno degli Enti accreditati dall’Ateneo secondo gli elenchi riportati nella Guida sopraccitata. Copia in originale della certificazione comprovante la competenza richiesta dovrà essere consegnata alla Segreteria studenti.

Gli studenti che non sono in possesso di una delle certificazioni linguistiche accreditate dall’Ateneo dovranno superare una “Prova di conoscenza” della lingua straniera, preceduta da un “Accertamento delle conoscenze linguistiche”.
L'acquisizione dei crediti formativi relativi alla verifica delle competenze informatiche e alla verifica della conoscenza della lingua straniera deve avvenire entro il secondo anno di iscrizione.

CALENDARIO DELLE LEZIONI E DEGLI APPELLI D'ESAME

I corsi di lezione sono ripartiti su due semestri, secondo quanto stabilito dal calendario di ateneo. I corsi di insegnamento di durata inferiore alle 60 ore possono avere inizio anche nel corso dei semestri, preferibilmente nel primo giorno lavorativo dei
mesi di novembre, marzo, aprile e maggio.

Per ogni insegnamento è previsto un appello immediatamente seguente alla fine del corso (riservato agli studenti ammessi alla
frequenza di quel corso, sulla base del numero di matricola) Altri 5 appelli sono ripartiti nelle 3 sessioni di esami di gennaio-febbraio, giugno-luglio e settembre.

PROPEDEUTICITÀ

L’esame di Fondamenti anatomo-fisiologici dell' attività psichica deve essere stato superato prima di poter sostenere l’esame di Psicologia fisiologica. L’esame di Statistica per la ricerca sociale deve essere stato superato prima di poter sostenere l’esame di Psicometria.
La frequenza del Laboratorio di teoria e tecnica del colloquio deve essere successiva all’acquisizione dei CFU relativi all’insegnamento di Teoria e tecnica del colloquio.

PROVA FINALE

Alla prova finale vengono assegnati 3 CFU sui 180 del percorso formativo, corrispondenti ad un carico di lavoro di 75 ore complessive.

La prova finale consiste nella presentazione di un elaborato individuale (o di un prodotto multimediale di analogo impegno), anche redatto in una lingua straniera europea, che viene valutato da una Commissione di docenti. La Commissione esprime la valutazione in centodecimi, tenendo conto anche dell’andamento complessivo della carriera dello studente.
L’argomento dell’elaborato della prova finale può consistere nell’analisi di un tema specifico oggetto di una ricerca bibliografica,
oppure nel resoconto della conduzione di un breve esperimento.

La prova finale può anche riflettere l’esperienza di tirocinio pre-laurea, ma deve essere tuttavia un prodotto diverso dalla Relazione finale di tirocinio (v. sopra). Essa può riguardare anche discipline non psicologiche, purché presenti nel Corso di laurea. Gli studenti che abbiano maturato almeno 120 CFU e che abbiano acquisito i CFU relativi alla lingua straniera e all’informatica, possono richiedere l’ammissione alla prova finale e l’attribuzione del relatore, nei periodi indicati dalla Facoltà all’inizio di ogni anno accademico.

Ulteriori informazioni

Stage: 250 ore di tirocinio presso Enti pubblici e privati

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto