Scienze per i Beni Culturali

Università degli Studi di Firenze
A Firenze

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Firenze
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Firenze
P.zza San Marco, 4, 50121, Firenze, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Programma

Obiettivi formativi specifici
Il corso è destinato alla formazione di ricercatori ed esperti nel campo della diagnostica, conservazione e restauro dei Beni Culturali. A tale scopo l'attività didattica della Laurea è volta a far conoscere le caratteristiche dei materiali che li compongono, i processi che ne provocano il degrado ed i possibili rimedi. Il laureato sarà in grado di effettuare tali interventi nel rispetto del contesto storico-artistico ed architettonico dei manufatti.
Obiettivi formativi specifici della Laurea Specialistica sono:
'acquisire conoscenze di base in chimica, fisica, matematica, biologia, geologia ed informatica;
'acquisire specifici elementi di cultura storico-artistica, architettonica ed archeologica;
'acquisire una buona padronanza del metodo scientifico di indagine e delle tecniche di analisi ed interpretazione dei dati per lo studio finalizzato al recupero, alla conservazione e al restauro dei Beni Culturali anche in realtà complesse;
'acquisire capacità di affrontare con un approccio multidisciplinare i complessi problemi scientifici relativi al recupero, alla conservazione, alla valorizzazione ed alla fruizione dei Beni Culturali;
'acquisire conoscenze avanzate sulle caratteristiche e proprietà dei materiali che costituiscono il Bene Culturale
'acquisire conoscenze sulle interazioni tra il Bene Culturale e l'ambiente (biologico e chimico-fisico) in cui si trova;
'acquisire conoscenze avanzate sulle applicazioni archeometriche nei diversi campi d'interesse;
'acquisire elementi di base di cultura giuridica e socio-economica nel campo dei Beni Culturali;
'essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.
Il Laureato dovrà essere in grado di avere un livello di preparazione scientifica, tecnologica, storico-artistica ed architettonica tale da consentirgli di interfacciarsi con Enti pubblici/privati e con gli altri professionisti operanti nel settore dei Beni Culturali.
Tra le attività che i laureati specialisti della classe saranno in grado di svolgere, con ampia autonomia ed elevata responsabilità, si segnalano in particolare:
'l'individuazione e l'analisi critica di metodi, materiali, misure e tecniche per il recupero, la conservazione, il restauro e la valorizzazione dei Beni Culturali;
'l'individuazione delle cause e dei meccanismi del deterioramento del Bene Culturale e la valutazione dei risultati scientifici ottenuti dalle indagini effettuate;
'l'effettuazione della diagnosi, prima e durante l'intervento di conservazione, oltre alle necessarie verifiche e prove di collaudo;
'lo svolgimento di funzioni di elevata responsabilità nell'ambito di musei scientifici, di 'città della scienza', di parchi archeologici, mostre scientifiche, ecc.;
'la collaborazione alla progettazione ed alla realizzazione di sistemi di musealizzazione dei Beni Culturali
'la collaborazione alla progettazione ed alla realizzazione di sistemi informativi per il trattamento dei dati relativi ai Beni Culturali;
'la partecipazione ad attività formative finalizzate alla creazione di figure professionali nel settore dei Beni Culturali

Caratteristiche della prova finale
La prova finale consiste nella discussione del lavoro svolto durante la tesi ed eventuale tirocinio. Il voto finale, espresso in centodecimi, è assegnato tenendo conto anche della media dei voti conseguiti durante gli esami. La tesi sarà discussa davanti ad una commissione esaminatrice composta dai docenti del consiglio, eventualmente integrata con esperti esterni.

Ambiti occupazionali previsti per i laureati
I laureati potranno svolgere attività professionali presso aziende ed organizzazioni professionali operanti nel settore del restauro, della tutela dei beni culturali e del recupero ambientale, nonché presso enti locali ed istituzioni specifiche, quali sovrintendenze, musei, biblioteche, archivi, istituti di ricerca pubblici e privati. In particolare si potranno occupare, fin dall'inizio, a seconda degli stage e tirocini svolti, di problemi archeometrici e di conservazione relativi alle diverse tipologie di manufatti ed ai diversi materiali. Potranno anche svolgere attività professionali relativamente a: 1) valutazione di parametri ambientali, quali il controllo del microclima in ambienti confinati e non; 2) valutazione dello stato di degrado dei manufatti, 3) proposta di strategie di intervento di conservazione a breve e lungo termine.
Attività di base
Discipline archeologiche, storico-artistiche e della rappresentazione

CFU 28
ICAR/17: DISEGNOICAR/18: STORIA DELL'ARCHITETTURAL-ART/02: STORIA DELL'ARTE MODERNAL-ART/04: MUSEOLOGIA E CRITICA ARTISTICA E DEL RESTAURO
Discipline chimiche

CFU 5
CHIM/03: CHIMICA GENERALE E INORGANICA
Discipline fisiche

CFU 10
FIS/01: FISICA SPERIMENTALE
Discipline geologiche

CFU 10
GEO/07: PETROLOGIA E PETROGRAFIA
Discipline matematiche, informatiche e statistiche

CFU 25
ING-INF/05: SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONIMAT/04: MATEMATICHE COMPLEMENTARIMAT/05: ANALISI MATEMATICAMAT/06: PROBABILITÀ E STATISTICA MATEMATICATotale CFU 78

Attività caratterizzanti
Discipline architettoniche e del restauro

CFU 15
ICAR/19: RESTAURO
Discipline chimiche

CFU 23
CHIM/01: CHIMICA ANALITICACHIM/02: CHIMICA FISICACHIM/06: CHIMICA ORGANICACHIM/12: CHIMICA DELL'AMBIENTE E DEI BENI CULTURALI
Discipline fisiche

CFU 21
FIS/01: FISICA SPERIMENTALEFIS/07: FISICA APPLICATA (A BENI CULTURALI, AMBIENTALI, BIOLOGIA E MEDICINA)
Discipline storiche

CFU 9
L-ANT/01: PREISTORIA E PROTOSTORIAM-DEA/01: DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE Totale CFU 68

Attività affini o integrative
Discipline biologiche ed ecologiche

CFU 14
BIO/13: BIOLOGIA APPLICATABIO/19: MICROBIOLOGIA GENERALE
Discipline delle scienze della Terra

CFU 22
GEO/05: GEOLOGIA APPLICATAGEO/07: PETROLOGIA E PETROGRAFIAGEO/09: GEORISORSE MINERARIE E APPLICAZIONI MINERALOGICO-PETROGRAFICHE PER L'AMBIENTE E I BENI
CULTURALI
Discipline giuridiche e economiche

CFU 5
IUS/10: DIRITTO AMMINISTRATIVO
Discipline tecniche

CFU 9
ICAR/07: GEOTECNICAING-IND/11: FISICA TECNICA AMBIENTALE Totale CFU 50

Attività specifiche della sede
CFU 15
CHIM/04: CHIMICA INDUSTRIALEICAR/22: ESTIMOTotale CFU 15
Altre attività formativeA scelta dello studenteCFU 29Per la prova finaleCFU 45Altre (art. 10, comma 1, lettera f )
Totale
CFU 15Totale CFU 89

Totale Crediti CFU Scienze per i Beni Culturali 300
Docenti di riferimento

DEI Luigi
LUCARELLI Franco
MALESANI Piergiorgio
SANTO Alba Patrizia

Previsione e programmazione della domanda
Programmazione nazionale delle iscrizioni al primo anno (art.1 Legge 264/1999)
no
Pr

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto