Danzare le Origini: la Sorgente Ritmica della Danzaterapia

Scuola di Arti Terapie Formazione in DanzaMovimentoTerapia-Er sede Napoli
A Napoli

100 
IVA inc.
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Laboratorio
  • Napoli
  • 16 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Aprirsi all'ascolto del nostro psicosoma ci offre la possibilità di percorrere la strada di un Ben- Essere profondo che è una strada di consapevolezza, di riscoperta della propria creatività, di sviluppo dell'autostima. Ampliare il nostro canovaccio motorio attraverso l'ascolto ed il rispecchiamento gestuale e motorio con l'altro, consente (all'interno di un percorso strutturato di consapevolezza corporea) l'aumento delle nostre capacità di risoluzione dei problemi ed il miglioramento delle nostre capacità relazionali/professionali.
Rivolto a: Aperto a tutti, ma rivolto principalmente a diplomati/laureati di provenienza psicologica, clinica, sociale, educativa, artistica.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Napoli
Via Crispi 31, Napoli, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Maggiore età

Professori

Laura Maria D'Agostino
Laura Maria D'Agostino
Psicopedagogista,Criminologa, Dmt-Sv Apid

Tilde Nocera
Tilde Nocera
Danzatrice, coreografa, Dmt-Er Apid

Vincenzo Bellia
Vincenzo Bellia
Psichiatra,psicoterapeuta,Fondatore DMT-ER

Programma

Già negli anni quaranta del secolo scorso Marian Chace scriveva che la danzaterapia:

- si basa sulla spontanea risposta motoria allo stimolo ritmico musicale;

- è finalizzata soprattutto a favorire la partecipazione degli individui al gruppo;

- opera promuovendo lo sviluppo dell’immagine corporea, che è «primariamente una creazione sociale».

La Dmt-ER incontra e abbraccia queste basilari intuizioni di Marian Chace. Nata da un incontro fecondo tra la danzaterapia a sfondo antropologico ispirata all’Expression Primitive e la ricerca gruppoanalitica italiana, la Dmt-ER si basa su alcune opzioni di fondo.

La dimensione artistica ed espressiva, innanzitutto. La danza è la forma più completa di movimento: ne convoglia la componente biologico-funzionale all’interno di una intenzionalità simbolico-rappre­sentativa, nel quadro di un’esperienza intrinsecamente comunicativa, relazionale, creativa.

Il processo creativo non è ridotto a celebrazione narcisistica, bensì ricondotto alla dinamica interpersonale in cui l’identità del soggetto prende forma, trasformando in modo inedito il patrimonio collettivo.

Grande rilievo assume in Dmt-ER la dimensione del gioco come «finzione creativa». Il ritmo vi svolge una fondamentale funzione di organizzatore biologico, psichico e relazionale: è una tessitura dinamica sul cui terreno si realizza l’accordo tra l’individuo e il mondo esterno. I laboratori attraversano diverse forme di danza, attingendo a differenti funzioni psicosomatiche e culture del corpo.

Attraverso lo studio dei dispositivi rituali tradizionali in rapporto alla psicodinamica dei gruppi, la Dmt-ER ha formulato peculiari modelli di organizzazione del setting terapeutico, orientati a realizzare una basilare intuizione, ad un tempo filosofica e metodologica: la via allo sviluppo di sé passa sempre dall’altro.

Il laboratorio si articola in due giornate, di 8 ore ciascuna.

Sabato 27 e Domenica 28 novembre 2010

ore 9:00 - 14.00

15:00 - 18.00