Scienza Dell'arte

Studi di Forma
A Orvieto

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Seminario
  • Orvieto
  • 16 ore di lezione
Descrizione


Rivolto a: chi intende approfondire argomenti legati alle tematiche dell'arte e della comunicazione.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Orvieto
corso Cavour 307, Terni, Italia
Visualizza mappa

Programma

1) LINGUAGGIO (venerdì 7 maggio) (orario: 18 - 20)

Le funzioni ed i livelli del linguaggio, essendo alla base di qualsiasi forma di comunicazione, saranno affrontati in sede introduttiva del corso con chiari ed espliciti riferimenti alla comunicazione e all'espressione. Scopo di questo primo incontro è quello di costruire le fondamenta linguistiche necessarie per affrontare il rapporto tra significante e significato. Le origini e gli sviluppi della comunicazione visiva e verbale costituiranno il nodo principale della ricerca.

2) VITALITA' E BELLEZZA (venerdì 21 maggio) (orario: 18 - 20)

L'incontro ha come punto naturale di analisi il percorso che va dalle origini dell'uomo fino al Novecento, ed è incentrato sul rapporto vitalità-bellezza attraverso i periodi storici che hanno caratterizzato il cammino dell'uomo. Presa di coscienza della simmetria, definizione del concetto di bellezza, nascita della matematica con relativa riduzione del concetto a formula strutturale e visiva, saranno gli argomenti attraverso i quali sarà possibile identificare le strutture di base che compongono i livelli di comunicazione visiva e verbale.

3) LA VISIONE (venerdì 4 giugno) (orario: 18 - 20)

Fin dai tempi di Platone il mondo della visione ha affascinato e condotto le riflessioni dell'uomo sui sentieri inesplorati della percezione visiva della realtà. Dalla formazione anatomica dell'occhio al rapporto retina – cervello, si svilupperà il percorso che avrà come logica conclusione la differenza tra realtà reale e realtà percepita. Le differenze tra vedere e guardare e le ricostruzioni cerebrali delle immagini contenute nei fasci di luce che passano attraverso la pupilla, costituiscono l'indagine conoscitiva attraverso la quale sarà possibile determinare i meccanismi che regolano la visione.

4) TEORIA E PSICOLOGIA DEL COLORE (venerdì 18 giugno)

(orario: 18 - 20)

Qualsiasi discorso sul colore non può non tenere conto della fonte originaria costituita dalla luce, in quanto il colore è una proprietà delle onde luminose. La necessità sarà quella di affrontare in primo luogo la colorazione dei materiali e la conseguente elaborazione cerebrale dell'energia radiante che stimola le cellule ricettive coniche della retina. Essendo il colore una sensazione e non una proprietà dei materiali, il sentiero obbligato è quello che porta ad una definizione scientifica delle onde elettromagnetiche del colore e alla loro conseguente interazione con il cervello. Le implicazioni psicologiche del colore sono infatti una conseguenza del rapporto occhio – cervello.

5) GENESI E SVILUPPO DELLA FORMA (venerdì 2 luglio) (orario: 18 - 20)

Lo studio della forma implicando la conoscenza delle tre dimensioni pone il problema delle origini. Sarà quindi necessario partire dal punto e dai conseguenti lineari attivi medi e passivi, per stabilire l'ordine di costruzione della forma. Le inevitabili corrispondenze tra forma e colore stabiliranno il rapporto tra forma ed elaborazione cerebrale. Particolare attenzione sarà rivolta allo studio delle parti e delle velocità che compongono l'immagine quadro.

6) LA STORIA, LA FORMA, IL COLORE E L'ARTE (venerdì 16 luglio)

(orario: 18 - 20)

Questo seminario che può essere inteso come una sorta di applicazione di quanto appreso negli incontri precedenti, sarà un riconoscere e saldare addosso ai periodi storici, che verranno presi in considerazione, le caratteristiche salienti in fatto di forma e colore che ogni epoca produce. E' il seminario più prossimo alla critica perché legato all'individuazione dei caratteri linguistici di situazioni artistiche storicizzate.

7) ANALISI DEI SISTEMI DI RAPPRESENTAZIONE (venerdì 30 luglio)

(orario: 18 - 20)

Se lo studio delle parti appartiene all'analisi delle strutture significanti, la necessità successiva è quella di far dialogare gli elementi preventivamente scorporati. Mettere in relazione al linguaggio prescelto i segni, le forme ed i colori, è far corrispondere alla volontà espressiva e comunicativa gli elementi linguistici al massimo grado. L'attenzione sarà quindi rivolta al come ottenere risultati corrispondenti al valore pragmatico del linguaggio.

8) APPLICAZIONI DI SCIENZA DELL'ARTE (venerdì 6 agosto)

(orario: 18 - 20)

Il momento conclusivo di questa serie di seminari non potrà che essere la concretezza applicativa delle nozioni acquisite. Le applicazioni riguarderanno l'arte, la moda, la casa ed il costume in generale. Saranno dedicate all'uso pratico di forme e colori con conseguente definizione delle differenze di contrasto sia in termini di forma che di colore. Sarà inoltre possibile. attraverso l'analisi di oggetti di uso quotidiano, stabilirne il carattere per individuare la massima corrispondenza applicativa.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto