Improvvisazione Teatrale

Scuola Nazionale D'improvvisazione Teatrale
A Torino

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Torino
  • Durata:
    8 Mesi
Descrizione


Rivolto a: tutti.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Torino
via Cecchi 17, Torino, Italia
Visualizza mappa

Programma

L'improvvisazione ha delle regole molto semplici ma fondamentali per costruire una scena: attenzione, ascolto, accettazione delle proposte altrui.

La scuola offre un percorso di studio rivolto a tutti coloro che vogliono vivere il teatro seguendo strade nuove e sperimentali, attraverso l'apprendimento di tecniche specifiche che provengono dall'universo dell'improvvisazione teatrale.

L’interazione tra la conoscenza dei meccanismi teatrali, delle tecniche attorali e drammaturgiche e la ricerca delle proprie capacità e del proprio stile, conduce a un percorso creativo immediato.

La Scuola Nazionale d’Improvvisazione Teatrale si sviluppa come corso biennale, a cui segue un anno di specializzazione, con l’obiettivo finale, non solo di formare attori improvvisatori, che siano in grado di partecipare a spettacoli, eventi, animazioni basati sull’improvvisazione, ma anche di fornire quegli strumenti che rendano l’allievo/attore più consapevole dell’essere sulla scena, delle scelte, delle proprie emozioni e non in ultimo, di affinare la propria sensibilità artistico creativa.

Il programma del biennio prevede:

  • Studio dell’uso della voce
  • Il corpo: tensione, consapevolezza, espressione
  • Uso dello spazio
  • Sviluppo delle tecniche di concentrazione e delle dinamiche relazionali per l’ascolto e l’attenzione
  • Lavoro di ricerca sul personaggio: ruolo, status, emozione, stato d'animo
  • Analisi delle strutture e degli schemi improvvisativi: monologhi e improvvisazioni collettive
  • Sviluppo narrativo e drammaturgico delle improvvisazioni.
  • Analisi e pratica degli stili teatrali, letterari e musicali come base della ricerca per le diverse modalità improvvisative

Il terzo anno di specializzazione vedrà lo studio delle molteplici possibilità di applicazione della tecnica, ai diversi format improvvisativi: dalle short form, quali le gare spettacolo, alle long form, spettacoli di più ampio respiro con molteplici linguaggi (narrativo, corporeo, musicale). Inoltre si rielaborano l'esperienze e le tecniche acquisite per trovare il proprio modo, il proprio linguaggio, il proprio "carattere" di improvvisatore, la propria peculiarità artistica.

I docenti della scuola sono attori professionisti della compagnia Quinta Tinta o appartenenti al circuito nazionale Improteatro e professionisti del mondo dello spettacolo con specifiche competenze sulle varie tecniche attorali.

la scuola inoltre offre:

- organizzazione a Torino di stage di approfondimento monotematici con attori italiani e stranieri legati al mondo dell' improvvisazione;

- scambi con le altre Scuole d'Improvvisazione Teatrale italiane ed estere.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto