Tecniche Dell'Ambiente e del Territorio

Università degli Studi di Chieti e Pescara Gabriele d'Annunzio
A Chieti

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Chieti
Descrizione

Obiettivo del corso: Il corso di laurea è finalizzato alla formazione di una nuova figura di “tecnico del territorio”, chiamato a svolgere attività professionale presso le istituzioni, gli enti pubblici e gli studi privati operanti nella gestione dei processi di trasformazione dell’ambiente fisico ed antropizzato.
Rivolto a: I laureati potranno esercitare la propria attività liberamente oppure presso le istituzioni, gli enti pubblici e privati negli ambiti professionali inerenti le seguenti tematiche: analisi e rilievi geologici del territorio; progettazione, direzione lavori e sicurezza di interventi semplici sul contesto insediativo.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Chieti
via dei Vestini, 31 , 66100, Chieti, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale o altro titolo di studio conseguito all'estero

Programma

Domanda di formazione

In un contesto caratterizzato da forti cambiamenti dei modi di governo del territorio, dell’organizzazione dell’attività urbanistica, e da un peso crescente degli interventi di tutela ambientale, si intende formare tecnici di adeguato livello, che abbiano acquisito la conoscenza dei processi dinamici del territorio e delle metodiche da utilizzare nelle situazioni specifiche; essi, quindi, devono essere in grado di collaborare alla predisposizione degli strumenti di pianificazione e governo del territorio, raccogliendo ed analizzando dati per un’ampia gamma di tematiche. La capacità professionale specifica consiste, pertanto, nella comprensione della complessa problematica territoriale e degli strumenti idonei ad affrontarla al fine di governarne lo sviluppo sostenibile.
Nel percorso formativo proposto, accanto agli indispensabili insegnamenti fondamentali viene dato risalto a quelli tecnico-scientifici che riguardano le conoscenze di base dell’ambiente, del territorio e delle costruzioni, con particolare riguardo alle discipline che trattano la raccolta dei dati con tecniche innovative e che consentono molteplici applicazioni a tutte le scale, dalla geologia alla pianificazione territoriale, all’edilizia e urbanistica, alla valutazione ambientale e strategica, al recupero urbano.
Il laureato sarà capace di comprendere e interpretare la realtà del territorio, nei suoi aspetti sia fisici che funzionali, e le ragioni delle trasformazioni avvenute e di quelle prospettate dagli interventi in corso.
Egli dovrà acquisire consapevolezza degli strumenti impiegabili per analizzare il territorio nei suoi essenziali aspetti, allo scopo di fornire un contributo anche alla gestione e costruzione di sistemi informativi territoriali finalizzati alle diverse domande. Sarà nelle condizioni di comunicare efficacemente in forma scritta e orale in una lingua della Comunità europea, oltre l’italiano.

Obiettivi formativi

Il corso di laurea è finalizzato alla formazione di una nuova figura di “tecnico del territorio”, chiamato a svolgere attività professionale presso le istituzioni, gli enti pubblici e gli studi privati operanti nella gestione dei processi di trasformazione dell’ambiente fisico ed antropizzato. Il target del corso è focalizzato sui concetti di “rischio” connesso agli usi impropri del suolo e di “sostenibilità” dello sviluppo del territorio.

  • I contenuti fondamentali del corso sono indirizzati a fornire le conoscenze e gli strumenti per:

  • analizzare le forme e le relazioni funzionali dell’ambiente fisico e dei suoi processi evolutivi;

  • individuare e risolvere problematiche connesse ai rischi derivanti da fenomeni naturali ed antropici connessi all’uso del territorio;

  • valutare gli effetti e gli impatti degli interventi sul contesto insediativo, ambientale e paesaggistico;

  • intervenire con la progettazione di interventi semplici sul contesto insediativo;

  • collaborare alla gestione dei processi di trasformazione complessa del territorio.

    Profilo scientifico-professionale del corso

    Analisi e interpretazione dei fenomeni ambientali e territoriali

    Misurazione dei fenomeni e delle trasformazioni

    Monitoraggio degli impatti e degli effetti

    Pianificazione delle politiche e degli interventi

    Progettazione alle diverse scale

    Gestione dei processi di trasformazione

    Inoltre il laureato dovrà avere capacità di comunicare in forma scritta e orale almeno in una lingua della Comunità oltre l’Italiano.

    Sbocchi professionali
    I laureati potranno esercitare la propria attività liberamente oppure presso le istituzioni, gli enti pubblici e privati negli ambiti professionali inerenti le seguenti tematiche:

  • analisi e rilievi geologici del territorio;

  • progettazione, direzione lavori e sicurezza di interventi semplici sul contesto insediativo, per costruzioni rurali, industriali, agricoli e civili;
    consulenze, stime, misure e divisioni di entità immobiliari;

  • rilievi topografici; elaborazioni geo-cartografiche; sistemi informativi territoriali; attività di perito comunale.

    Gli ambiti occupazionali previsti sono sostanzialmente quelli di pertinenza di una figura professionale che si collochi, ad un elevato livello tecnico-professionale, con una valenza universitaria di primo livello, specie nell’ambito dell’area culturale relativa a Tecnici laureati previsti dalla vigente normativa: Geometra, Agrotecnico, Perito agrario, Perito industriale, di cui all’art. 55 del DPR 328 del 5/06/2001
    Percorsi formativi:
    Al terzo anno è prevista l’attivazione dei seguenti percorsi formativi a scelta dello studente attraverso laboratori di indirizzo specialistico:

  • Pianificazione e Gestione del Rischio

    1. rischio sismico
    2. rischio idrogeologico
    3. rischio ambientale
    4. rischio paesaggistico
    5. rischio tecnologico

  • Valutazione Ambientale e Territoriale

    1. valutazione di impatto ambientale
    2. valutazione ambientale strategica
    3. valutazione di incidenza ambientale
    4. valutazione degli effetti territoriali

  • Gestione Urbana e Territoriale

    1. gestione delle trasformazioni territoriali
    2. manutenzione del territorio
    3. istruttoria degli strumenti di piano
    4. catasto e censimento delle risorse

    Prova finale per il conseguimento del titolo
    Discussione di un elaborato, o di una relazione tecnica, anche in forma di portfolio che documenti quanto prodotto nel corso di studio. Per tale attività, se di natura sperimentale, si conferisce titolo valido ai fini dell’accesso agli Esami di Stato in conformità all’art. 55 del D.P.R. n.328 del 5/06/2001.

    Obbligo di frequenza
    Gli studenti hanno l’obbligo di frequenza degli insegnamenti e dei laboratori. La frequenza è accertata dal docente responsabile.

    Propedeuticità
    Per gli insegnamenti su più annualità non si può sostenere l’esame relativo alla disciplina successiva se non si è superato l’esame relativo alla precedente.

    Prova d’esame.
    L’accertamento dei crediti sarà verificato mediante prova d’esame orale e/o scritta o mediante altre verifiche interne agli insegnamenti e ai laboratori.

    Tirocinio
    Le attività di tirocinio sono svolte presso strutture pubbliche o private convenzionate con la facoltà di architettura. Prima dell’inizio dell’attività di tirocinio deve essere definito il progetto formativo che sarà concordato con la commissione tirocinio e controfirmato dal tutor della struttura pubblica/privata.I moduli per le nuove convenzioni con le strutture pubbliche/private e quelli per la definizione dei progetti formativi si possono ritirare presso l’ufficio del manager didattico.

  • Confronta questo corso con altri simili
    Leggi tutto