Ingegneria Edile: Architettura e Costruzione

Università degli Studi di Roma Tor Vergata
A Roma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?

Informazione importanti

  • Dottorato di ricerca
  • Roma
Descrizione

Obiettivo del corso: Il corso di dottorato offre l'opportunità di approfondire le conoscenze sulle tecniche costruttive della tradizione e contemporanee.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via del Politecnico 1, 00133, Roma, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Laurea

Programma

INGEGNERIA EDILE: ARCHITETTURA E COSTRUZIONE

DURATA: 3 anni

SBOCCHI:

Il corso di dottorato offre l'opportunità di approfondire le conoscenze sulle tecniche costruttive della tradizione e contemporanee. Tali approfondimenti, oltre ad agevolare l'accesso a tutti i settori occupazionali relativi alle lauree in ingegneria edile e architettura, configurano in modo particolare i profili professionali specifici nel campo del restauro e del riuso del patrimonio edilizio esistente.

PRESENTAZIONE:

Il tema individuato, seppure radicato nella storia dell'architettura e delle sue tecnologie, da tempo non è stato specificamente affrontato e solo recentemente ha recuperato collocazione tra gli studi delle Facoltà di Ingegneria, di Architettura e di analoghe Istituzioni all'estero.

Per tali motivi il programma del Dottorato ha in parte carattere sperimentale e potrebbe trovare opportuni miglioramenti durante lo svolgimento del Dottorato stesso. Si prevede che il programma dei seminari e dei corsi atipici che il dottorando dovrà seguire sia articolato nelle seguenti tre sezioni tematiche:

1) Analisi di edifici o complessi edilizi esemplari per il rapporto tra le soluzioni architettoniche e le tecniche applicate;
2) Storia di particolari tecnologie edilizie e delle loro esplicitazioni architettoniche;
3) Progettazione esecutiva di architetture che comportino l'adozione di specifiche tecniche edilizie.

In ognuno degli anni di Dottorato saranno trattati argomenti propri di tutte le tre sezioni suddette curandone particolarmente I 'integrazione.
Seminari e corsi da un minimo di dieci ad un massimo di quaranta ore.
I dottorandi potranno eventualmente seguire anche seminari o corsi di altri Dottorati purché, a giudizio del Collegio dei Docenti, abbiano contenuti affini e siano svolti in tempi compatibili con quelli del proprio Dottorato.
Qualora sia giudicato opportuno dal Collegio dei Docenti, nel primo anno di Dottorato potrà anche essere consigliata la frequenza di corsi istituzionali esistenti.

I dottorandi seguiranno seminari e corsi nei primi due anni, dedicando il terzo anno esclusivamente al completamento della ricerca oggetto della tesi.
Le ricerche individuali potranno essere avviate già entro il primo anno di corso, dopo un breve ciclo di formazione generale e di addestramento.
A seguito di colloqui di verifica della preparazione e delle attitudini dei dottorandi il Collegio dei Docenti concorderà con ciascuno di essi il titolo della tesi da elaborare.
Le tesi avranno oggetto riferibile ad uno dei tre temi affrontati dai seminari e dai corsi.
Sia l'analisi di architetture che la storia di tecnologie edilizie saranno svolte attraverso indagini bibliografiche, reperimento di documenti di archivio, rilievo e disegno.
La progettazione si avvarrà di studi preliminari che faranno ricorso agli stessi metodi.
Gli studi potranno anche essere volti al riuso dell'esistente ed alle relative tecniche di recupero.
A conclusione di ogni anno ciascun dottorando presenterà una relazione per la verifica del grado di preparazione raggiunto e dello stato di avanzamento della ricerca.