Corso di Tornio

5.0
1 opinione
  • La Maestra è eccezionale...lo consiglio.
    |

Corso

A Roma

300 € +IVA

Descrizione

  • Tipologia

    Laboratorio

  • Luogo

    Roma

  • Ore di lezione

    15h

Descrizione

Obiettivo del corso: Il tornio è uno strumento che permette di realizzare oggetti di serie per uso quotidiano così come strumento per realizzare opere da modificare e deformare.
Rivolto a: Rivolto a coloro che siano già in possesso di buone conoscenze sulle tecniche di costruzione e sulle caratteritiche plastiche dell'argilla.

Sedi e date

Luogo

Inizio del corso

Roma
Visualizza mappa
via Dante De Blasi, 53, 00151

Inizio del corso

Consultare

Profilo del corso

Passione,pazienza ,curiosità e tanta voglia di sperimentare

Domande e risposte

Comunicaci i tuoi dubbi,altri utenti potranno risponderti

Chi vuoi che ti risponda?

Pubblicheremo solo il tuo nome e la domanda

Opinioni

5.0
  • La Maestra è eccezionale...lo consiglio.
    |
100%
5.0
eccellente

Valutazione del corso

Lo consiglia

Valutazione del Centro

fabio cruciani

5.0
12/08/2010
Il meglio: La Maestra è eccezionale...lo consiglio.
Consiglieresti questo corso?:
* Opinioni raccolte da Emagister & iAgora

Programma


Corso di Tornio

Il tornio, strumento già conosciuto in epoche antiche, utilizzato per modellare vasellame, è oggi uno dei mezzi più usati per ottenere oggetti di serie.
Sono quattro le fasi più importanti della foggiatura di un vaso al tornio:

  • centraggio di una palla di argilla sulla girella
  • apertura della palla con i pollici
  • sollevamento delle pareti
  • foggiatura del vaso

    Nella ceramica artistica si può intervenire, dopo la tornitura, modificando la forma originaria con una personale interpretazione attraverso ammaccature, tagli, incisioni, ect…
    Le lezioni, necessariamente individuali, hanno una durata di circa un’ora e mezza per un minimo di dieci incontri.

    CERAMICA RAKU

    Raku – Docente Elettra Cipriani
    La storia
    Praticata in Giappone fin dalla seconda metà del XV secolo, la ceramica Raku è legata alla tradizione tutta orientale della cerimonia del tè, con connotazioni filosofiche piuttosto lontane dalla nostra cultura.
    Il ceramista Chojiro produsse per la prima volta con la tecnica Raku ciotole da tè rigorosamente realizzate a mano.
    “Raku significa vivere con gioia ed in armonia con la natura”.
    Soltanto agli inizi del secolo scorso il ceramista americano Bernard Leach (autore del libro “Potter’s book”) introdusse questa tecnica in America; dove subì, nel tempo, numerose modifiche in relazione soprattutto ai materiali disponibili ed alle esigenze estetiche occidentali.
    A Nino Caruso, ceramista italiano di fama internazionale, si deve il merito di aver maggiormente contribuito alla divulgazione in Italia della ceramica Raku, con i suoi stage, i suoi testi (pietra miliare è “Ceramica Raku”) e le lezioni presso la sua scuola internazionale al centro di Roma.

    La tecnica
    L’argilla deve avere una struttura con caratteristiche tali da sopportare le violente variazioni di temperature alle quali è sottoposto l’oggetto.
    Le tecniche per modellare un oggetto possono essere a lastre , a colombini o al tornio.
    La smaltatura dei pezzi biscottati può essere fatta a immersione, a spruzzo o semplicemente a pennello.
    La cottura in forni a gas avviene in tempi brevi ed a basse temperature (800°-900°).
    Gli oggetti vengono estratti dal forno nel momento in cui lo smalto ha raggiunto il suo punto di fusione ed adagiati in buche che contengono materiale combustibile (foglie, segatura, carta, stracci imbevuti di oli). Gli oggetti incandescenti provocano la combustione degli elementi infiammabili, che verrà interrotta soffocando la fiamma con un apposito recipiente. Si formerà, così, una camera ad atmosfera riducente che creerà degli effetti lustrati sulla superficie degli smalti.

    Gli stage di Raku sono suddivisi in quattro incontri:
    1° incontro: cenni storici sulle origini della tecnica e la sua diffusione in Europa; costruzione dei manufatti.
    2° incontro: costruzione degli oggetti e I cottura.
    3° incontro: cenni di chimica degli smalti e decorazione.
    4° incontro: II cottura e riduzione.
    In base alle esigenze dei partecipanti, possono essere previsti stage relativi ai soli 3° e 4° incontri
  • Ulteriori informazioni

    Stage: Su richiesta
    Alunni per classe: 1

    Chiama il centro

    Hai bisogno di un coach per la formazione?

    Ti aiuterà a confrontare vari corsi e trovare l'offerta formativa più conveniente.

    Corso di Tornio

    300 € +IVA