La Vitivinicoltura Biodinamica

Agri.Bio
A Cissone

70 
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Seminario
  • Cissone
  • 16 ore di lezione
Descrizione


Rivolto a: produttori, trasformatori, tecnici, hobbisti e consumatori. In pratica a tutti coloro che vogliono capire, studiare ed approfondire meglio l'approccio scientifico-spirituale al campo agricolo, medico ed educativo in genere.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Cissone
Loc. S. Sebastiano, 1, 12050, Cuneo, Italia

Professori

ADRIANO ZAGO
ADRIANO ZAGO
AGRONOMO ENOLOGO INTERNAZIONALE

Adriano Zago, nato vicino a Treviso, ho studiato agronomia ed enologia all’ università di Padova e ho completato la mia formazione presso l'Università di Montpellier (F) all’INRA all’ENSAM. Trasferito in toscana, dopo alcune esperienze in vigna dal Nord Italia, sono stato agronomo responsabile, per alcuni anni, presso due aziende nella regione viticola del Chianti Classico (FI).Vivo attualmente a Firenze. Attualmente mi occupo di consulenze in agronomica e vitivinicoltura biodinamica presso diverse aziende in Toscana, Veneto, Emilia Romagna; mi interesso, come docente, inoltre dell’attività di formazione in agricoltura biodinamica. Esperienze lavorative in Nuova Zelanda, India e Francia mi hanno aiutato a comprendere come il metodo biodinamico debba essere semplice, pratico, economico ed efficace. La forza dei preparati BD, le osservazioni dei ritmi, le rotazioni, le regole agronomiche, la fiducia nell’invisibile: strumenti concreti per una agricoltura intelligente. L’equilibrio duraturo dell’ecosistema deve essere il fine, la naturalità dei metodi, tra i quali la biodinamica, un semplice strumento.

Programma

Fare vino con la biodinamica: non molti anni fa era considerata un’eresia oppure una pratica magica. Oggi i vini biodinamicipiacciono o fanno discutere, perché hanno una forte personalità.Questo seminario partirà proprio dal vino, bevuto e meditato per arrivare a ritroso nelle vigne dove lo si è coltivato pervedere e capire cosa vi è dietro e soprattutto cosa si può ancora fare per migliorarlo e renderlo sempre più unico e vivo, percreare emozione quando lo incontro con i sensi e sentendolo scorrere nella gola capisco e riconosco il produttore: in vinoveritas.

Venerdì ore 19,00 – 23,00: Tre vini a confronto nel bicchiere: partire dai sensi per arrivare a tre diversi modi di concepire ilvino in cantina: convenzionale, biologico e biodinamico. Elementi di trasformazione di uva in vino senza l’uso della chimica.


Sabato ore 9,00 – 13,00: Il paesaggio viticolo: incontro tra l’organismo agricolo e lo sguardo periferico. Elementi basilaridell’azienda viticola biodinamica. Vitalità, fertilità, astralità: il linguaggio e la sostanza della vigna biodinamica. L’uso deipreparati per il terreno e per le piante: visione di casi pratici. Il cumulo ed i sovesci: come incrementare la fertilità delvigneto.Ritmi, uso pratico del calendario. Elementi di fitoterapia.


Sabato ore 15,00 -19,00: Osservazione del terreno, piante e ambiente: una camminata consapevole.Pratica di distribuzione dei preparati nell’azienda ospitante organizzazione del lavoro nell’azienda.


Domenica ore 9,00 -13,00: La conversione dell’azienda convenzionale: lavorare con il non visibile.Gestione di un’azienda agricola vinicola biodinamica: casi pratici. Cosa e come faccio domani quando torno nella miaazienda, dopo questo corso?