La Comunicazione al Servizio Dell'Insegnamento

Gea Formazione
A Roma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Roma
Descrizione

Obiettivo del corso: Mettere in grado gli insegnanti di avvalersi di alcuni strumenti, concreti e di facile utilizzo, che consentano loro di colmare il divario, che percepiscono sempre più grave, tra le aspettative implicite ed esplicite nel loro ruolo docente e la difficoltà di affrontare nuovi problemi di qualità del servizio scolastico in assenza di preparazione specifica.
Rivolto a: Tutti.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Ostiense 156, 00154, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessuno

Programma

A - La teoria della comunicazione :
1) Comunicazione interpersonale e di gruppo
- Trasmettere e ricevere
- Le aree ed i livelli della comunicazione
- La comunicazione nelle organizzazioni sociali
- Il ruolo giocato dal contesto
2) Una efficace comunicazione per una valida relazione :
- Chi comunica cosa e chi riceve cosa
- I quattro tipi di ascolto
- La comunicazione interpersonale
B - Cenni di psico-fisiologia:
3) La competenza comunicativa tra fisiologia e psicologia.
- Pre-programmazione biologica
- Post-programmazione sociale e ambientale
4) La dimensione psicologica :
- Autenticità del messaggio
- L'espressione verbale
- Il ruolo del non verbale
- Il ruolo delle emozioni
C - La comunicazione di gruppo e l'analisi transazionale :
5) Il gruppo e la formazione
- Il gruppo
- Dinamiche di gruppo
- Il ruolo del gruppo nell'apprendimento
6) L'analisi transazionale
- L'Io Bambino, Genitore e Adulto
- Il gruppo e l'analisi transazionale
7) L'area razionale e l'area affettiva .
- A che gioco giochiamo
- Le procedure e i rituali
8) L'analisi strutturale delle comunicazioni:
- Stimolo, transazione, risposta
- Griglia di Luft
D) Pragmatica della comunicazione:
9) Da una visione statica a una visione dinamica della realtà
10 Causalità lineare e causalità circolare
11) Formazione, persistenza e cambiamento:
- La formazione dei problemi
- La pratica del cambiamento
- Il proto-apprendimento o il deutero-apprendimento?
E) Modalità operative:
12) Il modello d'intervento:
- Conoscere le regole del gioco non significa saper
giocare
- Dalle soluzioni tentate alle soluzioni che funzionano;
13) Le fasi dell'intervento in classe:
- Definizione del problema
- Definizione degli obiettivi comportamentali
- Definizione delle soluzioni tentate
- Definizione delle strategie
14) La pragmatica dell'agire formativo ed il primato dell'apprendimento:
(Come aiutare gli allievi ad apprendere)
- Il ruolo della comunicazione durante le attività didattiche.
- Il problem-solving
- L'auto-monitoraggio
- L'auto-direzione
- Dalla riproduzione d'informazioni date all'imparare ad
apprendere
- La classe come comunità di ricerca
15) Le tecniche per l'uso dei sussidi audiovisivi e multimediali per aumentare
l'efficacia dell'interazione comunicativa in classe:
- Il valore dei sussidi audiovisivi
- La scelta del sussidio in relazione all'obiettivo didattico
- I percorsi per un utilizzo ottimale delle nuove tecnologie
- Ipertesti e reti concettuali
- La navigazione all'interno di un ipertesto
- Valore di Internet e potenziale didattico della navigazione in rete
- La pianificazione della ricerca su Internet
3 - Strategie e tecniche d'intervento
La funzione delle aree tematiche sopra evidenziate è quella di orientare, organizzare,
esercitare i compiti e le abilità verbali, scritte e orali, dei partecipanti al corso.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto