Concetti e metafore della politica con riferimento a problemi di gender

UNIVERSITÀ DELLA SVIZZERA ITALIANA
A Mendrisio (Svizzera)

Chiedi il prezzo

Informazione importanti

  • Corso
  • Mendrisio (Svizzera)
Descrizione

Descrizione Si propone un corso che offra conoscenze politiche di base e insieme adeguate allo studio della comunicazione in generale e della comunicazione politica in particolare, attraverso l'enucleazione e l'analisi di alcune parole-concetto che compongono il lessico teorico della politica, es. democrazia, diritti, libertà, impegno, paura, sicurezza, onore, onestà, limite, accelerazione, fiducia etc.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Mendrisio
Tessin, Svizzera
Visualizza mappa

Programma

Descrizione

Si propone un corso che offra conoscenze politiche di base e insieme adeguate allo studio della comunicazione in generale e della comunicazione politica in particolare, attraverso l'enucleazione e l'analisi di alcune parole-concetto che compongono il lessico teorico della politica, es. democrazia, diritti, libertà, impegno, paura, sicurezza, onore, onestà, limite, accelerazione, fiducia etc.

Lo scopo è quello di mettere a fuoco i fondamentali principi e valori che regolano la convivenza politica, per comprendere la condizione e i problemi politici del mondo contemporaneo, mostrando allo stesso tempo come essi non siano neutrali rispetto al gender ma celino un equivoco di fondo. Sono i diritti dell'uomo solo dell'uomo o anche della donna? È una democrazia a cui le donne non partecipano una democrazia piena? Come può essere universale il suffragio se le donne non votano? L'onestà presenta gli stessi contenuti se è dell'uomo o della donna? ecc.

Tale analisi linguistico-concettuale sarà accompagnata e supportata dalla presentazione delle principali metafore che da sempre accompagnano, con alcune varianti, il discorso politico e ne caratterizzano, allo stesso tempo agevolandola, la comunicazione: le metafore organiche e meccaniche, belliche, nautiche, familiari, animali etc., delle quali non si trascurerà di considerare anche la possibile portata manipolativa e, come sopra, lo sguardo di gender.

Piano sommario del corso
  • definizione di concetti e metafore
  • come condurre un'analisi concettuale
  • come condurre un'analisi metaforologica
casi:
  • democrazia (ristretta?)
  • libertà (per chi?)
  • impegno
  • paura/coraggio/sicurezza
  • fiducia
  • onestà (della donna)
  • onore (degli uomini)
  • vergogna

Impostazione pedagogico-didattica
Il corso procederà ex-cathedra ma prevedendo interventi degli studenti nonché analisi condotte insieme di testi al fine di apprendere a riconoscere ed enucleare concetti e metafore.

Modalità di valutazione
Il corso verrà valutato alla fine con un esame generale scritto che coprirà il 70% del voto finale, mentre il restante 30% sarà dato dalla valutazione dei lavoretti di analisi che gli studenti svolgeranno, guidati, durante l'attività didattica.

Riferimenti bibliografici
Francesca Rigotti, Il potere e le sue metafore, Milano, Feltrinelli, 1992
George Lakoff, Mark Johnson, Metaphors we live by, Chicago Univ. Press 1980 (tr. it. Metafora e vita quotidiana, Bompiani 2004)
S. Chignola, Storia dei concetti e storiografia del discorso politico, in «Filosofia politica», 1/1997, pp. 99-122