Scienze dell'antichità: archeologia, storia, letterature

Università degli Studi di Udine
A Udine

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Udine
Descrizione

Corso interateneo tra l'Università degli Studi di Udine e l'Università degli Studi di Trieste. Nell'a.a. 2015/2016 la sede amministrativa e di immatricolazione è l'Università degli Studi di Udine.L’offerta didattica dell'Università di Udine si distingue per i suoi corsi legati allo sviluppo della società e delle nuove professioni. L’ateneo di Udine offre, inoltre, la Scuola Superiore, istituto d’eccellenza per il conseguimento della laurea magistrale, cui accedono per concorso i migliori studenti italiani e stranieri.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Udine
Via Palladio 8, 33100, Udine, Italia
Visualizza mappa

Cosa impari in questo corso?

Archeologia

Programma

Corso interateneo tra l'Università degli Studi di Udine e l'Università degli Studi di Trieste. Nell'a.a. 2015/2016 la sede amministrativa e di immatricolazione è l'Università degli Studi di Udine.

Dipartimento di riferimento del corso di studio: Dipartimento di Studi Umanistici e del Patrimonio Culturale

Obiettivi formativi

Il corso di laurea magistrale interclasse e interateneo Trieste-Udine in Scienze dell’antichità intende fornire una approfondita conoscenza critica della storia e delle espressioni culturali, tanto intellettuali quanto materiali, delle civiltà antiche del bacino del Mediterraneo e del Vicino Oriente – in particolare di quella greca e romana – nonché la padronanza, sia teorica sia operativa, di aggiornate metodologie, che di quella conoscenza critica sono il presupposto. Su tali basi cognitive potranno costruirsi competenze professionali di alto livello tanto negli ambiti della ricerca, della didattica e della divulgazione in campo antichistico, quanto in quelli della tutela, della gestione e della valorizzazione del patrimonio culturale, materiale e immateriale, trasmesso dalle civiltà del passato. Il corso mira, da un lato, a dare fondamento critico alla coscienza della sostanziale unitarietà e interdipendenza delle manifestazioni di una medesima cultura che è all’origine stessa dell’istituzione della laurea magistrale interclasse, dall’altro a garantire adeguate opportunità di specializzazione, idonee a rispondere in modo puntuale alle esigenze differenziate dei fruitori di tali professionalità, in ambito sia pubblico (scuole e istituti di alta formazione, soprintendenze, musei, biblioteche, amministrazioni e enti locali) sia privato (editoria, fondazioni, associazioni e istituti culturali).

Il corso è basato sulla cooperazione didattica e scientifica fra i due Atenei di Udine e di Trieste e si propone di costituire un sistema integrato di formazione magistrale nell’ambito di un bacino di utenza ampio e articolato. Accertato il possesso iniziale di una solida preparazione generale di base relativa al mondo antico, nonché la capacità di utilizzare una lingua straniera dell’Unione Europea e i principali strumenti informatici e della comunicazione telematica, il percorso formativo si articolerà nelle due sedi (sulla base di quanto stabilito dal regolamento didattico del corso) prevedendo attività didattiche le cui modalità (frontale, seminariale, etc.), come anche la tipologia (scritta e/o orale) delle relative prove di accertamento, sono stabilite dai docenti titolari; esso offrirà altresì la possibilità di svolgere differenziate attività utili all’inserimento nel mondo del lavoro (come tirocini e affinamento delle competenze nelle lingue moderne e delle abilità informatiche). Quanto alle attività formative indispensabili, è affidato ai settori comuni, attinenti in primo luogo alla storia del mondo antico, alla filologia, alle letterature e all’archeologia classiche, il compito di garantire la fondamentale unitarietà del percorso interclasse; all’ampio ventaglio dei settori previsto per le attività affini e integrative, quello di soddisfare la flessibilità formativa necessaria a garantire una più mirata specializzazione del percorso magistrale.

Si intende infatti rendere possibile allo studente, una volta che abbia optato per la classe di laurea nella quale intenda conseguire il proprio titolo magistrale, di indirizzare prevalentemente la propria formazione o allo studio dei reperti materiali, inquadrati mediante conoscenze approfondite, teoriche e pratiche, relative sia alle problematiche archeologiche generali, sia a quelle particolari di una o più delle quattro consuete articolazioni cronologico-areali dell’archeologia (preistorico-protostorica, orientale, classica e medioevale), o a quello dei testi (letterari e documentari) lascito del mondo greco, romano e semitico, accostati attraverso le necessarie competenze linguistiche e filologiche, storicamente contestualizzati e inquadrati nel più ampio panorama delle civiltà antiche, con attenzione alle modalità di trasmissione e alla persistenza nelle epoche e culture successive.

Il percorso formativo della LM in Scienze dell’Antichità prevede due diversi curricula:

-          Curriculum Archeologico;

-          Curriculum Storico e filologico-letterario.

 

Il corso di laurea magistrale in Scienze dell’Antichità: Archeologia, Storia, Letterature è un corso interclasse: questo significa che esso permette di conseguire il titolo di dottore magistrale tanto nella classe LM 2 – Archeologia, quanto nella classe LM 15 – Filologia, letterature e storia dell’antichità. La scelta della classe di laurea magistrale in cui conseguire il titolo è un passo importante: dovrai indicarla all’atto dell’immatricolazione – e tale indicazione potrà essere modificata entro e non oltre il momento dell’iscrizione al secondo anno di corso. Sbocchi professionali

Il corso di laurea magistrale interclasse in Scienze dell’antichità prepara e avvia principalmente alle seguenti attività con i relativi sbocchi occupazionali:

–  ricerca in campo antichistico e archeologico, in particolare attraverso percorsi di studio di terzo ciclo (dottorato di ricerca, scuola di specializzazione), con possibilità di occupazione presso università, enti e centri di ricerca, pubblici e privati, previo superamento delle relative procedure di selezione;

–  posizioni di elevata responsabilità presso (ovvero collaborazione in forma di consulenza o di autonoma attività professionale con) strutture e agenzie pubbliche e private che operino nel campo della tutela e della valorizzazione del patrimonio culturale e monumentale (soprintendenze, musei, biblioteche, centri culturali, fondazioni, enti pubblici), della promozione e produzione culturale (enti organizzatori di mostre e eventi, editoria divulgativa e specializzata, pubblicistica, giornalismo culturale);

–  formazione e insegnamento, con possibilità occupazionali nella scuola privata e pubblica, previo conseguimento dell’abilitazione e/o superamento dei relativi concorsi, secondo quanto previsto dalla normativa vigente.

Infine le competenze culturali, cognitive e comunicative acquisite possono offrire al laureato opportunità di inserimento, con funzioni di responsabilità, nei settori del marketing, della gestione delle risorse umane, delle relazioni pubbliche e dell’amministrazione, in ambito sia pubblico sia privato.

 

Se sei già iscritto al corso di laurea: informazioni su orari, programmi e didattica

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto