Istituto Europeo di Educazione e Formazione Professionale per l'Ambiente "Pegaso" Onlus

Il gioco motorio a scuola

Istituto Europeo di Educazione e Formazione Professionale per l'Ambiente "Pegaso" Onlus
Online

50 
Chiedi informazioni a un consulente Emagister

Informazioni importanti

Tipologia Corso
Metodologia Online
Ore di lezione 40h
Durata Flessible
Inizio Scegli data
  • Corso
  • Online
  • 40h
  • Durata:
    Flessible
  • Inizio:
    Scegli data
Descrizione

Il gioco è la principale attività del bambino nella sua prima infanzia. Esso non ha finalità utilitaristiche ed è un fenomeno spontaneo. Sotto il profilo motorio, il gioco rappresenta un mezzo di ginnastica spontanea, libera da schemi precisati, con un forte potenziale educativo. Fondamentale è dunque la sua presenza all'interno della scuola, luogo in cui il bambino trascorre gran parte del suo tempo.

Strutture (1)
Dove e quando
Inizio Luogo
Scegli data
Online
Inizio Scegli data
Luogo
Online

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Riconoscere e sviluppare nel fruitore del gioco psicomotorio intelligenze multiple e nuovi processi di apprendimento, contrastando fenomeni di disagio e dispersione scolastica.

· A chi è diretto?

- Dirigenti scolastici - Docenti di scuola di infanzia - Docenti di scuola primaria - Docenti di scuola secondaria di I grado - Docenti di scuola secondaria di II grado - Educatori

Opinioni

0.0
Senza valutazione
Valutazione del corso
100%
Lo consiglia
5.0
eccellente
Valutazione del Centro

Opinioni sul corso

Non ci sono ancora opinioni su questo corso
* Opinioni raccolte da Emagister & iAgora

Cosa impari in questo corso?

Gioco motorio
Movimento
Gioco psicomotorio
Intelligenze multiple
Contrastare il disagio
Contrastare la dispersione scolastica
Ginnastica spontanea
Infanzia
Attività
Nuovi processi di apprendimento

Professori

Maria Giovanna Ursida
Maria Giovanna Ursida
Psicopedagogista clinica

Rosa Iannone
Rosa Iannone
Psicologa

Programma

  • Il gioco psicomotorio come modello didattico nella pratica educativa
  • Introdurre il modello della pedagogia del corpo e della didattica laboratoriale quale pratica privilegiata per riconoscere e sviluppare intelligenze mutliple e processi di apprendimento efficaci
  • Il modello del Total Physical Response (T.P.R.) per valorizzare le eccellenze e contenere i fenomeni di disagio e dispersione sostenendo la partecipazione "attiva" dell'insegnante nei giochi degli alunni, per garantire la dimensione spontanea della relazione di apprendimento e per offrire all'allievo un'occasione di conoscenza e di comunicazione empatica
  • Il modello della pedagogia del corpo come anello metodologico che utilizza i giochi motori per favorire lo sviluppo delle autonomie ed il potenziamento di competenze disciplinari, per valorizzare le eccellenze e contenere i fenomeni di disagio e dispersione

Gli utenti che erano interessati a questo corso si sono informati anche su...
Leggi tutto