La Fine della Vita: Argomenti Teorico/Pratici di Bioetica, Filosofia e Psicologia

Netform Srl
A Roma

5.000 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Roma
  • 200 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Il corso permette di: specializzare i partecipanti con elementi teorici e pratici per l’interazione con la persona sofferente e in particolare con il malato terminale. far acquisire metodi pratici per l’approccio e il colloquio con le persone malate, con i loro familiari e con la struttura in cui si trovano, che sia la propria abitazione o una struttura ospedaliera. far acquisire capacità .
Rivolto a: Diplomati (Il titolo di studio minimo richiesto è un diploma di scuola secondaria superiore, verranno privilegiati i laureati nelle materie medico-psicologiche e/o l'esperienza nel settore. Per i possessori di diploma di scuola secondaria superiore è necessario essere occupati).

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Alessandro Cialdi 7A, 00154, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Diploma di maturità e scuola superiore

Programma

Obiettivi
Il corso permette di:
• specializzare i partecipanti con elementi teorici e pratici per l’interazione con la persona sofferente e in particolare con il malato terminale
• far acquisire metodi pratici per l’approccio e il colloquio con le persone malate, con i loro familiari e con la struttura in cui si trovano, che sia la propria abitazione o una struttura ospedaliera
• far acquisire capacità di gestione delle proprie profonde emozioni attivate dall'assistenza a un malato terminale.

Contenuti
Il percorso si articola in 11 Moduli, che fanno capo alle due aree di lavoro per l’acquisizione delle singole competenze sopra indicate.

  • AREA 1 “RELAZIONARSI”Mod1.1 LA PERSONA UMANA NELLA SUA STRUTTURA CORPOREO-SPIRITUALE (ore 20 teoria) La corporeità come espressione della persona. Antropologia della salute e della malattia. Funzioni antropologiche del dolore. La corporeità come linguaggio: il pudore.
  • Mod1.2 PROCESSO DI COMUNICAZIONE: LINGUAGGI E LESSICO (ore 20 teoria) Lessico scientifico,familiare,virtuale e nella relazione con il paziente. Diversità dei linguaggi e specifica finalità.
  • Mod1.3 TECNICHE LESSICALI E DI COLLOQUIO (ore 16 teoria) Etica delle professioni: i codici deontologici. Le virtù professionali: veracità, fedeltà e umiltà nella professione. Elementi per migliorare la compliance.
  • Mod1.4 LA RELAZIONE CON L'ALTRO (ore 16 teoria) L'io e l'altro: il guaritore ferito. Incontrare l'altro: il malato reale. Ascolto,risonanza emotiva e rielaborazione. La natura fondamentale del processo relazionale nelle varie circostanze.
  • Mod1.5 IL CONTESTO FAMILIARE (ore 20 pratica) Comunicazione efficace con il paziente, i suoi familiari e gli altri membri dell'equipe medico-sanitaria.
  • Mod1.6 FACILITAZIONE E MEDIAZIONE (ore 20 pratica) Facilitazione formale, informale, il problem solving. Modalità di intervento all’interno delle situazioni conflittuali, in funzione della produzione di nuove condizioni di comunicazione positiva.
  • AREA 2 “VALUTARE E AFFRONTARE” Mod2.1 L'UOMO IN RELAZIONE (ore 16 teoria) Relazione di cura: amicizia e compassione. Il Lavoro: significato oggettivo e soggettivo. Natura, cultura e intercultura.
  • Mod2.2 L'UOMO, UNO SPIRITO NEL TEMPO E OLTRE IL TEMPO (ore 16 teoria) Morte e immortalità; autotrascendenza e religiosità. Antropologia della vecchiaia.
  • Mod2.3 IMPATTO EMOTIVO E MALATTIA (ore 20 pratica) Impostare fin dal primo colloquio con il paziente una relazione che consenta di raccogliere gli elementi indispensabili per inquadrare la sua patologia nel contesto globale della sua vita.
  • Mod2.4 DINAMCHE PSICOLOGICHE ED EMOTIVE (ore 20 pratica ) Procedimenti di casualità lineare, complessa o circolare nell'ambito del processo di comunicazione interpersonale e di gruppo. Impatto emotivo della malattia e del ricovero, nel paziente e nella sua famiglia. Le principali barriere comunicative che possono presentarsi all’interno della struttura ospedaliera.
  • Mod2.5 TENSIONI E SOFFERENZE(ore 16 teoria) Aspetti principali del vissuto che il paziente ha della sua malattia e le modalità con cui lo elabora nel tentativo di attribuirgli un significato personale.
Risultati attesi
Risultato atteso e la Specializzazione di infermieri, medici, psicologi, fisioterapisti, volontari, assistenti domiciliari e di tutte le figure che ruotano intorno all’ammalato, le quali, al termine del percorso formativo, acquisiscono competenze per relazionarsi con il malato e la struttura. Al termine della formazione i partecipanti apporteranno un valore aggiunto alla propria normale attività lavorativa, tenendo conto degli aspetti Bioetici, Filosofici e Psicologici.

Modalità di valutazione competenze in uscita
I partecipanti sono monitorati durante tutto il percorso formativo e la valutazione finale avviene tramite Esame del loro comportamento in situazione di simulazione.

Metodologie formative utilizzate
La metodologia che si intende seguire è orientata verso la multidisciplinarietà per consentire il trasferimento di conoscenze e sensibilità dagli aspetti teorici di Bioetica, Filosofia e Psicologia a quelli pratici di interazione con il malato. Accanto alle lezioni frontali e pratiche,è previsto il coinvolgimento attivo dei partecipanti con giochi di ruolo/simulazioni e studi di casi per 80 ore che si svolgeranno presso il Campus Biomedico.

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto