Modellistica Idrologica - Corso Sul Software HEC HMS Modellazione eventi di piena (HHB)

Ruwa Srl
A Catanzaro

300 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso post laurea
  • Catanzaro
  • 16 ore di lezione
  • Durata:
    2 Giorni
  • Crediti:
Descrizione

Al termine del corso i partecipanti saranno in grado di eseguire la modellazione idrologica di un bacino idrografico con i metodi a parametri concentrati più utilizzati allo stato attuale (Idrogramma Unitario Istantaneo e Curve Number del Soil Conservation Service) al fine di valutare le principali caratteristiche della piena di progetto (portata massima, volume di deflusso, tempo di risposta, ecc.)

Informazione importanti Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Catanzaro
Catanzaro, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Conoscenza del software HEC-HMS

Cosa impari in questo corso?

La modellazione idrologica di un bacino idrografico
Valutare le principali caratteristiche della piena di progetto (portata massima

Professori

Dario Tricoli
Dario Tricoli
Ingegnere

Dario Tricoli, ingegnere idraulico, opera da oltre venti anni, in qualità di libero professionista e consulente di pubbliche amministrazioni, nel settore della sistemazione idraulica dei bacini idrografici con particolare riferimento all'utilizzo di modelli idrologici ed idraulici per la perimetrazione delle aree soggette a rischio idraulico e la individuazione e la progettazione degli interventi da mettere in atto per la mitigazione del rischio stesso.

Programma

Il corso prevede una prima fase introduttiva allo scopo di richiamare le conoscenze teoriche di base necessarie per una migliore comprensione degli argomenti trattati nel seguito con particolare riferimento ai metodi di stima della pioggia netta e della trasformazione afflussi-deflussi. In una seconda fase sarà illustrato il funzionamento delle componenti di base del programma HEC-HMS. Nella terza fase del corso saranno quindi svolte esercitazioni pratiche sull’uso di base del software e la sua l’implementazione in casi concreti.

Programma del corso

A - Richiami di Idrologia Tecnica

A.1 - Trasformazione afflussi-deflussi: metodi concettuali, statistici e formule empiriche

A.1.1 – Principali metodi per la separazione delle piogge

A.1.1 – Principali metodi per il calcolo delle caratteristiche dell'evento di piena

(tempo di corrivazione, portata massima, volume, ecc.)

B - Introduzione ad HEC HMS

B.1 – Principali caratteristiche

B.1.1 – Installazione

B.1.2 – Directory di lavoro e formati dei file utilizzati

B.1.3 – Divisione in moduli

B.2 – Possibilità di modellazione

B.2.1 – Limiti spaziali e temporali della modellazione

B.2.2 - Modellazione limitata al singolo evento

B.2.3 – Modellazione continua (solo con SMA)

C - I moduli fondamentali di HEC HMS: funzioni di base

C.1 – Il modello fisico del bacino idrografico (Basin Model)

C.1.1 – Principali elementi idrologici

C.2 – Il modello meteorologico (Meteorologic Model)

C.2.1 -Principali metodi pluviometrici utilizzati

C.3 – Le condizioni di controllo (Control Specification)

C.4 – Avvio della modellazione

D - La modellazione fisica del bacino idrografico (Basin Model)

D.1 – Predisposizione del Modello di Bacino

D.1.1 – Schema del modello

D.1.2 – Implementazione del modello

D.2 – Principali metodi di calcolo della pioggia netta (Loss Rate)

D.2.1 – Perdita iniziale + costante (Initial/Costant)

D.2.2 – Metodo Curve Number del Soil Conservation Service

D.3 – Principali metodi per la formazione della piena

D.3.1 - Idrogramma unitario del Soil Conservation Service

D.3.2 – Idrogramma unitario di Clark

D.3.3 - Idrogramma unitario definito dall'utente

D.4 – Metodi per la simulazione del deflusso di base

D.4.1 – Senza deflusso di base

D.4.2 – Deflusso di base costante mensilmente

D.5 – Principali metodi per la propagazione delle piene

D.5.1 - Tempo di ritardo (lag time)

D.5.2 – Metodo di Muskingum Cunge standard

D.5.3 – Metodo di Muskingum Cunge (sezione composta)

D.5.4 – Metodo cinematico

E - La modellazione meteorologica (Meteorologic Model)

E.1 Curve di possibilità pluviometrica

E.2 - Ietogrammi di progetto

E.2.1 – Forma e calcolo ietogramma (costante, Chicago, Alternating block method)

E.2.2 – Coeff. areale di distribuzione della pioggia

E.2.3 – Inserimento dati (stazioni pluviometriche)

E.3 - Metodi di distribuzione spaziale della pioggia

E.3.1 – Ietogramma definito dall'utente (User Hyetograph)

E.3.2 – Metodo dei Topoieti (calcolo pesi, user gage weigthing)

E.3.3 – Metodo della Curva di Possibilità Pluviometrica (Frequency Storm)

F - Le condizioni temporali (Control Specification)

F.1 – Impostazione degli intervalli temporali

G – Avviare una simulazione

G.1 - Predisposizione caratteristiche ed opzioni simulazione

G.2 – Avvio simulazione

G.3 – Interpretazione risultati simulazione

G.4 – Ottimizzazione parametri simulazione

Ulteriori informazioni

Richiesto accreditamento Aggiornamento Professionale Continuo (A.P.C.) per geologi

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto