Ingegneria per la Protezione del Territorio dai Rischi Naturali

Università degli Studi Roma Tre
A Roma

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Roma
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Roma
Via Ostiense 175, --, Roma, Italia
Visualizza mappa

Programma

Obiettivi formativi specifici

  • Gli obiettivi formativi qualificanti la classe del corso di studio sono:
  • conoscere adeguatamente gli aspetti teorico-scientifici della matematica e delle altre scienze di base ed essere capaci di utilizzare tale conoscenza per interpretare e descrivere i problemi dell'ingegneria complessi o che richiedono un approccio interdisciplinare;
  • conoscere adeguatamente gli aspetti teorico-scientifici dell'ingegneria, sia in generale sia in modo approfondito relativamente a quelli dell'ingegneria per l'ambiente e per il territorio, nella quale sono capaci d'identificare, formulare e risolvere anche in modo innovativo problemi complessi o che richiedono un approccio interdisciplinare;
  • essere capaci di ideare, pianificare, progettare e gestire sistemi, processi e servizi complessi e innovativi;
  • essere capaci di progettare e gestire esperimenti di elevata complessità;
  • essere dotati di conoscenze di contesto e di capacità trasversali;
  • avere conoscenze nel campo dell'organizzazione aziendale (cultura d'impresa) e dell'etica professionale;
  • essere in grado d'utilizzare fluentemente, in foma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione europea, oltre all'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.
    In particolare per il corso di studio proposti gli obiettivi si applicano alla difesa del territorio dai rischi naturali, e specificatamente il rischio idrogeologico, che include il rischio d'inondazione, il rischio di siccità, e il rischio di frana, e il rischio sismico.
    Inserito a valle di una laurea triennale in ingegneria civile, questa laurea specialistica prevede una forte integrazione in discipline geologiche, indispensabili per la conoscenza fisica del territorio, con contributi anche nel settore dell'ecologia e dell'ingegneria sanitaria, in quanto il rischio idrogoelogico, soprattutto per gli aspetti che riguardano le siccità, è fortemente connesso con i problemi di conservazione degli ambienti idrici (minimo deflusso vitale) e con la valutazione qualità dei corpi idrici.
    Per le discipline caratterizzanti il corso di studi è fortemente orientato verso discipline modellistiche, per la simulazione del comportamento di sistemi complessi, spesso costituiti di mezzi complessi (formazioni geologiche granulari o lapidee fessurate, fluidi ricchi di sospensioni, colate di fango), inclusa un'introduzione alla fisica dell'atmosfera, indirizzata alla comprensione del significato e del comportamento dei sistemi di preannuncio.

    Caratteristiche della prova finale
    Redazione scritta di una tesi, elaborata in modo originale dal candidato sotto la guida di un relatore. L'esame finale verterà sulla presentazione e discussione orale del lavoro di tesi.

    Ambiti occupazionali previsti per i laureati
  • Gli ambiti professionali tipici che si possono offrire al laureato del corso di studio sono:
    la progettazione avanzata, la pianificazione, la programmazione, la gestione dei sistemi complessi, sia nella libera professione, sia nelle imprese di servizi, sia nelle amministrazioni pubbliche. I laureati specialisti potranno trovare occupazione presso imprese, enti pubblici e privati e studi professionali per la progettazione, pianificazione, realizzazione e gestione di opere e sistemi di controllo e di monitoraggio dell'ambiente e del territorio, di difesa del suolo.
    Attività di base
    Fisica e chimica

    CFU 18
    CHIM/07: FONDAMENTI CHIMICI DELLE TECNOLOGIEFIS/01: FISICA SPERIMENTALE
    Matematica, informatica e statistica

    CFU 35
    ING-INF/05: SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONIMAT/03: GEOMETRIAMAT/05: ANALISI MATEMATICAMAT/06: PROBABILITÀ E STATISTICA MATEMATICAMAT/07: FISICA MATEMATICATotale CFU 53

    Attività caratterizzanti
    Ingegneria per l'ambiente e il territorio

    CFU 101
    BIO/07: ECOLOGIAGEO/03: GEOLOGIA STRUTTURALEGEO/05: GEOLOGIA APPLICATAICAR/01: IDRAULICAICAR/02: COSTRUZIONI IDRAULICHE E MARITTIME E IDROLOGIAICAR/03: INGEGNERIA SANITARIA - AMBIENTALEICAR/05: TRASPORTIICAR/06: TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIAICAR/07: GEOTECNICAICAR/08: SCIENZA DELLE COSTRUZIONIICAR/09: TECNICA DELLE COSTRUZIONITotale CFU 101

    Attività affini o integrative
    Cultura scientifica, umanistica, giuridica, economica, socio-politica

    CFU 11
    FIS/06: FISICA PER IL SISTEMA TERRA E PER IL MEZZO CIRCUMTERRESTREGEO/04: GEOGRAFIA FISICA E GEOMORFOLOGIAMAT/07: FISICA MATEMATICAMAT/09: RICERCA OPERATIVASECS-P/06: ECONOMIA APPLICATA
    Discipline ingegneristiche

    CFU 25
    ICAR/04: STRADE, FERROVIE E AEROPORTIING-IND/10: FISICA TECNICA INDUSTRIALE ING-IND/11: FISICA TECNICA AMBIENTALE ING-IND/13: MECCANICA APPLICATA ALLE MACCHINEING-IND/22: SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALIING-IND/31: ELETTROTECNICAING-IND/32: CONVERTITORI, MACCHINE E AZIONAMENTI ELETTRICIING-IND/35: INGEGNERIA ECONOMICO-GESTIONALETotale CFU 36

    Attività specifiche della sede
    CFU 48
    GEO/03: GEOLOGIA STRUTTURALEGEO/04: GEOGRAFIA FISICA E GEOMORFOLOGIAGEO/05: GEOLOGIA APPLICATAICAR/01: IDRAULICAICAR/02: COSTRUZIONI IDRAULICHE E MARITTIME E IDROLOGIAICAR/03: INGEGNERIA SANITARIA - AMBIENTALEICAR/06: TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIAICAR/07: GEOTECNICAICAR/08: SCIENZA DELLE COSTRUZIONIICAR/09: TECNICA DELLE COSTRUZIONIICAR/17: DISEGNOING-IND/11: FISICA TECNICA AMBIENTALE ING-IND/28: INGEGNERIA E SICUREZZA DEGLI SCAVIIUS/10: DIRITTO AMMINISTRATIVOMAT/07: FISICA MATEMATICAMAT/08: ANALISI NUMERICAMAT/09: RICERCA OPERATIVATotale CFU 48
    Altre attività formativeA scelta dello studenteCFU 15Per la prova finaleCFU 29Altre (art. 10, comma 1, lettera f )
    Totale
    CFU 18Totale CFU 62

    Totale Crediti CFU Ingegneria per la Protezione del Territorio dai Rischi Naturali 300
    Docenti di riferimento

    DE FELICE Gianmarco
    FRANCO Leopoldo
    SCIORTINO Giampiero

    Previsione e programmazione della domanda
    Programmazione nazionale delle iscrizioni al primo anno (art.1 Legge 264/1999)
    no
    Programmazione locale (art.2 Legge 26

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto