Fondazione Et Labora

Comunicazione, Comunicazione Non Verbale e Ascolto attivo

Fondazione Et Labora
A Firenze

300 
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Corso
Livello Livello base
Luogo Firenze
Ore di lezione 8h
Durata 1 Giorno
Inizio Scegli data
  • Corso
  • Livello base
  • Firenze
  • 8h
  • Durata:
    1 Giorno
  • Inizio:
    Scegli data
Descrizione

l corso si propone di potenziare le abilità comunicative, di ascolto e di interazione con l’altro nei diversi contesti sociali: sia nel privato sia in pubblico.

Il presente corso può essere completamente finanziato attraverso l’ Avviso pubblico per la concessione di voucher formativi individuali rivolti a giovani professionisti a valere sul POR FSE 2014-2020 http://giovanisi.it/2016/08/02/voucher-formativi-per-giovani-professionisti/.

Strutture (1)
Dove e quando
Inizio Luogo
Scegli data
Firenze
Via della Fonderia 51, 50142, Firenze, Italia
Visualizza mappa
Inizio Scegli data
Luogo
Firenze
Via della Fonderia 51, 50142, Firenze, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Contenuti: 1. Assiomi della comunicazione umana 2. La comunicazione NON VERBALE 3. Le emozioni e come decifrarle nell'altro 4. L'ascolto attivo: cosa ci siamo persi dell’altro?

· A chi è diretto?

Destinatari: chiunque voglia sviluppare le proprie capacità comunicative e di ascolto.

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

Rivolgersi a firenze@fondazioneetlabora.org per richiedere maggiori informazioni sul corso e sull’attivazione dei voucher per l’aggiornamento professionale.

Opinioni

0.0
Senza valutazione
Valutazione del corso
100%
Lo consiglia
4.7
eccellente
Valutazione del Centro

Opinioni sul corso

Non ci sono ancora opinioni su questo corso
* Opinioni raccolte da Emagister & iAgora

Cosa impari in questo corso?

Comunicazione
Abilità comunicative
Ascolto
Ascolto e linguaggio

Professori

Monica Gotti
Monica Gotti
Responsabile del corso

Programma

  • Udire, ascoltare e ascoltare attivamente: tre modalità diverse di entrare in relazione col mondo intorno a noi che richiedono livelli diversi di coinvolgimento. Ma mentre ci basta l’esperienza di mettere su un po’ di musica per comprendere la differenza fra udire e ascoltare, l’ascolto attivo ha delle caratteristiche particolari che richiedono di mettere in campo tutta la sensibilità, l’attenzione, la comprensione, l’intelligenza, l’empatia di cui siamo capaci.
  • Per la sua capacità di favorire l’apertura al dialogo, l’ascolto attivo è lo strumento principe della psicoterapia e, più in generale, delle relazioni d’aiuto. Tuttavia esso può diventare un alleato speciale anche nelle relazioni quotidiane di ognuno di noi, in quanto ci consente di stabilire un contatto autentico con l’altro e di avviare con lui un tipo di comunicazione più efficace e proficua.
  • Imparare ad ascoltare attivamente, infatti, ci rende capaci di
  • evitare errori molto comuni che contribuiscono a formare delle “barriere” nella comunicazione che portano a quelle facili incomprensioni di cui ognuno di noi ha esperienza;
  • diventare più sensibili e attenti al vissuto emotivo che accompagna ogni comunicazione e si esprime attraverso il linguaggio paraverbale e non verbale, consentendoci di andare oltre ciò che viene espresso con le parole;
  • padroneggiare la tecnica del rispecchiamento empatico che ci consente di comunicare all’altro la nostra presenza nella relazione e gli darà la netta sensazione di essere ascoltato e compreso.

Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto