Corso di Escursionismo o Media Montagna

Associazione Azimuth
A Roma

110 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Roma
Descrizione

Obiettivo del corso: Il corso fornisce la capacità di progettare e realizzare percorsi di 1 o + giorni impiegando l’equipaggiamento adatto al momento giusto con le tecniche corrette, in tutti gli ambienti e situazioni meteo di media montagna (entro il limite inferiore dei ghiacciai).
Rivolto a: Tutti coloro che si vogliono accostare al mondo della montagna. I corsi si effettuano a richiesta anche per singoli, gruppi o enti. I corsi sono progettati e rivolti anche a tutti gli ex allievi per essere occasioni di incontro, scambio, aggiornamento e mantenimento.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
via La Spezia 60 b, 00182, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessuno in particolare. E' escluso dal corso chi danneggia la natura.

Programma

Comprende 40 ore di teoria, esercizi e tutte le ripetizioni necessarie, la visione di alcuni video, 5 escursioni di 1 g e 2 di 2 gg in bivacco e in tenda.

La versione “intensiva/itinerante” è di 9 gg continui con 1-2 incontri preliminari per introdurre/presentare il corso e visionare/scegliere l’equipaggiamento. Le date delle escursioni sono decise dai partecipanti a maggioranza.

PRATICA ALL’APERTO si svolge prevalentemente in parchi e riserve naturali con ogni tempo su percorsi giornalieri di circa 10 Km. con difficoltà che aumentano progressivamente fino al 3° grado (scala Welzenbach o di Monaco); per motivi didattici le località non sono comunicate. Sono necessarie coesione e attenzione anche durante i trasferimenti. L’istruttore dispone di ricetrasmittente, telefonino, bussola, g.p.s. e I° soccorso. E' escluso dal corso chi danneggia la natura. Creandosi uno stato duraturo di difficoltà da parte di uno o più partecipanti, il gruppo deciderà a maggioranza se far sostare coloro che hanno o causano difficoltà o rinunciare; se possibile l'istruttore proporrà percorsi o attività alternative. L'associazione è responsabile dell’incolumità dei partecipanti se questi mantengono costantemente il contatto ottico e acustico con l'istruttore.
DIDATTICA evidenziazione teorica e pratica dei problemi e delle cause, soluzioni teorizzate e dimostrate praticamente, esposte e messe in pratica da ciascuno, impiego costante e abituale delle nozioni acquisite.

MATERIE - ARGOMENTI


Cartografia/orientamento (progettazione e realizzazione dei percorsi) geografia astronomica, sistemi rappresentazione geoide e individuazione punto, orientamento carta, bussola, curvimetro, clisimetro, g.p.s. e loro uso, simbologie, fare il punto, stima e progettazione percorsi, altimetria, stima: angoli, pendenze, distanze, dislivelli; sviluppo del percorso, profilo altimetrico, aggiornamento carte.
Equipaggiamento -abbigliamento/materiali/attrezzature- (comfort) indumenti (per sudore, pioggia, vento, abrasione, isotermici), guanti, calzature, lacci, sottopiedi, zaini, borracce, bussole, portacarte, sacchi letto, stuoini, tende, binocoli/monocoli, torce, pile, ricaricapile, g.p.s. (localizzatore satellitare), bastoni telescopici, occhiali, caschi, racchette, coltelli pluriuso, filtri per acqua, teli/mantella, a.r.v.a. (apparecchi ricerca in valanga).
Alimentazione (resa psicofisica) diverse necessità, comportamenti organici e funzioni metaboliche nell’arco della giornata con caldo, freddo, quota, sforzo, valori nutrizionali alimenti liquidi e solidi, alimenti in commercio; pratica di cucina.
Cordologia (sicurezza) corde artificiali (caratteristiche, resistenza, uso, conservazione), corda fissa singola e doppia, scorrevole, e mobile, nodi di aggancio/ancoraggio, giunzione, frizione, autobloccanti, scorsoi (esecuzione semplice, inseguita). Ancoraggi, pratica di cordata e ferrata, imbracatura di fortuna, chiodi, spit, discensori, moschettoni, dissipatori, anelli di corda e fettuccia.

Tecniche di arrampicata su pareti, creste e canali.

I° soccorso giurisprudenza, responsabilità del soccorritore, di chi ha causato l’incidente, casi in cui intervenire ed in cui astenersi, urgenza, gravità, ferite (pulizia, disinfezione, protezione), emorragie, distorsioni, lussazioni, incrinature, fratture, epilessia, arresti cardiaci e respiratori, congelamenti/assideramenti, avvelenamenti (ingestione, punture, morsi), shock, ustioni, colpi di sole e di calore, posizione laterale di sicurezza, sollevamenti, trasporti, posizione antishock.

Comunicazioni (avvisi di pericolo/richieste di soccorso) ottiche, acustiche, radio (frequenze, regolamenti/leggi, alfabeti, potenze, distanze, antenne), uso delle ricetrasmittenti.
Comportamenti in ambienti naturali posizionamento e montaggio tende, fuochi (allestimento, accensione, spegnimento, fornelli), meteorologia, previsioni del tempo, comportamento (posizioni e accorgimenti) per creste, pendii, nevai, fulmini, slavine, caduta sassi, incendi boschivi, diffusione con vento, essenze, pendenze e comportamenti relativi, strumenti e usi, autosoccorso.

Ordinamento del settore leggi, regolamenti, sentenze, giurisprudenza, usi e comportamenti degli enti, delle organizzazioni amatoriali e professionali del settore.
LA QUOTA COMPRENDE resta di proprietà dei partecipanti:

• libro di testo, cartellina, modulistica, busta portacarte, quaderno, goniometro/decimetro, penna, matita, 12 copie di carte topografiche, stemmi e distintivo dell’associazione, attestato finale. a disposizione:

• di gruppo: 150 m di corda artificiale, ricetrasmittenti, telefonino, sacca per interventi di primo soccorso, g.p.s. (localizzatore satellitare), imbracatura, moschettoni, discensore, cordini, tenda, bussola.

LA QUOTA NON COMPRENDE l'assicurazione/iscrizione per danni propri e r.c.t.

Ulteriori informazioni

Alunni per classe: 15

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto