Vedere Bene senza Occhiali

Associazione Culturale Oasi
A Torino

135 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Seminario
  • Torino
  • 14 ore di lezione
  • Durata:
    2 Settimane
Descrizione

Obiettivo del corso: La docente adotta un particolare metodo integrato che prevede l’adozione di pratiche che coinvolgono sia il livello oculare (le specifiche tecniche del Metodo del Dott. Bates) sia il livello fisico generale (automassaggi, rilassamento, postura, scioglimento della tensione di collo e spalle) e sia il livello mentale (memoria visiva, visualizzazione, attenzione e presenza). I seminari puntano all’ottenimento della consapevolezza visiva, lavorando su illusioni ottiche ed utilizzando varie tecniche olistiche utili al percorso, tra cui i Fiori di Bach.
Rivolto a: Tutti.

Informazione importanti

Documenti

Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Torino
Via Pinelli 23, 10100, Torino, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Nessuno

Opinioni

F

22/12/2009
Il meglio Il corso mi è piaciuto molto perchè farà parte del mio percorso di crescita personale. L'ho trovato importante anche per la rispondenza, la disponiobilità e la generosità dell'insegnante (Silvia Bodda) che è riuscita a far collegare la vista e l'utilizzo degli occhi con tutto il corpo e la mente dell'allievo. E' stata generosa e ci ha dato strumenti per continuare il percorso. Sto continuando ad utilizzare ciò che mi ha insegnato. Ottima la relazione qualità-prezzo.

Consiglieresti questo corso? Sí.

Cosa impari in questo corso?

Ridurre i difetti visivi
Sforzare meno la vista

Professori

Amalia Gorni
Amalia Gorni
Visual trainer

Programma

VEDERE BENE SENZA OCCHIALI
Seminari di consapevolezza visiva con il METODO BATES
Docente Amalia Gorni - Visual Trainer

Percorso di rieducazione e consapevolezza di visiva


METODO DOTT. WILLIAM BATES
Il Metodo Bates è una tecnica olistica che insegna ad utilizzare gli occhi e la mente in modo naturale, agisce sulla
corretta funzione visiva, per arrivare, nei casi in cui sia possibile, a vedere bene senza occhiali.
Gli occhiali e le lenti a contatto non sono una cura per i difetti visivi, sono solo una correzione, esattamente come le
stampelle non curano una gamba rotta.
Il dottor oculista William H. Bates visse negli Usa agli inizi del secolo scorso e non si accontentò di risolvere
provvisoriamente i difetti refrattivi dei suoi pazienti con un paio di occhiali (che lui paragonava alle stampelle). Con
spirito scientifico, curiosità e genialità osservò che molti dei problemi visivi derivano da sforzo e tensione, da ‘cattive
abitudini’ acquisite inconsapevolmente.
Mise quindi a punto un sistema (Visual Training, o Natural Vision Improvement) per e riapprendere consapevolmente
le corrette abitudini visive, attraverso rilassamento, movimento e centralizzazione visiva, lavorando anche sulla
memoria, sulla concentrazione e sull’immaginazione.
Nonostante la comprensibile grande opposizione da parte dell’industria ottica (si pensi ai produttori di lenti e occhiali,
ma anche alla chirurgia Laser, agli ottici...) che è riuscita quasi a bloccare la diffusione del metodo in molti paesi, il
Metodo Bates ha in Italia una discreta diffusione con simpatizzanti, educatori e promotori, tra ottici, optometristi e
oculisti.
Chi ci vede bene, usa la sua vista in modo rilassato e funzionale, ed è proprio questo che si apprende, in modo
semplice e naturale, in un seminario di Metodo Bates.
Il Metodo Bates non sostituisce le visite oculistiche che non vanno trascurate in caso di problemi visivi, ma sostiene il
lavoro dei propri occhi insegnando il rilassamento e la consapevolezza, per farli funzionare al meglio.

IL CORSO CONDOTTO DA AMALIA GORNI
La docente adotta un particolare metodo integrato che prevede l’adozione di pratiche che coinvolgono sia il livello
oculare (le specifiche tecniche del Metodo del Dott. Bates) sia il livello fisico generale (automassaggi, rilassamento,
postura, scioglimento della tensione di collo e spalle) e sia il livello mentale (memoria visiva, visualizzazione, attenzione
e presenza).
I seminari puntano all’ottenimento della consapevolezza visiva, lavorando su illusioni ottiche ed utilizzando varie
tecniche olistiche utili al percorso, tra cui i rimedi vibrazionali Fiori di Bach e Acque Tibetane Cristal Mantra.

Il percorso di consapevolezza visiva di Amalia Gorni è costituito da minimo 3 giornate full immersion da
frequentarsi possibilmente consecutivamente, secondo il calendario seguente e da scegliersi all’atto dell’iscrizione.
La partecipazione a giornate successive garantisce il consolidamento graduale dei miglioramenti raggiunti tramite il
rinforzo delle nozioni acquisite, la familiarizzazione con il metodo di rieducazione visiva e l’allenamento alla
consapevolezza visiva. I seminari di rieducazione visiva di Amalia Gorni a Topos si susseguono con cadenza regolare
ogni 3/4 settimane, ponendosi come riferimento sicuro e continuativo per coloro che desiderano abbandonare
definitivamente gli occhiali.