Gli affidamenti alle cooperative sociali:problematiche ed attualità

Ceida - Centro Italiano di Direzione Aziendale
A Roma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Concorsi pubblici
  • Roma
Descrizione

Il centro presenta a continuazione il programma pensato per migliorare le tue competenze e permetterti di realizzare gli obiettivi stabiliti. Nel corso della formazione si alterneranno differenti moduli che ti permetteranno di acquisire le conoscenze sulle differenti tematiche proposte. Inscriviti per poter accedere alle seguenti materie.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Palestro, 24 , 00185, Roma, Italia
Visualizza mappa

Programma

PROGRAMMA
La disciplina comunitaria e in particolare la direttiva 2014/2. Le disposizioni nazionali: dalla l. 381/91 al DPCM n. 328/2000. La normativa regionale.
La possibilità di sottoscrivere convenzioni, proroghe e rinnovi ed accordi di collaborazione: gli affidamenti diretti nel campo del sociale. Il profilo della rilevanza “locale del servizio” e le decisioni della giurisprudenza e il principio dell'auto-vincolo. I rilievi dell'Autorità di Vigilanza (ora ANAC) nella determinazione n. 3 del 1/8/12 circa quale linee guida per l'affidamento a cooperative sociali ai sensi dell'art. 5, comma 1, della l. 381/91. La problematica delle clausole sociali. I riscontri dell'Autorità di Vigilanza nella deliberazione n. 34/11. Il confronto concorrenziale imposto dal Codice e l'applicazione dell'art. 27. L'Adunanza plenaria del Consiglio di Stato n. 16/11. Quali tipologie di procedure negoziali applicabili. Le modalità di svolgimento delle procedure. L'operatività dell'associazionismo nelle leggi quadro di settore (l. 266/91, l. 383/2000).
Gli enti non lucrativi in forma di impresa; inquadramento giuridico delle organizzazioni no profit: associazioni, organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, aziende dei servizi alla persona, associazioni sportive dilettantistiche, altre istituzioni di carattere privato. La scelta delle cooperative sociali di tipo A e di tipo B: la riserva degli appalti; le imprese sociali d.l.vo 155/06. Terzo settore allargato: i punti di forza e di debolezza. La tutela delle cooperative locali. Il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa e la frequenza maggiore del prezzo più basso. La gravità dell'anomalia dell'offerta in violazione del costo del lavoro. La responsabilità per danno erariale nella gestione economica e patrimoniale.