Trattamento delle plagiocefalie nel neonato
New Master Srl

Il cranio del neonato e le PLAGIOCEFALIE

New Master Srl
A Milano e Roma

360 
IVA Esente
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Corso post laurea
Luogo In 2 sedi
Ore di lezione 15h
Durata 2 Giorni
Inizio Scegli data
  • Corso post laurea
  • In 2 sedi
  • 15h
  • Durata:
    2 Giorni
  • Inizio:
    Scegli data
Descrizione

Il cranio del neonato può essere sottoposto a stress meccanici di tipo posizionale (dalla posizione a livello fetale a quella assunta nel lettino). Questi stress meccanici, che avvengono con corretta presenza delle suture del cranio, sono relativamente benigni, a differenza della fusione precoce e anomala di una o più suture a causa della quale le deformità del cranio sono molto più gravi e necessitano anche di diagnosi medica precoce e intervento chirurgico.
Tali deformità non hanno elementi patologici malformativi, ma sono il prodotto di una distorsione dinamica del cranio, secondaria all’applicazione di forze esterne pre e/o postatali.1 L’asimmetria nel neonato si presenta in percentuale molto frequente, addirittura nel 73% dei neonati e in particolare: torcicollo (16%), asimmetria della mandibola (13%), asimmetria facciale (42%) e asimmetria della testa (61%).2 In particolar modo la posizione supina in cui può dormire il bambino potrebbe essere causa di plagiocefalia posteriore se mantenuta troppo a lungo.
Esistono 3 principali deformità craniche: plagiocefalia (dove la testa assume una forma a parallelogramma), brachicefalia o pachicefalia (testa dalla forma schiacciata in senso anteroposteriore e allargata in senso laterolaterale), scafocefalia (tipica dei prematuri: testa dalla forma allungata e stretta).

Strutture (2)
Dove e quando
Inizio Luogo
Scegli data
Milano
Milano, Italia
Visualizza mappa
Scegli data
Roma
Roma, Italia
Visualizza mappa
Inizio Scegli data
Luogo
Milano
Milano, Italia
Visualizza mappa
Inizio Scegli data
Luogo
Roma
Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

In ogni caso va ricordato che è FONDAMENTALE la diagnosi medica prima di procedere con il trattamento osteopatico: a volte delle plagiocefalie che si presentano estremamente benigne sono frutto invece di saldatura anomala di alcune suture, anche estremamente difficili da investigare.8 L’obbiettivo del corso è di fornire al partecipante la possibilità di apprendere come orientarsi nelle asimmetrie cranio-cervicali del neonato, costituendo un’equipe multidisciplinare tra il neurochirurgo e-o il chirurgo maxillofacciale e il riabilitatore al fine di conoscere e gestire tutte le possibilità terapeutiche nei tempi e nelle modalità più adeguate

· A chi è diretto?

fisioterapisti, massofisioterapisti equipollenti e medici del settore riabilitativo

· Requisiti

laureati e studenti dell'ultimo anno di università

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

per informazioni sulle modalità di iscrizione e disponibilità inviare una mail a infosito@newmaster.it oppure telefonare al numero 0651600107.

Opinioni

0.0
Senza valutazione
Valutazione del corso
100%
Lo consiglia
4.9
eccellente
Valutazione del Centro

Opinioni sul corso

Non ci sono ancora opinioni su questo corso
* Opinioni raccolte da Emagister & iAgora

Cosa impari in questo corso?

Plagiocefalia
Fisioterapista
Fisioterapisti
Fisioterapia
Cranio del bambino
Osteopati
Osteopatia
Suture
Fusione
Cranio suture bambini

Professori

emiliano zanier
emiliano zanier
fisioterapista

Sono osteopata e fisioterapista specializzato in osteopatia in gravidanza, pediatrica e neonatale, nei disturbi viscerali, nel trattamento delle cicatrici e aderenze che possono causare disturbi, mal di schiena e collo. In collaborazione con avvocati e infortunistiche tratto traumatismi di varia entità e in particolare modo il colpo di frusta. Svolgo la mia attività a Cassola, diventando un riferimento per l’area di Bassano, Rosà, Vicenza, Asolo, Treviso, Castelfranco, Cittadella.

Programma

Il cranio del neonato e le plagiocefalie

Il corso è aperto a FISIOTERAPISTI, MASSOFIOTERAPISTI TRIENNALI e MEDICI DEL SETTORE RIABILITATIVO.

Il cranio del neonato può essere sottoposto a stress meccanici di tipo posizionale (dalla posizione a livello fetale a quella assunta nel lettino). Questi stress meccanici, che avvengono con corretta presenza delle suture del cranio, sono relativamente benigni, a differenza della fusione precoce e anomala di una o più suture a causa della quale le deformità del cranio sono molto più gravi e necessitano anche di diagnosi medica precoce e intervento chirurgico.

Tali deformità non hanno elementi patologici malformativi, ma sono il prodotto di una distorsione dinamica del cranio, secondaria all’applicazione di forze esterne pre e/o postatali.1 L’asimmetria nel neonato si presenta in percentuale molto frequente, addirittura nel 73% dei neonati e in particolare: torcicollo (16%), asimmetria della mandibola (13%), asimmetria facciale (42%) e asimmetria della testa (61%).2 In particolar modo la posizione supina in cui può dormire il bambino potrebbe essere causa di plagiocefalia posteriore se mantenuta troppo a lungo. 2

Esistono 3 principali deformità craniche: plagiocefalia (dove la testa assume una forma a parallelogramma), brachicefalia o pachicefalia (testa dalla forma schiacciata in senso anteroposteriore e allargata in senso laterolaterale), scafocefalia (tipica dei prematuri: testa dalla forma allungata e stretta).2

PLAGIOCEFALIA

Le deformità che si presentano più frequentemente all’osteopata sono di tipo plagiocefalico. In un’alta percentuale di casi troviamo plagiocefalia e torcicolloassieme, fenomeno causato da anomala tensione del muscolo sternocleidomastoideo (SCOM). Secondo la disciplina osteopatica, un anomalo rapporto tra osso occipitale e osso temporale sarebbe alla base dell’alterazione dello SCOM (il nervo accessorio che innerva questo muscolo, impegnandosi nel foro giugulare infatti può essere alterato). Quando questo muscolo è teso la testa del neonato si piega in avanti, si inclina dal lato della tensione e ruota dal lato opposto: a causa di questo il bambino sarà portato a stare disteso sempre nella stessa posizione, aggravando così la deformità posizionale del cranio.1

Ci sono varie possibilità di trattamento di questo tipo di disturbo: principalmente osteopatia, fisioterapia, utilizzo di specifici elmetti rimodellanti e le corrette indicazioni da dare ai genitori che possono ridurre enormemente il problema.

E’ possibile palpare e valutare la plagiocefalia e la deformità del cranio tramite precise capacità manuali e di comprensione delle disfunzioni craniche specifiche. Dopo questa valutazione iniziale l’osteopata ed il fisioterapista possono trattare con manovre estremamente dolci e caute il cranio del neonato e, nel corso delle sedute, ottenere un vero e proprio “rimodellamento” della morfologia del cranio spesso riportando in una buona simmetria l’allinenamento degli occhi e delle orecchie e ottenendo una maggior armonia nei lineamenti e nelle forme.

Questo tipo di trattamenti e la prevenzione e il trattamento delle deformità del cranio, secondo alcuni autori potrebbe contribuire alla prevenzione di scoliosi, difetti a livello craniofacciale e disturbi derivati dalle alterazioni della forma del cranio (disturbi visivi, disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare, ecc…). Queste, per ora, sono aspettative e supposizioni che devono ancora trovare effettiva conferma in ambito scientifico. Posso però dire, dalla mia pratica clinica, che quando ho trattato con successo dei bambini che presentavano delle deformità posizionali del cranio, spesso si sono accompagnati dei sintomi estremamente positivi, oltre al miglioramento della forma del cranio: miglioramento nelle capacità di movimento del neonato, miglioramento del suo ritmo sonno veglia, riduzione di alcuni disturbi viscerali (reflusso e altro). Questo a mio avviso è un indice positivo nella salute del bambino, che mi induce a ritenere il trattamento di questi disturbi con approccio osteopatico estremamente interessante.

In ogni caso va ricordato che è FONDAMENTALE la diagnosi medica prima di procedere con il trattamento osteopatico: a volte delle plagiocefalie che si presentano estremamente benigne sono frutto invece di saldatura anomala di alcune suture, anche estremamente difficili da investigare.8

L’obbiettivo del corso è di fornire al partecipante la possibilità di apprendere come orientarsi nelle asimmetrie cranio-cervicali del neonato, costituendo un’equipe multidisciplinare tra il neurochirurgo e-o il chirurgo maxillofacciale e il riabilitatore al fine di conoscere e gestire tutte le possibilità terapeutiche nei tempi e nelle modalità più adeguate

Ulteriori informazioni

Per informazioni il LINK al corso:

http://www.newmaster.it/eventi/90/il-cranio-del-neonato-e-le-plagiocefalie


Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto