Ostetricia (Abilitante alla Professione Sanitaria di Ostetrica/O)

Università degli Studi di Sassari
A Sassari

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Sassari
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Sassari
Via Piazza d'Armi, 5, 07100, Sassari, Italia

Programma

Obiettivi formativi specifici
Gli obiettivi formativi del corso sono i seguenti :
Il laureato del corso di Laurea in Ostetrica/o deve essere dotato di un'adeguata preparazione nelle discipline di base, tale da consentirgli sia la migliore comprensione dei più rilevanti elementi, anche in relazione al genere, che sono alla base dei processi fisiologici e patologici ai quali é rivolto il suo intervento preventivo, terapeutico e riabilitativo, sia la massima integrazione con le altre professioni.
Il laureato deve sapere,inoltre, utilizzare almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali.
Il laureato del corso di Laurea in Ostetrica/o , in funzione del percorso formativo, deve raggiungere le competenze professionali di seguito indicate e specificate; il raggiungimento delle competenze professionali si attua attraverso una formazione teorica e pratica che includa anche l'acquisizione di competenze comportamentali, conseguita nel contesto lavorativo specifico del profilo professionale di ostetrica/o, così da garantire, al termine del percorso formativo, la piena padronanza di tutte le necessarie competenze e la loro spendibilità nell'ambiente di lavoro (ambito materno-infantile di cui al DM Sanità 24 aprile 2000).
Particolare rilievo, come parte integrante e qualificante della formazione professionale, riveste l'attività formativa pratica e di tirocinio clinico acquisita con la guida di tutori appartenenti allo specifico profilo professionale, coordinata da un docente universitario di ruolo dello specifico settore scientifico-disciplinare e dello stesso profilo professionale, oppure da un docente appartenente allo stesso profilo professionale che sia in possesso del più alto livello formativo della professione di ostetrica/o. la predetta attività formativa pratica e di tirocinio clinico deve essere adeguata allo standard europeo. Il monte ore complessivo, necessario per la formazione della figura professionale di ostetrica/o deve essere comunque adeguato allo standard formativo specificamente disposto dalla normativa dell'Unione Europea (Direttive 80/154/CEE e 80/155/CEE e successive modifiche).
Le attività pratiche e di tirocinio vanno svolte, sia qualitativamente che quantitativamente, in applicazione delle relative norme dell'UE, in particolare lo standard formativo deve rispettare la direttiva 80/154/CEE e successive modifiche.
Almeno il 30% dell'impegno orario complessivo é riservato allo studio o ad altre attività formative di tipo individuale, con possibilità di percentuali minori per singole attività formative ad elevato contenuto sperimentale e pratico.
Obiettivi formativi generali
1.Analizzare i problemi di salute della donna nel suo ciclo biologico-sessuale e le risposte dei servizi sanitari e socio-assistenziali ai principali bisogni della donna, neonato, coppia e collettività.
2.Apprendere le conoscenze necessarie per la comprensione dei fenomeni biologici, dei principali meccanismi di funzionamento degli organi ed apparati, e nello specifico della fisiologia della riproduzione umana e dello sviluppo embrionale.
3.Comprendere i fondamenti della fisiopatologia applicati alle diverse situazioni cliniche, per patologie in gravidanza e per la gravidanza, anche in relazione a parametri diagnostici.
4.Identificare i bisogni di assistenza ostetrico-ginecologica della donna/coppia e della collettività e formulare obiettivi specifici secondo il principio della priorità.
5.Apprendere le conoscenze necessarie per individuare situazioni potenzialmente patologiche attraverso l'ausilio dei mezzi a disposizione e di cui risulta competente, e praticare, ove necessario, le relative misure di particolare emergenza.
6.Raggiungere una padronanza di metodi e contenuti propri della professione di ostetrica/o attraverso un'attività formativa teorica, pratica e di tirocinio clinico,sotto la guida di tutori opportunamente assegnati presso strutture accredutate del SSN e attraverso internati elettivi in reparti clinici italiani od esteri secondo lo standard dell'UE (Direttiva 80/154 CEE).
7.Raggiungere un livello di conoscenza e competenza nell'uso parlato di almeno una lingua dell'UE, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza dell'ostetrica/o e per lo scambio di informazioni generali.
Obiettivi formativi specifici
1.Identificare bisogni fisici, psicologici e sociali e diagnosticare le necessità di aiuto della donna, coppia e collettività nei vari ambiti socio-sanitari, integrando le conoscenze teoriche con quelle pratiche per rispondere ad esse con competenza tecnico-scientifica.
2.Identificare i bisogni di assistenza ostetrico-ginecologica che richiedono competenze preventive, curative, riabilitative e palliative in specifici settori della ginecologia e dell'ostetricia ultraspecialistici quali la patologia mammaria, le alterazioni della statica pelvica, la sterilità, le malattie metaboliche ,infettive etc.
3.Fornire una buona informazione e dare consigli per quanto concerne i problemi della pianificazione familiare secondo il principio della maternità e paternità responsabile.
4.Fornire alla donna/coppia una buona informazione e dare consigli per quanto concerne il percorso nascita (aver partecipato attivamente alla preparazione di almeno 25 donne/coppie nel percorso nascita secondo metodologie scientificamente validate).
5.Realizzare interventi di educazione alla salute riproduttiva alla donna/coppia ed alla collettività, con specifico riferimento alle malattie sessualmente trasmesse.
6.Realizzare interventi di educazione alla prevenzione delle patologie neoplastiche dell'apparato genitale femminile e ghiandole annesse, attraverso processi informativi e metodologia di cui risulta competente (es. autopalpazione seno, Pap-test etc.)
7.Identificare i bisogni socio-sanitari della donna gravida fornendo ogni supporto informativo-educativo che miri a rimuovere situazioni conflittuali in presenza di tossicodipendenza, stato di povertà, disabilità etc.
8.Valutare le manifestazioni cliniche connesse al ciclo biologico-sessuale della donna.
9.Valutare le manifestazioni cliniche connesse specificamente alla gravidanza.
10.Pianificare, fornire e valutare l'assistenza ginecologica e ostetrico-neonatale rivolta a persone sane e malate all'interno di un sistema complesso ed integrato socio-assistenziale, promuovendo stili di vita positivi per la salute ed adottando sistemi di assistenza orientati all'autogestione e all'autocura.
11.Monitorare il benessere materno-fetale in corso di gravidanza fisiologica, in corso di parto spontaneo e (in collaborazione con lo specialista) in situazioni patologiche.
12.Praticare il parto normale in presentazione di vertice (aver svolto parte attiva in almeno 40 parti o in almeno 30 a condizione che si partecipi ad altri 20 parti) compresa, se necessario, l'episiotomia.
13.Praticare, in caso d'urgenza, il parto in presentazione podalica (aver partecipato attivamente ad almeno 2 parti podalici, o in assenza di casi, aver svolto opportune esercitazioni in forma simulata).
14.Praticare il parto normale in presentazione di vertice compresa, se necessario, l'episiotomia (aver partecipato attivamente ad almeno 5 parti con pratica di episiotomia e di sutura o, in assenza di casi, aver svolto opportune esercitazioni simulate).
15.Prevenire,individuare, monitorare e gestire situazioni potenzialmente patologiche che richiedono intervento medico e praticare, ove necessario, le relative misure di particolare emergenza attraverso l'ausilio dei mezzi a disposizione e di cui risulta competente (aver partecipato attivamente alla sorveglianza di almeno 40 gestanti, partorienti o puerpere in gravidanze patologiche o parti difficili).
16.Valutare le manifestazioni cliniche connesse alle patologie ginecologiche, ostetrico-neonatali, alle reazioni allo stato di malattia, agli interventi in regime di ricovero, day-hospital e day-surgery, nonché di assistenza domiciliare (avere partecipato attivamente durante il tirocinio all'assistenza e cura, in ambito ginecologico-ostetrico nonché a neonati e lattanti, anche avviando i casi patologici in reparti di medicina, chirurgia,TIN).
17.Valutare le manifestazioni cliniche connesse al puerperio fisiologico immediato, intermedio e tardivo in regime di ricovero, nonché di assistenza domiciliare compresa la valutazione di neonati senza rilevanti patologie (aver partecipato attivamente all'esame di almeno 100 puerpere e neonati senza rilevanti patologie).
18.Valutare le manifestazioni cliniche connesse al puerperio fisiologico e patologico immediato, intermedio e tardivo in regime di ricovero, compresa la valutazione di manifestazioni cliniche di neonati pre- e posttermine di peso inferiore alla norma o con patologie varie (avere partecipato attivamente durante il tirocinio all'assistenza e cura di puerpere...

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto