Agile Project Management (PRJ824)

Reiss Romoli
A Milano

1.190 
+IVA
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Corso
Luogo Milano
Ore di lezione 14h
Durata 2 Giorni
Inizio Scegli data
  • Corso
  • Milano
  • 14h
  • Durata:
    2 Giorni
  • Inizio:
    Scegli data
Descrizione

Il corso descrive le metodologie per un approccio Agile nella gestione dei progetti, tenendo in considerazione che la gestione deve esaltare la massimizzazione del valore rilasciato in tempi rapidi, la comprensione delle necessità degli stakeholder coinvolti, il coinvolgimento, l’empowerment e la collaborazione del team.

Informazioni importanti

Documenti

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Scegli data
Milano
Milano, Italia
Visualizza mappa
Inizio Scegli data
Luogo
Milano
Milano, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Management
Gestione dei conflitti
Leadership
Project management
Scrum
Gestione progetti
Project manager
Metodologie Agili
Gestione del team di progetto
Traditional waterfall projects
Feedback techniques

Professori

Faculty Reiss Romoli
Faculty Reiss Romoli
REISS

Programma

Agenda (2 giorni)
Traditional waterfall projects – SDLC.
Agile manifesto: valori e principi.
Scrum: pilastri, eventi/pratiche, Artefatti, ruoli.
XP: i valori.
Project justification / selection (BCR, payback, NPV, IRR).
Chartering.
Customer-Valued prioritization.
Relative prioritization.
Product roadmap/Story map (Backbone, Walking skeleton).
Risk-adjusted backlog.
Agile contracting.
Task and Kanban board.
Incremental delivery (COC and Plain vanilla version).
Feedback techniques: Prototypes, simulation, demonstrations (IKIWISI).
Cumulative Flow Diagram CFD - Little's law.
Risk burndown chart.
Wireframes.
Story o User story e Backlog.
INVEST criteria e gerarchia dei requisiti.
Information radiators (Visual controls; Information refrigerator).
Burn-down/up chart.
Velocity.
Active listening.
Conflict resolution.
Managership vs Leadership.
Servant leadership model.
Adaptive (situational) leadership: team building phases.
Daily stand-up meeting / Team Space.
Co-located teams (osmotic communication, tacit knowledge, caves and common).
Distribuited teams.
Timeboxing.
Progressive elaboration: rolling wave planning.
Minimally Marketable Feature (MMF).
Estimation (Wideband Delphi, Planning poker, Ideal time).
Relative sizing / Story points (Baseline story, Fibonacci).
Affinity estimating (triangulation).
Release/Iteration planning.
Cycle time, WIP, Throughput.
Escaped defects.
Continuous integration.
Risk-based spike (fast failure, sunk cost).
Retrospective.

Obiettivi
Fornire le metodologie per una gestione del team di progetto che sia adattiva, interattiva e incrementale, basata su differenti livelli di pianificazione, il monitoraggio e la risoluzione dei rischi, il continuous improvement.

Destinatari
Project Manager e Professional che operano su progetti.

Prerequisiti
Nessuno.

Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto