course-premium

Developer 4.0

Tecnico superiore (ITS)

A Bari

Gratis

Chiama il centro

Hai bisogno di un coach per la formazione?

Ti aiuterà a confrontare vari corsi e trovare l'offerta formativa più conveniente.

Chiama il centro

Hai bisogno di un coach per la formazione?

Ti aiuterà a confrontare vari corsi e trovare l'offerta formativa più conveniente.

Il corso in Developer 4.0 che fa per te!

  • Tipologia

    ITS

  • Luogo

    Bari

  • Ore di lezione

    1800h

  • Durata

    2 Anni

Professionista sviluppo software e app

Il centro ITS Apulia Digital Maker presenta sul portale Emagister.it il corso in Developer 4.0.

Tale corso ha l’obiettivo di formare in maniera professionale una delle figure piú richieste sul mercato, ossia quella di sviluppatore di software e app. Difatti, il developer ha nozioni non solo sullo sviluppo software JAVA, ma anche sui Database di tipo tradizionale nell’ambito dei Big Data e delle tecnologie Cloud. Quindi, lo sviluppatore è in grado creare programmi informatici, applicazioni, piattaforme e siti web.

Durante questo corso si possono approfondire tematiche come Cybersecurity, Fintech e E- Health.

Inoltre, tale corso è co-progettato con aziende leader dell'Industria IT da cui proviene il 70% dei nostri docenti e presso cui si svolgono il 40% delle ore di stage e tirocini.

Partner istituzionale del nostro corso è il Distretto Produttivo dell’Informatica Pugliese, al quale aderiscono oltre 100 imprese pugliesi del settore IT, associazioni, consorzi, enti di ricerca e università, insieme a Innovapuglia S.p.A., società in house della Regione Puglia per il governo ICT regionale.

L’ITS Apulia Digital Maker è anche Centro di Trasferimento Tecnologico in ambito Industria 4.0, riconosciuto dal Ministero dello Sviluppo Economico ( Decreto direttoriale del 22.12.2017).

Sedi e date

Luogo

Inizio del corso

Bari
Visualizza mappa
Via Crispi, 5, 70123

Inizio del corso

Consultare

Profilo del corso

Far acquisire le competenze integrate dell’analista programmatore “full-stack”, in grado di rispondere ai bisogni delle imprese del settore IT e della aziende sintonizzate sui processi di innovazione di Industria 4.0

Giovani diplomate/i che vogliono specializzarsi rapidamente nel campo della programmazione informatica attraverso una formazione pratica ed esperienziale, assicurandosi un immediato inserimento lavorativo al termine del percorso formativo, soprattutto nelle aziende dove hanno svolto stage e tirocini.

Essere in possesso di un diploma di istruzione superiore di secondo grado ed essere disponibili alla frequenza quotidiana e costante al percorso formativo che prevede didattica laboratoriale in presenza (1080 ore in aula e laboratorio) e 720 ore di stage in aziende del settore.

Diploma di Tecnico Superiore di tipo Europeo – V EQF Area: Tecnologie della informazione e della comunicazione Figura: Tecnico superiore per i metodi e le tecnologie per lo sviluppo di sistemi software.

1) Rapido inserimento lavorativo: il corso è co-progettato con aziende leader dell'Industria Informatica, che partecipano attivamente alla definizione degli obiettivi formativi in previsione di un inserimento professionale. (Oltre l'82% dei diplomati ITS nel settore ICT trovano impiego entro un anno dal termine del corso . fonte MIUR). il 70% dei docenti proviene dal mondo dell'impresa, dove si svolge il 40% delle ore di stage 2) Corsi Gratuiti: perché finanziati da MIUR e Regione Puglia. 3) Formazione laboratoriale a ciclo breve: grazie ad una didattica pratica ed esperienziale, che dura meno di 2 anni.

Appena riceveremo la tua richiesta sarai contattato da un nostro responsabile che ti fornirà tutti i dettagli per la pre-iscrizione on line. Formalizzata l'iscrizione, sarai contattato per svolgere le selezioni di ingresso (test a risposta multipla e colloquio motivazionale)

Sì, l’obbligo di frequenza è pari ad almeno l’80% delle ore, comprensive di lezioni e stage. Il progetto formativo prevede una frequenza giornaliera – di solito 5 ore mattutine ( es. dalle 8.30/13.30 -9.00/14.00) con occasionali rientri pomeridiani in base ai moduli didattici e le esigenze dei singoli docenti.

Il diploma rilasciato da fondazioni ITS è classificato a livello europeo come Diploma Superiore di Quinto Livello EQF. I diplomi di tecnico superiore costituiscono titolo per l’accesso ai pubblici concorsi ai sensi dell’articolo 5, comma 7, del D.P.C.M 25 gennaio 2008.

Il test è composto da un questionario a risposte multiple, su nozioni di cultura generale e conoscenze di base delle discipline del corso, e da un colloquio motivazionale con la Commissione di esperti nominata dalla Fondazione ITS Apulia Digital Maker.

Sì, ogni corso in Developer (che si svolge però in varie sedi) ha un numero massimo di 25/30 iscritti, selezionati in base alla posizione in graduatoria dopo la selezione per titoli ed esami stabilita dal Bando.

Sì. Gli studenti iscritti agli ITS di Puglia rientrano tra i beneficiari dell'ADISU.

No. Stage e tirocini all’interno del percorso di formazione ITS, hanno appunto una valenza formativa. Si svolgeranno quindi senza retribuzione.

Sia gli Istituti Tecnici Superiori che le Università dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e, insieme alle accademie, compongono il sistema della formazione post-diploma. Gli ITS hanno una durata minore della formazione accademica: sono l’unico canale terziario alternativo all’università in Italia e propongono una didattica esperienziale a ciclo breve, sul modello duale tedesco. Infatti, i corsi privilegiano l’esperienza pratica – il motto è quello dell’imparare facendo – e sono incentrati sul rapporto diretto con le imprese e riprogettando ogni anno i percorsi per essere allineati con le esigenze del mercato del lavoro.

Se richiesti, sulla base dei regolamenti didattici delle Università, potranno essere riconosciuti crediti formativi per alcuni moduli didattici( rif. decreto attuativo di cui all’articolo 14, comma 3, della legge 30 dicembre 2010, n. 240. ). Il numero di CFU varia a seconda dei corsi svolti e dagli standard dell’Università in cui si vuole accedere.

I percorsi sono gratuiti e finanziati da Regione Puglia (attraverso fondi comunitari) e MIUR. Dal 2019 rientrano nel sistema dell’Adisu Puglia. Gli iscritti potranno usufruire anche dei benefici e servizi per il diritto allo studio universitario offerti dalla Regione Puglia (QUI INFORMAZIONI). Se il corsista si ritira prima della conclusione del ciclo formativo paga una multa penitenziale di € 1.000,00. Sono esentati dal pagamento di questa multa penitenziale gli allievi che, dopo aver frequentato almeno il 50% del corso, si ritirano per motivi occupazionali debitamente documentati e quelli per cui il ritiro, sempre dopo aver frequentato almeno il 50% del percorso, è determinato da condizioni di salute stato/fisico, certificato dalla struttura sanitaria competente, tali da precludere la prosecuzione del corso. Per il conseguimento delle attestazioni specifiche dei corsi ( livello B2 lingue, certificazioni) – la cui formazione è interamente finanziata dall’ITS – è previsto il pagamento ai relativi Organismi di Certificazione. Molti degli studenti, hanno però accesso a borse di studio all’interno di progettualità specifiche che permettono anche il conseguimento gratuito dei titoli.

Sì, l’obbligo di frequenza è pari ad almeno l’80% delle ore, comprensive di lezioni e stage. Il progetto formativo prevede una frequenza giornaliera – di solito 5 ore mattutine ( es. dalle 8.30/13.30 -9.00/14.00) con occasionali rientri pomeridiani in base ai moduli didattici e le esigenze dei singoli docenti.

Il diploma rilasciato da fondazioni ITS è classificato a livello europeo come Diploma Superiore di Quinto Livello EQF. I diplomi di tecnico superiore costituiscono titolo per l’accesso ai pubblici concorsi ai sensi dell’articolo 5, comma 7, del D.P.C.M 25 gennaio 2008.

Il test è composto da un questionario a risposte multiple, su nozioni di cultura generale e conoscenze di base delle discipline del corso, e da un colloquio motivazionale con la Commissione di esperti nominata dalla Fondazione ITS Apulia Digital Maker.

Sì, ogni corso in Developer (che si svolge però in varie sedi) ha un numero massimo di 25/30 iscritti, selezionati in base alla posizione in graduatoria dopo la selezione per titoli ed esami stabilita dal Bando.

Sì. Gli studenti iscritti agli ITS di Puglia rientrano tra i beneficiari dell'ADISU.

No. Stage e tirocini all’interno del percorso di formazione ITS, hanno appunto una valenza formativa. Si svolgeranno quindi senza retribuzione.

Sia gli Istituti Tecnici Superiori che le Università dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e, insieme alle accademie, compongono il sistema della formazione post-diploma. Gli ITS hanno una durata minore della formazione accademica: sono l’unico canale terziario alternativo all’università in Italia e propongono una didattica esperienziale a ciclo breve, sul modello duale tedesco. Infatti, i corsi privilegiano l’esperienza pratica – il motto è quello dell’imparare facendo – e sono incentrati sul rapporto diretto con le imprese e riprogettando ogni anno i percorsi per essere allineati con le esigenze del mercato del lavoro.

Se richiesti, sulla base dei regolamenti didattici delle Università, potranno essere riconosciuti crediti formativi per alcuni moduli didattici( rif. decreto attuativo di cui all’articolo 14, comma 3, della legge 30 dicembre 2010, n. 240. ) Il numero di CFU varia a seconda dei corsi svolti e dagli standard dell’Università in cui si vuole accedere.

I percorsi sono gratuiti e finanziati da Regione Puglia ( attraverso fondi comunitari) e MIUR. Dal 2019 rientrano nel sistema dell’Adisu Puglia. Gli iscritti potranno usufruire anche dei benefici e servizi per il diritto allo studio universitario offerti dalla Regione Puglia ( QUI INFORMAZIONI). Se il corsista si ritira prima della conclusione del ciclo formativo paga una multa penitenziale di € 1.000,00. Sono esentati dal pagamento di questa multa penitenziale gli allievi che, dopo aver frequentato almeno il 50% del corso , si ritirano per motivi occupazionali debitamente documentati e quelli per cui il ritiro, sempre dopo aver frequentato almeno il 50% del percorso, è determinato da condizioni di salute stato/fisico, certificato dalla struttura sanitaria competente, tali da precludere la prosecuzione del corso. Per il conseguimento delle attestazioni specifiche dei corsi ( livello B2 lingue, certificazioni) – la cui formazione è interamente finanziata dall’ITS – è previsto il pagamento ai relativi Organismi di Certificazione. Molti degli studenti, hanno però accesso a borse di studio all’interno di progettualità specifiche che permettono anche il conseguimento gratuito dei titoli.

Si, l’obbligo di frequenza è pari ad almeno l’80% delle ore, comprensive di lezioni e stage. Il progetto formativo prevede una frequenza giornaliera – di solito 5 ore mattutine ( es. dalle 8.30/13.30 -9.00/14.00) con occasionali rientri pomeridiani in base ai moduli didattici e le esigenze dei singoli docenti.

Il diploma rilasciato da fondazioni ITS è classificato a livello europeo come Diploma Superiore di Quinto Livello EQF. I diplomi di tecnico superiore costituiscono titolo per l’accesso ai pubblici concorsi ai sensi dell’articolo 5, comma 7, del D.P.C.M 25 gennaio 2008.

Il test è composto da un questionario a risposte multiple, su nozioni di cultura generale e conoscenze di base delle discipline del corso, e da un colloquio motivazionale con la Commissione di esperti nominata dalla Fondazione ITS Apulia Digital Maker.

Sì, ogni corso in Developer (che si svolge però in varie sedi) ha un numero massimo di 25/30 iscritti, selezionati in base alla posizione in graduatoria dopo la selezione per titoli ed esami stabilita dal Bando.

Sì. Gli studenti iscritti agli ITS di Puglia rientrano tra i beneficiari dell'ADISU.

No. Stage e tirocini all’interno del percorso di formazione ITS, hanno appunto una valenza formativa. Si svolgeranno quindi senza retribuzione.

Sia gli Istituti Tecnici Superiori che le Università dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e, insieme alle accademie, compongono il sistema della formazione post-diploma. Gli ITS hanno una durata minore della formazione accademica: sono l’unico canale terziario alternativo all’università in Italia e propongono una didattica esperienziale a ciclo breve, sul modello duale tedesco. Infatti, i corsi privilegiano l’esperienza pratica – il motto è quello dell’imparare facendo – e sono incentrati sul rapporto diretto con le imprese e riprogettando ogni anno i percorsi per essere allineati con le esigenze del mercato del lavoro.

Se richiesti, sulla base dei regolamenti didattici delle Università , potranno essere riconosciuti crediti formativi per alcuni moduli didattici( rif. decreto attuativo di cui all’articolo 14, comma 3, della legge 30 dicembre 2010, n. 240. ) Il numero di CFU varia a seconda dei corsi svolti e dagli standard dell’Università in cui si vuole accedere.

I percorsi sono gratuiti e finanziati da Regione Puglia ( attraverso fondi comunitari) e MIUR. Dal 2019 rientrano nel sistema dell’Adisu Puglia. Gli iscritti potranno usufruire anche dei benefici e servizi per il diritto allo studio universitario offerti dalla Regione Puglia ( QUI INFORMAZIONI). Se il corsista si ritira prima della conclusione del ciclo formativo paga una multa penitenziale di € 1.000,00. Sono esentati dal pagamento di questa multa penitenziale gli allievi che, dopo aver frequentato almeno il 50% del corso , si ritirano per motivi occupazionali debitamente documentati e quelli per cui il ritiro, sempre dopo aver frequentato almeno il 50% del percorso, è determinato da condizioni di salute stato/fisico, certificato dalla struttura sanitaria competente, tali da precludere la prosecuzione del corso. Per il conseguimento delle attestazioni specifiche dei corsi ( livello B2 lingue, certificazioni) – la cui formazione è interamente finanziata dall’ITS – è previsto il pagamento ai relativi Organismi di Certificazione. Molti degli studenti, hanno però accesso a borse di studio all’interno di progettualità specifiche che permettono anche il conseguimento gratuito dei titoli.

Si, l’obbligo di frequenza è pari ad almeno l’80% delle ore, comprensive di lezioni e stage. Il progetto formativo prevede una frequenza giornaliera – di solito 5 ore mattutine ( es. dalle 8.30/13.30 -9.00/14.00) con occasionali rientri pomeridiani in base ai moduli didattici e le esigenze dei singoli docenti.

Il diploma rilasciato da fondazioni ITS è classificato a livello europeo come Diploma Superiore di Quinto Livello EQF. I diplomi di tecnico superiore costituiscono titolo per l’accesso ai pubblici concorsi ai sensi dell’articolo 5, comma 7, del D.P.C.M 25 gennaio 2008.

Il test è composto da un questionario a risposte multiple, su nozioni di cultura generale e conoscenze di base delle discipline del corso, e da un colloquio motivazionale con la Commissione di esperti nominata dalla Fondazione ITS Apulia Digital Maker.

Si, ogni corso in Developer ( che si svolge però in varie sedi) ha un numero massimo di 25/30 iscritti, selezionati in base alla posizione in graduatoria dopo la selezione per titoli ed esami stabilita dal Bando.

Sì. Gli studenti iscritti agli ITS di Puglia rientrano tra i beneficiari dell'ADISU.

No. Stage e tirocini all’interno del percorso di formazione ITS, hanno appunto una valenza formativa. Si svolgeranno quindi senza retribuzione.

Sia gli Istituti Tecnici Superiori che le Università dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e, insieme alle accademie, compongono il sistema della formazione post-diploma. Gli ITS hanno una durata minore della formazione accademica: sono l’unico canale terziario alternativo all’università in Italia e propongono una didattica esperienziale a ciclo breve, sul modello duale tedesco. Infatti, i corsi privilegiano l’esperienza pratica – il motto è quello dell’imparare facendo – e sono incentrati sul rapporto diretto con le imprese e riprogettando ogni anno i percorsi per essere allineati con le esigenze del mercato del lavoro.

Se richiesti, sulla base dei regolamenti didattici delle Università , potranno essere riconosciuti crediti formativi per alcuni moduli didattici( rif. decreto attuativo di cui all’articolo 14, comma 3, della legge 30 dicembre 2010, n. 240. ) Il numero di CFU varia a seconda dei corsi svolti e dagli standard dell’Università in cui si vuole accedere.

I percorsi sono gratuiti e finanziati da Regione Puglia ( attraverso fondi comunitari) e MIUR. Dal 2019 rientrano nel sistema dell’Adisu Puglia. Gli iscritti potranno usufruire anche dei benefici e servizi per il diritto allo studio universitario offerti dalla Regione Puglia ( QUI INFORMAZIONI). Se il corsista si ritira prima della conclusione del ciclo formativo paga una multa penitenziale di € 1.000,00. Sono esentati dal pagamento di questa multa penitenziale gli allievi che, dopo aver frequentato almeno il 50% del corso , si ritirano per motivi occupazionali debitamente documentati e quelli per cui il ritiro, sempre dopo aver frequentato almeno il 50% del percorso, è determinato da condizioni di salute stato/fisico, certificato dalla struttura sanitaria competente, tali da precludere la prosecuzione del corso. Per il conseguimento delle attestazioni specifiche dei corsi ( livello B2 lingue, certificazioni) – la cui formazione è interamente finanziata dall’ITS – è previsto il pagamento ai relativi Organismi di Certificazione. Molti degli studenti, hanno però accesso a borse di studio all’interno di progettualità specifiche che permettono anche il conseguimento gratuito dei titoli.

Domande e risposte

Comunicaci i tuoi dubbi,altri utenti potranno risponderti

Chi vuoi che ti risponda?

Pubblicheremo solo il tuo nome e la domanda

Materie

  • Javascript
  • Programmazione informatica
  • Programmazione web
  • Database design
  • USER EXPERIENCE
  • SQL
  • Android
  • Pl/sql
  • Sviluppo app
  • Java Enterprise Edition
  • Tecnico informatico
  • Inglese tecnico
  • Ux design
  • Web master
  • Tecnologia
  • Applicazioni

Professori

Docenti aziendali  Eusoft s.r.l.

Docenti aziendali Eusoft s.r.l.

Software house

Un team di professionisti LIMS (Laboratory Information Management System), esperti dal 1997 nel fornire software innovativi per la gestione del laboratorio di prova, controllo qualità e R&D nel rispetto delle norme di qualità vigenti. Eusoft ha informatizzato più di 200 laboratori per un totale di oltre 5.000 utenti ed è attualmente una delle aziende LIMS con maggiore market share sul territorio italiano

Docenti aziendali  Loran s.r.l.

Docenti aziendali Loran s.r.l.

Azienda di servizi IT

Loran srl, dal 1988 è specialista nella progettazione e fornitura di software gestionali idonei a strutture sanitarie e applicativi di vario genere per enti e imprese. Affermatasi per le innovative soluzioni tecnologiche specifiche per la Telemedicina, come ad esempio Medicloud, ha al suo attivo molteplici forniture per diverse strutture delle Forze Armate, quali Esercito Italiano, Aeronautica e Marina Militare Italiana.

Docenti aziendali  Mediafarm s.r.l.

Docenti aziendali Mediafarm s.r.l.

Azienda di servizi IT

Mediafarm s.r.l. è una società che si occupa di sviluppo web, software e app, produzioni audiovisive, grafica e animazione 3D per prodotti VR e AR e Videogaming, Digital Heritage,advertising e management consulting.

Docenti aziendali  MTM Project srl

Docenti aziendali MTM Project srl

Azienda di servizi IT

MTM project è una PMI innovativa specializzata nello sviluppo software (web, desk e mobile), nella consulenza IT e nella formazione tecnica. Silver Microsoft Partner, è certificata ISO 9001 dal 2010 ed è attivamente coinvolta nei distretti produttivi dell'informatica, dell'aerospazio e della meccanica pugliese

Docenti aziendali  Openwork s.r.l.

Docenti aziendali Openwork s.r.l.

Azienda di servizi IT

Openwork è un produttore indipendente di software (ISV) specializzato nella realizzazione di tecnologie di sviluppo applicativo, prodotti e servizi di classe enterprise negli ambiti del Business Process Management (BPM), del Workflow Management, del Document Management. Opera dal 1998 e conta 32 collaboratori distribuiti tra le sedi di Bari, Roma e Milano.

Programma

Programma:

  • Sviluppo Web
  • Frontend innovativi
  • Metodologie agili
  • Quality assurance
  • Analisi funzionale e mockup
  • User Experience e User Interface
  • Basi della programmazione JAVA
  • Programmazione Avanzata JAVA
  • JAVA Enterprise Edition (JAVAEE)
  • Database Relazionali
  • Fondamenti di JAVA per Android
  • Big data e Cloud
  • Sviluppo app mobile

Chiama il centro

Hai bisogno di un coach per la formazione?

Ti aiuterà a confrontare vari corsi e trovare l'offerta formativa più conveniente.

Developer 4.0

Gratis