Scienze per la pace: cooperazione internazionale e trasformazione dei conflitti

Università degli Studi di Pisa
A Pisa

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Pisa
Descrizione

Il percorso formativo del corso di laurea in Scienze per la pace è caratterizzato da una marcata apertura internazionale, da una forte interdisciplinarietà e da una specifica interazione fra cultura umanistica e cultura scientifica. 
La didattica valorizza il rapporto organico fra aspetti teorici e pratici, favorendo una partecipazione attiva degli studenti e promovendo dinamiche di gruppo che portano ad acquisire uno stile di lavoro solidale. 
Gli studenti che intendono iscriversi al Corso di laurea in Scienze per la pace dovranno avere un buon livello di cultura generale e possedere le nozioni di storia, educazione civica, lingua straniera e matematica previste dai programmi della scuola media superiore, nonché qualche familiarità con lo strumento informatico. Gli insegnamenti sono impartiti in due semestri. Le lezioni sono svolte da docenti e, in alcuni casi, da professionisti.  La frequenza ai corsi non è obbligatoria. 
La prova finale consiste nella discussione di un progetto di lavoro o di una relazione svolti sotto la guida di un relatore. 
Sono previsti periodi di tirocinio presso soggetti esterni (Organizzazioni non governative, Enti locali e del Terzo Settore), in Italia e all'estero. 
L’orientamento degli studenti è sviluppato attraverso forme di tutorato. Per gli studenti lavoratori e per i residenti fuori sede sono organizzati incontri quindicinali con i docenti delle singole discipline. 
Inoltre è previsto, per alcune materie, un sistema di e-learning (http://www.cfs.unipi/pace/didattica/elearning/). 
Gli studenti che dispongono di un certificato internazionale di conoscenza di una lingua straniera, di livello almeno pre-intermedio (B1), possono ottenere il riconoscimento dei relativi crediti. 

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Pisa
Lungarno Antonio Pacinotti, 43 , 56122, Pisa, Italia
Visualizza mappa

Opinioni

Non ci sono ancora opinioni su questo corso

Cosa impari in questo corso?

Pace
Cooperazione internazionale

Programma

  • Elementi di matematica (3 cfu)

    • Introduzione alle funzioni, grafici. Rassegna di funzioni
      elementari e significato dei loro parametri.
      Limiti,infinitesimi e infiniti. Funzione derivata, regole
      di derivazione, derivate di ordine superiore.Relazioni tra valori delle derivate e andamento della funzione in un punto o in un intervallo.Funzioni primitive e integrazione indefinita, integrale definito, integrale generalizzato, loro significato. Cenni a nozioni di matematica finanziaria.
  • Storia contemporanea I (12 cfu)

    • Corso di base. Ha come obiettivo fornire le informazioni fondamentali sulla storia mondiale del XIX e XX secolo.
  • Economia Politica (9 cfu)

    • Lineamenti della teoria del consumo, della produzione e dei meccanismi di equilibrio del mercato concorrenziale. Le diverse forme di mercato. Confronto tra concorrenza e monopolio. Politiche antitrust ed altri interventi pubblici sui mercati reali. I fallimenti del mercato: beni pubblici, esternalità, monopoli naturali, beni meritori, problemi di informazione. Transazioni non di mercato, comportamenti altruistici e cooperativi. Giustificazioni al terzo settore. Fair trade. Finanza etica. Le principali componenti della domanda aggregata e la determinazione del reddito nella teoria keynesiana e neoclassica rivisitata. Disoccupazione, inflazione e principali politiche rivolte a risolverle. Investimenti e accumulazione del capitale per lo sviluppo. L’economia aperta e la bilancia dei pagamenti. La natura e l’origine degli squilibri dei saldi con l’estero. I meccanismi di aggiustamento. I problemi posti dall’indebitamento estero. I sistemi dei cambi e il sistema monetario internazionale. Principali istituzioni pubbliche internazionali.
  • Diritto (12 cfu)

    • Il modulo di Diritto Privato (6 CFU) intende fornire una informazione di base sui principali istituti del diritto civile: le fonti del diritto, le persone, i diritti, la famiglia, le successioni, l´autonomia privata e la responsabilita´civile. Il corso ha l´obiettivo integrare la formazione sociologica con la conoscenza delle principali forme giuridiche di organizzazione delle relazioni sociali. Il modulo di Dirito Pubblico (6 CFU) fornisce competenze in materia di ordinamento giuridico, forme di Stato e di governo, formazione e vicende dello Stato italiano, Unione Europea, il sistema delle fonti del diritto, i diritti e le libertà, l’organizzazione costituzionale dello Stato italiano (corpo elettorale, Parlamento, Governo, Presidente della Repubblica), l’ordinamento regionale e locale, la giustizia costituzionale
  • Europa e mondo dall’età moderna all’età contemporanea (6 cfu)

    • Nel quadro di un accentuato interesse per la geografia storica, verranno affrontati l’impatto dello strutturarsi degli imperi coloniali sui territori extraeuropei e i suoi effetti sulla cultura politica e religiosa, sull'economia e sulla società dell’occidente.
  • Sociologia generale e dei conflitti e della pace (9 cfu)

    • Sociologia Generale
      Il modulo è dedicato alla esplorazione dei concetti più consolidati nelle scienze sociali che costituiscono quadri congruenti con le successive applicazioni all'ambito della sociologia pace e dello sviluppo. In particolare, saranno affrontati e discussi concetti fondamentali come: relazioni sociali, interazioni simboliche, strutture, potere, considerati anche alla luce dei contemporanei sviluppi delle teorie di rete e delle teorie interazioniste.
      Sociologia dei Conflitti e della Pace:
      Il modulo si prefigge di offrire una panoramica delle diverse teorie sociologiche sui conflitti e sulla pace, con particolare riferimento ai concetti di: conflitto sociale, dinamiche conflittuali violente e nonviolente, guerra, potere, asimmetria nelle relazioni sociali, potere simbolico, violenza collettiva diretta/culturale/strutturale, processi di pace. Questi concetti verranno illustrati attraverso i contributi di vari sociologi, a partire dai classici (Weber, Durkheim, Simmel, Mead, …), fino ai più recenti (Tilly, Giddens, Galtung, E. Boulding, Lederach, Sharp, Brewer, …), con particolare riferimento ai contributi fondamentali della sociologia francese (Foucault, Bourdieu, Bigo, ...).
  • 3 cfu a scelta nel gruppo GR7

    • Scelta tra tirocinio e seminari
    • Stages e tirocini (3 cfu)

    • Attività seminariali (3 cfu)

      • i seminari hanno l'obiettivo di completare la preparazione degli studenti su tematiche di approfondimento
  • 6 cfu a scelta nel gruppo GR9

    • Antropologia e storia economica
    • Storia economica (6 cfu)

      • Conoscenza di base della storia economico-sociale dell'età moderna e contemporanea.
    • Antropologia culturale A (6 cfu)

      • Il corso rappresenta una introduzione alle discipline demoetnoantropologiche. Saranno ripercorsi alcuni momenti della storia degli studi dal tardo Ottocento ad oggi, soffermandosi sull'emergere del concetto antropologico di cultura, sui dibattiti riguardanti il relativismo etico e cognitivo, sullo sviluppo delle metodologie di ricerca sul campo e su alcuni principali indirizzi teorici. Si prenderanno poi in esame aspetti e problemi dell'antropologia del contemporaneo, in particolare i temi della globalizzazione, della cultura popolare e del consumo di massa, della violenza, della salute e della malattia, delle culture urbane, dell'economia e del dono.
    • Antropologia culturale B (6 cfu)

      • Il corso è una introduzione alle tecniche e ai problemi della descrizione etnografica. Dopo aver presentato e discusso esempi classici di scrittura etnografica, saranno proposte agli studenti frequentanti esercitazioni di descrizione e analisi culturale riguardanti ambiti ordinari della vita quotidiana.
  • Diritto Internazionale (6 cfu)

    • Dalle regole di coesistenza alle regole di cooperazione; la progressiva affermazione di valori sociali internazionali; l’evoluzione dall’autotutela degli Stati ad un sistema collettivo o accentrato di accertamento e realizzazione del diritto. Sistemi di tutela dei Diritti umani. Connessioni fra sistemi di tutela universali e regionali. Protezione statale e protezione internazionale.
      Diritto costituzionale europeo - La trattazione verterà essenzialmente sui tratti caratterizzanti delle organizzazioni c.d. sovranazionali e sulle tappe della lenta trasformazione del modello originario di unione istituzionale in una forma di unione progressivamente orientata verso il modello federale.
  • Statistica (9 cfu)

    • Il corso ha come oggetto i metodi di base per la descrizione e l’esplorazione statistica dei dati, le nozioni elementari di calcolo delle probabilita', e gli strumenti di base dell''inferenza statistica.
      L’obiettivo formativo principale del corso e' illustrare i principi fondamentali della statistica descrittiva e della statistica inferenziale fornendo competenze di base e perseguendo due finalita'. La prima finalita' e' quella di trasmettere l’importanza del contributo della statistica all’analisi quantitativa dei fenomeni economici e sociali.
      La seconda finalita' e' quella di mettere gli studenti in grado di svolgere autonomamente semplici analisi quantitative di tali fenomeni utilizzando i tipi di dati piu' comunemente disponibili. Le competenze attese riguardano la capacita' di utilizzare i principali metodi della statistica descrittiva (rappresentazione grafica e tabellare, e calcolo di statistiche fondamentali quali medie, indici di variabilita', indici di associazione, regressione lineare semplice) e dell’inferenza classica (campionamento, distribuzione normale , calcolo di stime puntuale e per intervallo, verifica di ipotesi). Esse in dettaglio sono: 1. spiegare, applicare ed interpretare le principali statistiche descrittive; 2. leggere e analizzare rappresentazioni grafiche e tabelle di contingenza 3. spiegare, applicare ed interpretare i principali metodi statistici inferenziali; Gli obiettivi del corso saranno raggiunti attraverso lezioni frontali, esercitazioni in Aula ed esercitazioni con i tutor.
  • Sociologia dello sviluppo (6 cfu)

    • Concetti di sviluppo e crescita. Origine e cause del sottosviluppo. Il paradigma neoclassico e keynesiano.
      Le strategie dello sviluppo. Il problema della povertà. Ambiente e sviluppo sostenibile.
      Analisi di paesi in via di sviluppo e studio delle loro prospettive di crescita. Analisi di progetti di sviluppo.
  • Metodologia delle scienze sociali (6 cfu)

    • Il Corso si propone di introdurre gli studenti alla prospettiva teorica e metodologica dell’interazionismo simbolico, di cui si approfondiranno i principali elementi concettuali, ma soprattutto gli aspetti metodologici più utili allo studio dei fenomeni non solo sociali.
      E’ da segnalare, inoltre che la prospettiva conoscitiva offerta da questa teoria consente di compiere frequenti ricognizioni interdisciplinari (sociologia, psicologia sociale, antropologia, tecnologia, sicurezza, ambiente, territorio, risorse naturali…).
  • Emergenze e protezione civile (6 cfu)

    • Obiettivi formativi: Vengono analizzati metodi e modelli per l'analisi, la pianificazione e la gestione di interventi in risposta ad emergenze naturali o umanitarie e vengono fornite le conoscenze in grado di favorire la consapevolezza delle risorse valoriali e dei limiti personali dell'azione in contesti di emergenza. Particolare attenzione viene rivolta ai processi comunicativi, alle esigenze di formazione ed alla ottimizzazione della collaborazione nel lavoro di equipe. Vengono inoltre illustrati i compiti, l'organizzazione, la storia e l'evoluzione della Protezione Civile, analizzando i metodi di pianificazione, l’evoluzione del diritto, il rapporto tra normativa e piani di emergenza, la valutazione della vulnerabilità territoriale.
  • Ulteriori conoscenze linguistiche (3 cfu)

    • conoscenze linguistiche
  • 6 cfu a scelta nel gruppo GR4 - Lingue

    • Laboratori di Lingue straniere
    • Laboratorio di lingua inglese (6 cfu)

      • Insegnamento della lingua inglese
    • Laboratorio di lingua tedesca (6 cfu)

      • insegnamento della lingua tedesca
    • Laboratorio di lingua francese (6 cfu)

      • Insegnamento della lingua francese
    • Laboratorio di lingua spagnola (6 cfu)

      • insegnamento della lingua spagnola
  • 12 cfu a scelta nel gruppo GR5

    • Affini, economia e decisioni
    • Economia ecologica (6 cfu)

      • Viene presentata una panoramica delle categorie analitiche utili per inquadrare la questione del degrado ambientale e della sostenibilità. A tal fine vengono ripercorse le principali idee sviluppate nell'ambito sia della teoria economia tradizionale che della più ampia economia ecologica, curandone anche gli aspetti più propriamente politici.
    • Decisioni in Situazioni di Complessità e Conflitto (6 cfu)

      • Il corso analizza i processi decisionali con particolare riferimento a situazioni caratterizzate da elevata complessità e presenza di conflitti. Affronta i seguenti argomenti: strutturazione del problema e degli obiettivi; decisioni in situazioni di incertezza, di molteplicità di obiettivi, di molteplicità di attori; giochi e conflitti; la simulazione come strumento per analisi qualitativa/quantitativa di sistemi complessi; valutazione e gestione di progetti; le basi della teoria dei conflitti. Gli obiettivi formativi del corso sono: conoscenza dei metodi fondamentali di supporto alle decisioni; abilità nell’uso di alcuni di tali metodi per strutturare e guidare i processi decisionali e gestionali; capacità di cogliere le diverse dimensioni della complessità in modo da arrivare a decisioni ben fondate.
    • Economia dello sviluppo (6 cfu)

      • Il corso si propone di esaminare le caratteristiche del processo di sviluppo che ha caratterizzato l'economia mondiale negli ultimi due secoli e di illustrare le principali teorie economiche che mirano a spiegare tale processo e le sue prospettive di lungo periodo. Più specificamente, verranno presentate le elaborazioni teoriche "classiche (Malthus e Ricardo), keynesiane (Domar e Harrod), della sintesi neoclassica (Solow) e le più recenti teorie dello sviluppo, che evidenziano il ruolo dell'accumulazione di capitale umano e della tecnologia nella crescita dei diversi sistemi economici. Particolare attenzione sarà dedicata ai problemi della povertà e delle disuguaglianze nella distribuzione del reddito e della ricchezza, sia all'interno dei singoli sistemi economici, sia a livello dell'economia mondiale. In questo contesto verranno esaminati e discussi il tema della "convergenza" fra sistemi economici e quello delle possibili "trappole della povertà".
  • 6 cfu a scelta nel gruppo GR8

    • Demografia e antropologia
    • Demografia (6 cfu)

      • Il corso si propone di fornire gli strumenti concettuali, di misura e di interpretazione delle principali trasformazioni demografiche e economico-sociali della popolazione nel mondo globale Saranno presi in esame: definizione di popolazione e di fenomeni demografici, le fonti statistiche, concetti e strumenti di analisi, analisi elementare dei fenomeni demografici, la tavola di mortalità, l’analisi della fecondità, mobilità e migrazioni, previsioni demografiche, tendenze attuali in Italia, fin Europa e nel mondo la formazione della famiglia e relazioni di coppia, il comportamento riproduttivo, sopravvivenza e salute,i movimenti migratori.
    • Antropologia culturale A (6 cfu)

      • Il corso rappresenta una introduzione alle discipline demoetnoantropologiche. Saranno ripercorsi alcuni momenti della storia degli studi dal tardo Ottocento ad oggi, soffermandosi sull'emergere del concetto antropologico di cultura, sui dibattiti riguardanti il relativismo etico e cognitivo, sullo sviluppo delle metodologie di ricerca sul campo e su alcuni principali indirizzi teorici. Si prenderanno poi in esame aspetti e problemi dell'antropologia del contemporaneo, in particolare i temi della globalizzazione, della cultura popolare e del consumo di massa, della violenza, della salute e della malattia, delle culture urbane, dell'economia e del dono.
  • Prova di laurea (3 cfu)

  • Abilità relazionali di base - Laboratorio (3 cfu)

    • Preparazione alle attività di tirocinio
  • Aggressività ed Approcci alla Riconciliazione (12 cfu)

    • Principi di Mediazione e Conciliazione - Acquisizione da un lato delle competenze conoscitive di psicologia sociale funzionali alle attività di mediazione ed essenziali per il successivo apprendimento di competenze teoriche e tecnico-operative specifiche, e dall'altro degli strumenti fondamentali per la mediazione e la conciliazione.
      Basi biologiche del comportamento aggressivo e di riconciliazione - Fornire gli strumenti per la comprensione delle recenti acquisizioni delle neuroscienze sul funzionamento cerebrale con particolare riferimento alle funzioni cognitive, emozionali e motivazionali. L'apertura  alla comprensione delle complesse interazioni tra reti neuronali, coinvolte nei differenti aspetti delle vita mentale, verrà finalizzata allo sviluppo di una migliore consapevolezza utile nella gestione e trasformazione dei conflitti.
  • Stages e tirocini (6 cfu)

    • Stages
  • 6 cfu a scelta nel gruppo GR2

    • Approfondimenti culturali e strumenti
    • Filosofia della pace (6 cfu)

      • Il corso percorrendo alcune tappe rilevanti nella storia della tradizione culturale europea prenderà in esame la concezione della pace nel mondo antico, seguendo il passaggio dalla koiné eirene greca, alla pax romana e alla pax christiana. Esaminata la posizione della Chiesa dei primi secoli rispetto al tema della guerra e della vita militare, saranno successivamente considerate le posizioni di Agostino, Tommaso, dei teologi domenicani della Scuola di Salamanca alle prese con le problematiche aperte dalla conquista del Nuovo Mondo e dal conflitto con i turchi, per passare poi ad esaminare l’eredità e lo sviluppo dell’umanesimo in Erasmo e la sua posizione nei confronti della guerra alla luce della sua peculiare philosophia Christi.
    • Risorse e Pace (6 cfu)

      • Lo sviluppo sostenibile per far fronte ai limiti delle risorse naturali. La Pace come condizione dello sviluppo sostenibile, e viceversa. Concetti e strumenti del "modello" Sviluppo sostenibile elaborato dall'ONU. Risorse energetiche, sostenibilità e conflitti. Analisi del problema della fame e della malnutrizione (per difetto e per eccesso) nelle diverse aree geografiche del globo e conseguenze etiche, sociali, economiche e politiche. Studio dell’idrosfera, valutazione dell’importanza della risorsa idrica, della sua ineguale distribuzione nel mondo, esempi di conflitti connessi all'acqua.
    • Teorie giuridiche e politiche e Diritti umani (6 cfu)

      • Comprensione del fenomeno giuridico e politico da un punto di vista teorico-concettuale. Concetto e definizione del diritto, principali concezioni del diritto, teoria della norma, teoria dell’ordinamento, validità ed efficacia, interpretazione, semiotica giuridica, epistemologia giuridica; concetto di stato e forme della politica, stato di diritto e stato di giustizia, garantismo, autoritarismo, democrazia, relazioni fra stato e diritto, costituzionalismo, teorie della giustizia. Affermazione successiva delle diverse generazioni dei diritti umani; l’ampliamento del loro contenuto. Universalità e carattere storicamente determinato dei diritti. Il loro emergere a livello internazionale.
    • Diritto dei Beni Comuni (6 cfu)

      • Il corso ha per oggetto lo studio della problematica dei beni in relazione ai diritti fondamentali della persona, al fine di verificare se le classificazioni tradizionali dei beni (pubblici e privati) e i rispettivi regimi di appartenenza (proprietà pubblica, proprietà privata) siano adeguati rispetto alle complessità sintetizzate nella formula “beni comuni”, di cui occorre approfondire la consistenza giuridica anche al fine della individuazione delle regole di governo
  • 12 cfu a scelta nel gruppo GR1 -

    • esami non ancora sostenuti tra quelli presenti nel regolamento e/o tirocinio aggiuntivo (per non piu' di 6 cfu)
  • 18 cfu a scelta nel gruppo GR6

    • Geografia e informatica
    • Sociologia dell'ambiente e del territorio (6 cfu)

      • Il corso esplora le interazioni fra...

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto