Aiuti di Stato

Iuse - Istituto Universitario di Studi Europei
A Torino

350 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Torino
  • Durata:
    2 Giorni
Descrizione

Obiettivo del corso: L'obiettivo del corso è quello di fornire le competenze necessarie per valutare la compatibilità, la legittimità e l'efficacia degli aiuti di stato in base alla normativa comunitaria, con una trattazione intensiva ed interattiva volta a chiarire le nozioni essenziali e definire i criteri e le procedure in base alle quali è legittimo concedere/ottenere gli aiuti. Particolare attenzione verrà.
Rivolto a: Il corso è indirizzato a tutti i soggetti che siano interessati ad acquisire o approfondire le conoscenze e competenze in materia di aiuti di stato, sia in quanto enti erogatori di tali aiuti (e quindi: in particolare funzionari di enti pubblici, di camere di commercio o di società finanziarie regionali), sia in quanto enti beneficiari (e in particolare: imprese, associazioni di categoria, artigiani e piccoli imprenditori) sia in quanto consulenti o formatori su tale materia.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario

Torino
Via Maria Vittoria, 26 , 10123, Torino, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Consultare con il centro.

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Commercio estero
Aiuti di stato
Commercio

Programma

L’obiettivo del corso è quello di fornire le competenze necessarie per valutare la compatibilità, la legittimità e l’efficacia degli aiuti di stato in base alla normativa comunitaria, con una trattazione intensiva ed interattiva volta a chiarire le nozioni essenziali e definire i criteri e le procedure in base alle quali è legittimo concedere/ottenere gli aiuti.

Particolare attenzione verrà data anche alle recenti disposizioni comunitarie sugli aiuti di stato nel quadro dell’attuale crisi finanziaria.


Presentazione

La concezione ed elaborazione di misure di aiuto alle imprese richiede una buona conoscenza delle regole comunitarie in materia di aiuti di Stato. Il non rispetto o l'errata comprensione di dette regole puo' comportare da parte degli enti erogatori la necessita' di recuperare, con gli interessi, gli aiuti concessi. Allo stesso tempo, le imprese devono assicurarsi della legittimita' degli aiuti ricevuti al fine di non incorrere nell'obbligo di dover restituire con gli interessi le somme a loro erogate.

Le imprese possono anche avere la necessita' di verificare se gli aiuti ricevuti dai loro concorrenti siano legittimi e compatibili con il mercato comune. Nel caso in cui le imprese dovessero sentirsi lese a causa di aiuti concessi ai loro concorrenti potrebbero presentare una denuncia alla Commissione europea o presentare un ricorso per le vie giurisdizionali nazionali.

Nell'attuale situazione di crisi economica molte imprese potrebbero aver bisogno di un aiuto pubblico per poter sopravvivere e superare questa fase critica e, nello stesso tempo, potrebbero soffrire particolarmente a causa di aiuti concessi illegittimamente a imprese concorrenti.

Diviene dunque ancora piu' importante, in una fase di crisi economica come quella attuale, conoscere le regole in materia di aiuti di Stato, in particolare quelle specificamente adottate dalla Commissione europea per definire i criteri di compatibilita' degli aiuti transitori volti a favorire il superamento della crisi economica.

Gli obiettivi

Il corso sugli aiuti di stato si pone i seguenti obiettivi:

  • Illustrare la normativa europea sugli aiuti di stato fornendo una trattazione agile e interattiva, in modo tale da chiarire le nozioni essenziali per erogare o usufruire di aiuti di stato (nozioni ad es. di aiuto legittimo o illegittimo, compatibilità o meno col mercato comune, notifica, esenzione, regola de minimis etc.)
  • Esaminare la recente normativa comunitaria volta a fronteggiare l’attuale crisi finanziaria ed economica
  • Orientare i partecipanti: nel caso di enti erogatori, a meglio definire i criteri e le procedure in base alle quali concedere o meno gli aiuti; nel caso di imprese beneficiarie a identificare gli ambiti nei quali l’aiuto pubblico è legittimo e nel contempo rilevare eventuali aiuti illegittimamente concessi ad un’impresa concorrente
  • Esaminare casi pratici con esercitazioni e lavori di gruppo

Il programma prevede la trattazione dei seguenti argomenti:

  • 1° giorno
    • Introduzione: la politica del controllo sugli aiuti concessi dagli Stati e le loro articolazioni
    • Il sistema di controllo sugli aiuti di Stato:
      • Elementi essenziali dei concetti di aiuto di Stato, aiuto legittimo e illegittimo, aiuto compatibile e incompatibile. In questa parte si forniranno gli strumenti conoscitivi per dare una risposta alle seguenti domande:
        • Quando un intervento pubblico costituisce un aiuto di Stato?
        • Quando l’aiuto di Stato è legittimo o illegittimo?
        • Quando è compatibile o incompatibile con il mercato comune?
        • Quale è la portata dei due concetti di legittimità/illegittimità e compatibilità/incompatibilità?
      • Il ruolo della Commissione e dei giudici nell’ambito del controllo sugli aiuti di Stato. In questa parte si forniranno gli strumenti conoscitivi per dare una risposta alle seguenti domande:
        • Quale è il controllo effettuato dalla Commissione europea e dai giudici?
        • Esistono ruoli e competenze distinte? Esiste una collaborazione tra Commissione e giudici?
        • A chi occorre rivolgersi se si ritiene di essere lesi per un aiuto concesso ad una impresa concorrente?
      • Cenni alle procedure di notifica e l’esenzione dall’obbligo di notifica degli aiuti di Stato. In questa parte si forniranno gli strumenti conoscitivi per dare una risposta alle seguenti domande:
        • Quali sono le regole che disciplinano le procedure di notifica degli aiuti alla Commissione europea e le regole che esentano da questo obbligo?
        • Quali sono le diverse procedure previste e la loro applicazione pratica?
        • Quali potrebbero essere le conseguenze per le amministrazioni pubbliche, le imprese e le associazioni di impresa a seguito della futura adozione del Codice di condotta in fase di elaborazione da parte della Commissione europea?
    • Le principali regole comunitarie relative agli aiuti che possono essere ritenuti compatibili con il mercato comune. In questa parte si forniranno gli strumenti conoscitivi per dare una risposta alle seguenti domande:
      • Quali sono le principali categorie di aiuto disciplinate dalle regole comunitarie e quali sono le regole applicabili a seconda delle categorie di aiuto?
      • Quali sono le principali condizioni che determinano la compatibilità o l’incompatibilità di un aiuto di Stato?
      • Quali sono le categorie di aiuto esentate dall’obbligo di notifica e quali sono le differenze essenziali con gli aiuti soggetti all’obbligo di notifica?
  • 2° giorno
    • Le regole comunitarie specifiche relative agli aiuti di Stato nel quadro della crisi finanziaria ed economica attuale. In questa parte si forniranno gli strumenti conoscitivi per dare una risposta alle seguenti domande:
      • Quale è l’approccio generale della Commissione in materia di aiuti di Stato nell’ambito della crisi finanziaria ed economica in corso?
      • Quali sono le regole applicabili all’economia reale nell’ambito della crisi economica attuale?
      • Quali sono le regole sul cumulo degli aiuti di Stato concessi nell’ambito della crisi economica?
      • Quali sono i controlli e le procedure necessari per garantire la legittimità degli aiuti?
      • Quali sono i principali regimi di aiuto già autorizzati dalla Commissione europea per l’Italia ed altri paesi?
    • Esercitazione e approfondimento con la partecipazione di un funzionario della Commissione europea, Direzione generale della Concorrenza


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto