Corso Trimestrale L'Apparenzal il Danno e il Ritorno

Ist. Irisp - Ricerca e Informazione in Psicologia
A Milano

300 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Seminario
  • Milano
  • 15 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: CORSO CULTURALE.
Rivolto a: TUTTI.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Milano
VIA DEL DON, 6, Milano, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

DESIDERIO DI CONOSCERE

Programma


Anno 2008

Giovedì27 marzo-29 maggio

Sabato 29 marzo-31 maggio

L’apparenza.

Il danno J.Hart-Il ritorno J.Conrad

Il testo Il danno di Josephine Hart è una fonte pressoché inesauribile di esempi atti ad ilustrare alcuni concetti essenziali della psicologia.

Il suo contributo è sintetizzabile nella frase seguente

“Soon it seemed an army of people ,quiet, competent, calm ,were packing bags and moving through the house and night. It was as though they had learned some technique for dealing with terror. The technique was denial ,discipline and silence”

Malauguratamente nella edizione italiana è stato commesso un deviante errore di traduzione.

Ben presto mi sembrò che un esercito di persone silenziose, tranquille, competenti, stessero facendo le valigie muovendosi qua e là per la casa nella notte. Era come se avessero imparato una tecnica per combattere il terrore. La tecnica consisteva di negazione(non abnegazione come compare nel testo edito da Feltrinelli) della realtà, disciplina e silenzio. (Pag. 74).

Tutto il romanzo è la descrizione delle conseguenze sulla protagonista a seguito della scoperta che la gestione dell’angoscia avviene con lo stendere un velo sulla realtà .E’ questo il danno che la protagonista ha subito e che la rende pericolosa.

Ogni personaggio concorre alla radiografia del mondo in cui tutto può andare come se non fosse successo niente. La trama mostra i vari modi in cui si può organizzare l’incapacità di riconoscere le differenze:dalla personalità ambigua alla personalità che si spende nell’azione; .per tutti questi personaggi “la loro droga sono gli altri”.

Il testo il ritorno di Joseph Conrad propone a sua volta un affresco dell’apparenza e della sua capacità di rassicurare.

Nel loro mondo ampliato essi si muovevano tra uomini e donne perfettamente deliziosi che temevano le emozioni,l’entusiasmo e l’insuccesso più che l’incendio ,la guerra o una mortale malattia,che tolleravano soltanto le idee più comuni formulate nel modo più comune e che ammettevano solo i fatti convenienti 145

…e come quegli uomini che egli rispettava davano affidamento di non fare nulla di individuale,di originale.o di sorprendente- nulla di imprevisto e nulla di scorretto.

Il ritorno 145-147

Entrambi i romanzi si centrano sulla tragedia prodotta da un equilibrio basato sull’evitare il possibile e riescono a fornire una nota di speranza poiché la vita riesce ad opporsi all’addomesticare l’unico vincolo che conta .

Oh, con quali attraenti, accattivanti e futili sistemi si legano uomini e donne! Allo scopo di addomesticare l'unico vincolo che conta. (Pag. 122). Il danno

Ulteriori informazioni

Alunni per classe: 12

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto