La tutela e la valorizzazione dei beni culturali

Ceida - Centro Italiano di Direzione Aziendale
A Roma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Concorsi pubblici
  • Roma
Descrizione

Il centro presenta a continuazione il programma pensato per migliorare le tue competenze e permetterti di realizzare gli obiettivi stabiliti. Nel corso della formazione si alterneranno differenti moduli che ti permetteranno di acquisire le conoscenze sulle differenti tematiche proposte. Inscriviti per poter accedere alle seguenti materie.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario

Roma
Via Palestro, 24 , 00185, Roma, Italia
Visualizza mappa

Cosa impari in questo corso?

Beni culturali
Operatore socio culturale

Programma

PROGRAMMA
1. La tutela e la valorizzazione dei beni culturali.- I beni culturali. Nozione e inquadramento. Il codice civile e i beni culturali. La Costituzione e i beni culturali. Gli atti internazionali e il patrimonio culturale: i siti del patrimonio mondiale UNESCO. Il riparto di competenze tra Stato e Autonomie dopo la riforma del Titolo V. L’indirizzo della Corte costituzionale e del giudice amministrativo sui temi del riparto di competenze. L’impatto del d.l.vo 42/04 e s.m.i. (Codice dei beni culturali e del paesaggio) sino ai più recenti interventi normativi. Le questioni più attuali poste all’attenzione degli operatori del settore.
La tutela dei beni culturali. Patrimonio culturale pubblico e patrimonio culturale privato. L’organizzazione e i poteri del MiBACT per la tutela dei beni culturali. Le misure per fronteggiare situazioni più gravi. Il caso Pompei. Le varie forme di contribuzione per la conservazione dei beni culturali in mano privata. Le questioni più attuali e le criticità. La tutela di aree circostanti beni culturali. La gestione delle aree. Le competenze. La lotta contro le varie forme di abusivismo. Beni culturali e lavori pubblici. Cenni alla disciplina.
La valorizzazione e la gestione dei beni culturali. La valorizzazione del patrimonio culturale statale. Il ruolo centrale della cooperazione interistituzionale. Le varie forme di accordo per la valorizzazione e per la gestione. Il ruolo delle centrali d’acquisto: la Consip e gli acquisti centralizzati di servizi culturali nelle linee guida MiBACT 23/2/2015. La valorizzazione del patrimonio culturale degli enti territoriali e degli altri enti pubblici. Le forme di valorizzazione e gestione. La gestione diretta. Vantaggi e criticità. La gestione indiretta. Le forme di esternalizzazione. La concessione. Il ruolo della sponsorizzazione. Casi concreti di sponsorizzazione. Le criticità nella fase di affidamento e di esecuzione. Esempi e casi di studio. Gli ambiti per l’affidamento di servizi in appalto. La gestione di servizi cd. aggiuntivi. Best practicenella gestione di beni culturali. Disamina di casi concreti desunti dalla giurisprudenza e dalla prassi amministrativa.
2. La progettazione, realizzazione e gestione di interventi su beni del patrimonio culturale.- Premesse d’inquadramento. La ricognizione dei beni culturali. La disciplina dell’art. 29, d.l.vo 42/04 e s.m.i. L’impatto della disciplina del d.l.vo 163/06 e s.m.i. La programmazione degli interventi conservativi. Le tipologie di lavori su beni culturali. Lavori pubblici che intercettano beni culturali: la verifica preventiva di interesse archeologico ex art. 96 d.l.vo 163/06 e s.m.i. La procedura. Le criticità. Riferimento a casi concreti e case law.
La progettazione degli interventi su beni culturali. I finanziamenti dei progetti. Il ruolo di Arcus S.p.A. nella progettazione di interventi su beni culturali. Le fasi della progettazione. Il progetto preliminare. Le schede tecniche. La centralità del progetto definitivo. Il progetto esecutivo. I casi in cui si può prescindere dalla redazione del progetto esecutivo. Il ruolo del piano di manutenzione. Le criticità. Tipologie speciali di progettazione su beni culturali. La progettazione dello scavo archeologico. La progettazione di lavori di impiantistica e per la sicurezza. La scelta dei progettisti. L’affidamento integrato della progettazione e dell’esecuzione. La verifica dei progetti.
La realizzazione degli inteventi. Le forme contrattuali. La scelta dell’esecutore. I vincoli normativi. La qualificazione dell’esecutore di interventi su beni culturali. I limiti dell’avvalimento. Analisi della disciplina nel d.l.vo 163/06 e nel d.P.R. 207/2010 e s.m.i. concernente interventi su beni culturali.

La gestione degli interventi. La fase di esecuzione dell’intervento. I poteri della Soprintendenza. La direzione tecnica dei lavori. Le figure professionali che intervengono nelle attività conservative di beni culturali. Peculiarità che si riscontrano nella gestione di interventi su beni culturali. L’aggiornamento del piano di manutenzione. Il consuntivo scientifico. Il collaudo: peculiarità dell’organo e delle funzioni rispetto alla disciplina generale. Best practice in fase di affidamento ed esecuzione degli interventi su beni culturali. Esame di un capitolato d’appalto relativo ad interventi su beni culturali.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto