Master in Tecnologie per la Trasformazione dei Prodotti Agroindustriali

Associazione Professionisti Sardi Sfp
A Sassari

21.437 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Master
  • Sassari
  • 840 ore di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Obiettivo del corso è quello di creare una figura professionale che governi con competenza la trasformazione dei prodotti agroindustriali, essendo i grado di valutare le caratteristiche delle materie prime, progettare, realizzare e gestire le linee di trasformazione in modo da assicurare, con l’economicità degli esercizi, la ottimizzazione qualitativa dei prodotti secondo le norme di .
Rivolto a: Laureati in Gruppo scientifico, Gruppo geo-biologico, Gruppo agrario.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Sassari
Via Principessa Iolanda 2, 07100, Sassari, Italia

Domande più frequenti

· Requisiti

Laurea triennale (nuovo ordinamento)

Programma

Obiettivi
Obiettivo del corso è quello di creare una figura professionale che governi con competenza la trasformazione dei prodotti agroindustriali, essendo i grado di valutare le caratteristiche delle materie prime, progettare, realizzare e gestire le linee di trasformazione in modo da assicurare, con l’economicità degli esercizi, la ottimizzazione qualitativa dei prodotti secondo le norme di certificazione e nel rispetto dell’ambiente.

Contenuti
Il master è strutturato in modo da fornire alla figura professionale conoscenze e competenze tecniche specifiche delle filiere produttive agroalimenti. Il percorso formativo è organizzato in modo da fornire conoscenze da prima di interesse generale anche se pur sempre di alto livello specialistico, come la sicurezza e la prevenzione(65 ore totali di cui 25 di esercitazione pratica), la qualità nel settore agroindustriale(45 ore totali), la microbiologia alimentare (25 ore totali di cui 10 di esercitazione), l’igiene dei prodotti e dei processi (25 ore totali di cui 10 di esercitazione) e il piano di autocontrollo ed il sistema HACCP (50 ore totali di cui 15 di esercitazione).
Una volta concluso il pacchetto formativo iniziale, che sarà svolto alternando lezioni frontali ad esercitazioni pratiche, inizieranno le materie di indirizzo specialistico che si concentreranno sulle principali filiere produttive della regione Sardegna.
Si inizierà con la filiera enologica dove verranno svolte lezioni di Tecnologia enologica (45 ore totali di cui 10 di esercitazione e 15 di visite guidate) e Biotecnologia delle produzioni vinarie (35 ore totali di cui 15 di esercitazione), in modo da fornire competenze sul processo e sulla gestione della fermentazione.
Dopo la filiera enologica si passerà alla filiera lattiero casearia sulla quale verranno affrontate le tematiche riguardanti le tecnologie lattiero casearie (55 ore totali di cui 10 di esercitazione e 10 di visita guidata) e le biotecnologie lattiero casearie (25 ore totali di cui 10 di esercitazione).
Dopo la filiera casearia si affronterà la filiera dei prodotti da forno sulla quale si tratteranno i temi delle tecnologie panarie (35 ore totali di cui 10 di esercitazione e 10 di visite guidate) e delle biotecnologie panarie (25 ore totali di cui 10 di esercitazione). Sulle filiere considerate verranno anche affrontate le tematiche inerenti gli impianti e saranno perciò trattati gli impianti per le produzioni vinarie (30 ore totali), gli impianti lattiero-caseari (70 ore di cui 15 di esercitazione) e gli impianti per le produzioni da forno (30 ore totali). A conclusione del percorso formativo si affronterà la tematica del Marketing agroalimentare (40 ore totali di cui 15 di esercitazione).
Il percorso formativo così strutturato, lezioni frontali, esercitazioni pratiche e momenti di relationship dove gli studenti possono prendere contato diretto con la realtà produttiva industriale, consentirà di formare e creare una figura professionale in grado di operare a trecentosessanta gradi nel panorama agroalimentare.

Risultati attesi
La figura professionale, sulla base delle conoscenze e competenze tecniche specifiche acquisite è in grado di valutare le caratteristiche delle materie prime, gestire le linee di trasformazione e di conservazione dei prodotti, effettuare i controlli nei diversi punti della filiera, applicare le procedure di ottimizzazione dei prodotti in base alle norme della qualità e del rispetto dell’ambiente e adottare tecniche di promozione e commercializzazione dei prodotti.

Modalità di valutazione competenze in uscita
Le modalità di Autovalutazione che saranno adottate riguarderanno, prove scritte, questionario a domanda aperta, questionario a domanda chiusa, test a risposta multipla. Le competenze in uscita consentiranno alla figura professionale di poter operare all’interno delle industrie agroalimentari con la figura di responsabile della produzione, responsabile della conduzione degli impianti di trasformazione, capo reparto di produzione e controllo di qualità, esperto nella valutazione dei prodotti.

Metodologie formative utilizzate
Le metodologie formative che verranno utilizzate sono le seguenti: - Lezione frontale - Problem solving - Discussione e confronto - Simulazione - Visite guidate - Attività di laboratorio

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto