Training Autogeno in Medicina

Poliambulatorio Fisiomedica - Direttore Sanitario (dott. Pier Ezio Barbui) p. IVA (03455180277)
A Mestre

301-500
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Livello base
  • Mestre
  • 16 ore di lezione
  • Durata:
    8 Settimane
  • Quando:
    Da definire
Descrizione

Il TA è una tecnica di rilassamento non suggestiva(Luthe 1969) quindi non utilizza tecniche ipnotiche o pseudo-ipnotiche, non mira a “convincere” la persona a sentirsi bene; è basata, semplificando, sull’allenamento all’ascolto delle sensazioni fisiche.

Permette la riemersione di meccanismi fisiologici di rilassamento muscolare e dei sistemi di recupero di energie dell’organismo (sistema parasimpatico) allenando l’organismo a passare fluidamente da uno stato di allerta e di attenzione al mondo esterno (attivazione sistema simpatico) ad uno di quiete e di attenzione al corpo.
Tale assetto psico-fisico promuove una migliore gestione della propria emotività e delle proprie risorse, una riduzione della muscolo-tensione e delle alterazioni fisiche secondarie alla prevalenza del sistema simpatico.

Il corso si articola in 8 incontri settimanali, della durata di circa 1,5 ore, in gruppi di 5-10 persone, durante i quali viene insegnatala tecnica del TA.

Per esigenze specifiche è possibile anche lo svolgimento di corsi individuali.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario
Da definire
Mestre
via Torre Belfredo 125, 30174, Venezia, Italia
Visualizza mappa
Il prossimo corso inizierà tra settembre e ottobre 2016

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

- fornire una tecnica che renda la persona quanto possibile indipendente, autonoma ed attiva in breve tempo nei confronti della propria stessa malattia - ridurre l’intensità, la frequenza e la disabilità conseguente dei disturbi medici suddetti - ridurre l’impatto psicologico che invariabilmente accompagna tali disturbi - questa tecnica stimola la componente cognitiva, quindi può migliorare le funzioni cerebrali di memoria, concentrazione, consapevolezza

· A chi è diretto?

Questa tecnica è stata ampiamente sperimentata dimostrandone l’efficacia in moltissimi disturbi fisici, specie in quelli in cui la tensione muscolare e lo stress hanno un ruolo importante. Il TA è pertanto indicato a complemento e supporto delle terapie mediche in un vasto spettro di problematiche, quali, a titolo esemplificativo: Cefalea ed emicrania Radicolopatie e patologie dolorose del rachide Sindromi vertiginose croniche Sindromi dolorose croniche Disturbi del sonno Ipertensione arteriosa Disordini gastro-intestinali Recupero post operatorio (es. problemi cardiaci, problematiche oncologiche) È inoltre un efficace complemento nel trattamento disagi psicologici quali ansia, depressione, crisi di panico, ansia da prestazione. Il TA può (deve) essere svolto più volte al giorno, occupa anche solo pochi minuti, non necessita, una volta appreso, di nessun operatore, né di nessuna attrezzatura, non richiede una preparazione culturale o fisica specifica. E’ una tecnica perfettamente adattata per un approccio medico: può essere insegnato a tutte le età, non vi sono condizioni fisiche che la controindichino o la rendano non eseguibile.

· Requisiti

Prima di iniziare il corso, viene svolto un colloquio individuale per valutare le motivazioni e per raccogliere i dati relativi al benessere psico-fisico tramite questionari che vengono poi ripetuti in un incontro individuale a 2 mesi di distanza per valutare l’efficacia a lungo termine, per personalizzare la tecnica e il planning terapeutico individuale.

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Questo corso di Training Autogeno è stato pensato in particolar modo per persone con problematiche mediche e di dolore cronico/persistente.

· Su quali principi si basa il Training Autogeno?

Tramite l'allenamento all'ascolto delle sensazioni fisiche il TA permette la riemersione di meccanismi fisiologici di rilassamento muscolare e dei sistemi di recupero di energie dell'organismo (sistema parasimpatico) allenando l'organismo a passare fluidamente da uno stato di allerta e di attenzione al mondo esterno (attivazione sistema simpatico) ad uno di quiete e di attenzione al corpo. Tale assetto psico-fisico promuove una migliore gestione della propria emotività e delle proprie risorse, una riduzione della muscolo-tensione e delle alterazioni fisiche secondarie alla prevalenza del sistema simpatico.

· C'è bisogno di mettersi in tuta o di avere attrezzature particolari?

No: il corso si svolge da seduti e non implica alcun tipo di movimento o esercizio fisico particolare, pertanto si può essere vestiti normalmente. Non necessita, una volta appreso, di nessun operatore, né di nessuna attrezzatura, non richiede una preparazione culturale o fisica specifica. E' una tecnica perfettamente adattata per un approccio medico: può essere insegnato a tutte le età, non vi sono condizioni fisiche che la controindichino o la rendano non eseguibile.

· Può curare i problemi medici?

Il Training Autogeno non può essere considerato un sostituto delle cure mediche. Per molte patologie però può aiutare a ridurne l'intensità, la frequenza e la disabilità conseguente, può diminuire la necessità di trattamento farmacologico, può infine alleviare l'impatto psicologico che invariabilmente accompagna tali disturbi, fornendo una tecnica che rende la persona quanto possibile indipendente, autonoma ed attiva in breve tempo nei confronti della propria stessa malattia.

· Se si perde una lezione cosa succede?

La frequenza regolare del corso, così come quella degli esercizi da fare a casa, è fondamentale per l'efficacia del corso stesso. E' quindi nell'interesse dei partecipanti non mancare alle lezioni. Le eventuali assenze vanno comunicate con anticipo alla conduttrice. Nel caso siano previsti corsi paralleli sarà data la possibilità di partecipare al corso omologo di fascia oraria differente. Altrimenti andranno presi accordi specifici con la conduttrice sull'eventuale modalità di recupero.

· Quanto tempo bisogna dedicare agli esercizi?

Non c'è un'indicazione specifica rispetto a quanto tempo dedicare a ciascun esercizio, ognuno può sentirsi libero di farlo anche per pochi secondi o per svariati minuti. Più importante è quante volte al giorno lo si fa e il minimo è tre volte al giorno. E' quindi possibile per chiunque inserirlo nella propria routine quotidiana.

Cosa impari in questo corso?

Autoconsapevolezza
Gestione del dolore
Gestione dello stress

Professori

Chiara Da Ronch
Chiara Da Ronch
Psicologa - Psicoterapeuta

Conduce corsi di Training Autogeno in ambito medico e svolge ricerca in tale settore da molti anni. Dottorato di Ricerca (Università degli Studi di Ferrara) Già docente incaricata di insegnamento presso l'Università degli Studi di Ferrara. Autrice di vari lavori in ambito scientifico internazionale, e in particolare sull'efficacia del Training Autogeno. Socio Ordinario ICSAT - Italian Committee for the Study of Autogenic Therapy and Autogenic Training Socio Ricercatore, Direttore didattico e Direttore per le relazioni esterne dell'AIRDA www.airda.it

Programma

Il corso ha come argomento principale l’insegnamento dei 6 esercizi standard del Training Autogeno Somatico (Schultz). Grande importanza viene data all’allenamento e allo svolgimento degli esercizi a casa, nonché alla condivisione delle esperienze in gruppo.

Durante il corso viene fornita anche un’introduzione teorica riguardante alcuni recenti sviluppi in ambito neurobiologico: il concetto di plasticità neuronale e la neurogenesi, come queste possono portare ad aumentare le nostre potenzialità ma anche a instaurare circoli viziosi (es dolore cronico/persistente).

Vengono inoltre forniti concetti inerenti i meccanismi del dolore (nocicettivo, cronico/persistente), nozioni elementari di Analisi Transazionale, fondamenti di promozione della salute, il rapporto tra sistema simpatico e parasimpatico nella gestione dello stress.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto