Teatro Base, Medio e Avanzato

Scuola di Arti Espressive Sponte
A Seregno

500 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Seminario
  • Livello avanzato
  • Seregno
  • Durata:
    32 Settimane
Descrizione

Obiettivo del corso: L'approccio al testo, la scrittura teatrale, la creazione e la messa in scena di uno spettacolo, l'uso della voce a teatro, il corpo, il rapporto con gli altri attori all'interno della scena e soprattutto lo studio che c'è dietro la realizzazione di un'opera teatrale, faranno scoprire ai partecipanti la propria vocazione al teatro o più semplicemente il piacere di vivere un'esperienza unica.
Rivolto a: Il corso è rivolto a tutti: a chi non ha mai messo piede su un palcoscenico e a chi ha già avuto qualche esperienza. Il corso annuale è rivolto a chi vuole conoscere il teatro dai primi elementi della recitazione alla formazione dell'attore, dal lavoro sulla drammaturgia alla costruzione di uno spettacolo.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Seregno
via Milano,8, 20038, Monza e Brianza, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

nessuno

Professori

Alessandro Solfrizzo
Alessandro Solfrizzo
Docente di teatro

Programma

Corso di Teatro

Il centro culturale Sponte di Seregno (Monza Brianza), propone lezioni di Teatro per l'anno accademico 2010 - 2011.

In base al vostro livello potrete scegliere tra: Teatro I (Base) - Teatro II (medio) - Teatro III (avanzato)

Teatro I
E' un corso propedeutico in cui chi non ha mai fatto teatro può intraprendere un percorso di crescita personale, di potenziamento delle capacità espressive e relazionali. Le tematiche del corso vertono principalmente sull'espressione corporea, sull'uso della voce, sulla creazione del personaggio e sulle tecniche di improvvisazione.

Nel corso dell'anno sono previste diverse uscite a teatro.
Alla fine del corso sarà possibile la presentazione di una lezione aperta al pubblico.
Teatro II
Un corso interamente dedicato alla realizzazione di uno spettacolo.
La composizione del gruppo, la scelta del testo da rappresentare, l'assegnazione delle parti ed il gioco sempre più serio delle prove che prosegue fino alla sospirata prima in un vorticoso crescendo di costumi, musiche, scenografie, trucchi e parrucche, prove luci e... in scena: il sipario lentamente si schiude, ha inizio la magia! La metodologia si basa su un approccio esperienziale, in cui la riflessione teorica nasce dall'incontro con le proprie potenzialità e i propri limiti.
Nel corso delle lezioni, il lavoro si svolgerà utilizzando la risorsa gruppo come contenitore ideale delle capacità e della creatività di ognuno e come ambito di fiducia in cui ci si senta nella condizione di poter liberare la propria espressività. L'improvvisazione e le principali tecniche attoriali verranno utilizzate per costruire scene e dialoghi.

L'atmosfera ludica e la possibilità di identificarsi nel proprio gruppo rendono piacevole e stimolante questa avventura creativa, il cui obiettivo è formare una vera compagnia teatrale degli allievi. Creare una compagnia teatrale significa, per noi della SdAE, offrire occasioni di spettacolo e formazione teatrale, ma anche una reale possibilità di socialità e amicizia. Per questo Sponte mette a disposizione il proprio spazio, in orari sia diurni che serali, per momenti di incontro tra gli allievi anche al di fuori delle ore di laboratorio.
Teatro III
Il corso di teatro si articola in tre moduli, ciascuno dei quali affronta una peculiare declinazione della complessa grammatica del mondo del teatro.
Improvvisazione
L'improvvisazione è il cuore pulsante della creatività.
Per questo lavorare con l'improvvisazione significa soprattutto avere la possibilità di mettere in gioco al massimo grado le proprie capacità, i propri valori e i propri talenti comunicativi trovando e creando uno spazio di espressione al di fuori degli schemi e del già detto. Durante il corso si avrà modo di lavorare su se stessi e sugli altri grazie ad un approccio metodologico che consentirà di affrontare e fare propri, secondo le peculiari inclinazioni e preferenze di ognuno, gli aspetti fondamentali della creazione del personaggio, dell'interpretazione, dell'utilizzo ed espressione della tensione drammatica e del movimento del corpo e dei corpi nello spazio. Si lavorerà con i più vari costumi, accessori ed oggetti.
Si potrà partire da celebri scene di film, da testi drammatici e comici e dall'idea di ciascuno per arrivare fin dove ci spingerà la creatività. Attraverso l'osservazione delle improvvisazioni si potrà essere selezionati per gli spettacoli e i film. Regia

Il mestiere di regista
Il compito del regista è quello di saper armonizzare in un perfetto equilibrio tecnico-artistico le diverse anime del gruppo infondendo quell'entusiasmo necessario a raccogliere in maniera feconda i singoli apporti convogliandoli in una prospettiva creativa più ampia di quella individuale. Al fine di aiutare lo sviluppo armonico di queste fondamentali abilità non solo percorreremo la tradizione imparando a conoscere il linguaggio espressivo e il pensiero di grandi registi del cinema e del teatro, ma lavoreremo all'interno di un vero e proprio gruppo di produzione, che seguirà il percorso creativo dalla genesi alla compiutezza, dall'idea al lavoro con gli attori e i tecnici.

Regia teatrale
Nel modulo di regia teatrale sarà favorito e valorizzato il confronto costante tra il regista e gli attori per arrivare all'elaborazione delle scene e delle situazioni drammatiche come risultato di uno scambio pluridirezionale. In questa ottica di condivisione del processo creativo scompare la figura del drammaturgo inteso tradizionalmente come colui che porta un testo che gli attori avranno il compito di interpretare diretti dal regista... Il punto di partenza, infatti, non è più il testo, ma l'IDEA sviluppata nel dialogo con il gruppo di lavoro, concretizzata anche attraverso l'improvvisazione, ideale anello di congiunzione in quel processo creativo che conduce dalle situazioni drammatiche alle scene. Il percorso compiuto si esprimerà, al termine delle lezioni, in un saggio-spettacolo con la possibilità, per quelli più interessanti, di entrare nella programmazione di Sponte e di venire ospitati come spettacoli fissi. Per le prove saranno messi gratuitamente a disposizione in orari sia diurni che serali spazi e attrezzature tecniche.

Regia cinematografica
Il modulo accompagnerà ciascun allievo nell'esplorazione dell'intero arco delle competenze necessarie al regista cinematografico e nella pratica delle sue mansioni fondamentali. Si seguirà lo sviluppo dell'idea dalla genesi alle diverse tecniche di realizzazione dello storyboard, fino alla scrittura della sceneggiatura vera e propria. Si valorizzeranno il confronto e la collaborazione con il gruppo attoriale, in particolare per quanto riguarda la costruzione dei dialoghi favorendo in questo modo una interazione tra la fase di scrittura della sceneggiatura e la dimensione dell'improvvisazione e dello spunto vivo, tale da conferire spontaneità alle forme del recitato. Dal punto di vista tecnico ci si approprierà delle nozioni fondamentali di fotografia cinematografica e videoripresa, facendo pratica nell'uso delle principali e più comuni strumentazioni di illuminazione e sonorizzazione. Al termine delle lezioni sarà possibile realizzare un festival con la proiezione delle opere filmiche realizzate durante il corso.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto