Stage Voicecraft Evts Level One

Associazione Voicecraft Itaia - Sede di Cremona
A Cremona

220 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Cremona
  • 14 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Della durata di due giorni dalle 10 alle 17, consente di iniziare il percorso tecnico del metodo Voicecraft e di avere un'attestazione di frequenza con validità internazionale anche al fine del rilascio della licenza artistica o didattica.
Rivolto a: Adatto a chiunque usi la voce in modo professionale. Una premessa a qualunque scelta stilistica (di arte e di genere).

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Cremona
via Bizzarra, 5A 26100 Cremona, 26100, Cremona, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessuno

Programma

  • Conoscenza approfondita dello strumento vocale.
  • Esercizi e percorsi tecnici personalizzati.
  • Prevenzione della salute vocale.
  • Insegnamento di tutti i colori vocali: Speech, Falsetto, Cry, Sob, Twang, Opera, Belting.
I nostri insegnanti sono ben coscienti che la tecnica vocale è solo il primo passo della didattica vocale, Ecco perchè non si limitano a restare solo nell’ambito tecnico ma, attraverso corsi di aggiornamento e confronti con altre metodologie, cercano di spaziare e coprire le diverse necessità artistiche. Per questo motivo il corso di Voicecraft EVTSTM è solo una delle proposte e tutte le discipline occupano il giusto spazio nei nostri percorsi didattici che vengono realizzati sempre sulla persona a seconda delle esigenze e delle differenti inclinazioni.
METODO VOICECRAFT E.V.T.S.TM
Dopo vent’anni di ricerche scientifiche in cui Jo Estill ha cercato una connessione tra quello che la medicina conosce e ormai ha ben assodato dello strumento vocale e la produzione di un suono “artistico” o meglio necessario ad una qualunque performance vocale, ne è scaturito un metodo di tecnica vocale completo con il quale si impara a conoscere lo strumento e a controllarlo in ogni sua singola parte esclusivamente al fine di poter produrre tutti i possibili timbri che la nostra voce può produrre e che ci servono per poter liberamente esprimere le nostre emozioni quando cantiamo, recitiamo, doppiamo, etc.
Questo significa che il metodo Voicecraft è una premessa necessaria allo studio di qualunque arte vocale, in quanto rende coscienti di come far funzionare al meglio il proprio strumento e, da una parte evitare di utilizzarlo in modo errato e dall’altra di scoprire tutte le sue potenzialità. (se imparo solo un tipo di vocalità, sarà limitato ad usare sempre lo stesso tipo di voce perdendo la possibilità di interpretare al meglio i diversi generi vocali).
LE FIGURE OBBLIGATORIE
VoiceCraft con “Figure Obbligatorie” è un programma innovativo di insegnamento per l’addestramento della voce.
Che cosa sono le “Figure Obbligatorie”?
Il concetto di figura obbligatoria è comune tra pattinatori, ginnasti ed altri atleti. Per i pattinatori, l’applicazione delle figure d’apprendimento porta alla padronanza dei movimenti di base. In seguito, il pattinatore può includere un certo numero di queste figure basilari in un programma artistico creativo libero, durante il quale pattina, coreografando la musica. Leggi tutto …
Prima dell’esibizione si possono praticare esercizi di concentrazione.
Come nell’atletica, l’addestramento della voce si può dividere in tre aree di competenza:
Abilità meccanica
Intuito Artistico
“Magia” dell’esecuzione
Abilità, arte, magia….ciascuna con i suoi peculiari criteri d’eccellenza.
Lo studio delle figure obbligatorie per la voce si occupa solo della prima parte di questo addestramento, la meccanica fondamentale.
Il controllo indipendente di 11 strutture può essere studiato in un semestre scolastico o in un corso intensivo di 7 giorni.
Perché “Figure Obbligatorie” per la voce?
Le figure obbligatorie sono sicuramente utili anche per i professionisti della voce. I simboli a sinistra rappresentano 11 parti anatomiche che possono essere esercitate indipendentemente.
In teoria, ogni qualvolta viene modificata una certa struttura del meccanismo vocale si ottiene una differenza di suono o di qualità. Il numero di qualità che ognuno può generare dipende dal numero di strutture che riesce a controllare.
Il controllo è espresso dall’abilità di muovere ciascuna struttura in una delle due posizioni possibili come: alto/basso, aperto/chiuso, rilassato/attivo, ecc.
Ciascun esercizio binario costituisce una figura obbligatoria e viene eseguita senza l’ausilio di un pianoforte o della musica

Ulteriori informazioni

Stage: 24 - 25 gennaio 2009
Alunni per classe: 15

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto