La valutazione e gestione dello stress lavoro correlato

Psicocounseling
Online

60 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello avanzato
  • Per professionisti
  • Online
  • Durata:
    Flessible
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Il corso è rivolto agli Psicologi e si propone di illustrare il percorso di valutazione dello stress legato all'attività lavorativa: strumenti, dinamiche, metodologie, fattori legati allo stress e persone coinvolte.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Da definire
Online

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Stress
Valutazione aziendale

Programma

  • Si tratta di un unico invio via mail in formato PDF.
  • I costi sono ribassati in virtù del fatto che, per studiare, non è necessario avere un tutor di sostegno.
  • Ciascuno potrà seguire secondo i propri tempi e modi.
  • Una volta effettuato il pagamento, sarà inviata la fattura via posta cartacea.
  • L'IVA è inclusa.
  • Non vengono rilasciati crediti ECM.
  • Il pagamento avviene tramite bonifico bancario.

Programma:

La valutazione e gestione del rischio Stress Lavoro–Correlato: principi e metodi

Obiettivi della valutazione/gestione del rischio stress lavoro-correlato.

Il quadro normativo attuale.

Lo stress lavoro-correlato nel Testo Unico (81/08)

Livello minimo di attuazione (esigibilità)

Percorso minimo prosposto dalla Commissione Consultiva.

Cos’è lo stress.

(Accordo europeo)

Valutazione preliminare.

Significati dello stress.

Neuro-fisiologia della reazione di stress.

Fase di Allarme.

Fase della resistenza (o dell’adattamento)

Fase dell’esaurimento.

La relazione stress-salute.

Valutazione primaria.

Valutazione secondaria.

Personalità: la resistenza allo stress.

La Resistenza allo stress.

Le Conseguenze dello stress a breve termine.

Coping: definizione.

Tipologie di Coping.

Le conseguenze dello stress a lungo termine.

Presentismo.

Il turnover

Fattori personali che possono influire sulla relazione stress-salute.

Definizione di “distress lavorativo” Accordo Europeo 8 Ottobre 2004.

Definizione di eustress lavorativo.

Valutare lo “scarto” tra persona e lavoro.

Centralità della partecipazione dei lavoratori

Fattori di rischio psicosociale e fattori di rischio stress lavoro-correlato.

Cosa non è lo stress lavoro-correlato.

Gli strumenti per la valutazione del rischio stress lavoro-correlato: tipologie.

Strumenti per la valutazione soggettiva.

Tipi di questionario.

Requisiti di un buon questionario per la valutazione del rischio stress lavoro-correlato.

I modelli di stress lavorativo.

Carico di lavoro mentale.

Autonomia.

Il modello Effort/Reward Imbalance (ERI)

Uso dei modelli Job Strain ed ERI per la valutazione del rischio stress lavoro-correlato.

Il Modello Job demands – Resources.

Flessibilità del modello Job Demands/Resources.

Implicazioni del modello Job Demands/Resources.

Cosa può dare e non può dare un questionario.

Criteri di interpretazione dei punteggi

HSE – Questionario Indicatore.

HSE: esempi di domande.

HSE: priorità di intervento.

MOHQ - Questionario Multidimensionale sulla salute organizzativa

Costruzione di un questionario ad hoc: fasi

Strumenti per la raccolta di informazioni sulle possibili criticità.

Le interviste semi – strutturate: utilità nelle fasi della valutazione del rischio.

L’intervista semi-strutturata.

Vantaggi delle interviste: contenuto.

Vantaggi delle interviste: procedura.

Focus group per la valutazione del rischio.

Indicazioni

La valutazione oggettiva: obiettivi

Metodi

Checklist osservazionali

Checklist Ispesl. Area I –“Eventi sentinella”.

Checklist Ispesl. Area II - Contenuto del lavoro.

Checklist Ispesl. Area III - Contesto del lavoro.

Possibili limiti della checklist ISPESL.

Assenteismo o presentismo?

Quando l’uso esclusivo della checklist ISPESL è efficace?

Valutazione oggettiva come “conoscenza” dell’organizzazione.

Aspetti considerati dalla valutazione “organizzativa”.

Il percorso aziendale di valutazione e gestione del rischio stress lavoro-correlato.

Figure professionali implicate.

Gestire la committenza.

Possibili risposte.

I costi per l’azienda.

Stress e diminuzione del rendimento lavorativo.

Fasi della valutazione e gestione del rischio stress lavoro-correlato (I)

Fasi della valutazione e gestione del rischio stress lavoro-correlato (II)

Criteri di qualità del percorso valutativo.

Il modello HSE per la valutazione/gestione del rischio.

FASE 1 – Preparare l’organizzazione.

FASE 1 – Commitment manageriale Garantire l’impegno della dirigenza

Fase 2 - Identificazione dei fattori di rischio stress lavoro-correlato.

Fase 3 - Raccolta dati: valutazione oggettiva e soggettiva.

Valutazione soggettiva.

Buone pratiche per la somministrazione dei questionari

Indicazioni importanti da dare al personale per la compilazione dei questionari

Fase 4 - Esplorare i problemi e trovare soluzioni

FOCUS GROUP: fase dell’intervento.

Fase 5 - Formalizzazione dei risultati nel DVR.

Fase 6 - Monitoraggio e revisione dei piani di azione e valutazione di efficacia.

La gestione del rischio stress lavoro-correlato.

Livelli di prevenzione.

Quali tempi per la valutazione di efficacia degli interventi?

Gli interventi possono avere efficacia in tempi diversi a seconda della tipologia.

Gestione del rischio stress lavoro-correlato: raccomandazioni

Il migliore dei mondi possibili

Prevenzione primaria.

Aspetti dell’autonomia

Autonomia sui ritmi e le pause di lavoro: Modulare il ritmo di lavoro, controllo sulle pause.

Autonomia sul metodo: Come svolgere il lavoro, scelta degli strumenti da utilizzare.

Autonomia sugli orari: Flessibilità e prevedibilità delle ore di lavoro, poter richiedere permessi, poter cambiare giorni di lavoro e di riposo, poter allontanarsi dal posto di lavoro in caso di bisogno.

Partecipazione ai processi decisionali dell’organizzazione: Essere informati e poter partecipare alle decisioni in merito a cambiamenti di reparto, di sede, di proprietà.

Prevenzione secondaria.

Prevenzione Terziaria: gestione dei casi individuali

Le “chiavi” del successo nella gestione del rischio stress lavoro-correlato.

Partecipazione.

Commitment e condivisione.

CREAZIONE DEL COMMITMENT E CONDIVISIONE DEGLI OBIETTIVI

Comunicazione.

Formazione.

Valutazione.

Gestione.

Realismo.

Processo.

Perchè un’azienda vi dovrebbe contattare per la valutazione dello stress?

Gestire la committenza.

Possibili risposte.

Cosa valutare?

Valutazione preliminare: aspetti da valutare.

Come valutare.

Principali fattori da considerare per la definizione del metodo.

Possibile percorso valutativo.

Gli step del processo valutativo.

Preparare il terreno.

Gruppi omogenei e analisi dei dati oggettivi

I metodi oggettivi

Aspetti considerati dalla valutazione “organizzativa”.

Focus group per la valutazione del rischio.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto