Studio Yoga&Pilates

Studio Yoga&Pilates
A Torino

15 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Torino
  • 1 ora di lezione
Descrizione

Obiettivo del corso: Su prenotazione si fissano lezioni private di yoga, lezioni private di pilates matwork e piccoli atrezzi, lezioni di postural pilates matwork, fisiodanza; mini gruppi di 2-3 persone per la pratica dello yoga, fisiodanza e pilates. Sedute private di micromassaggio cinese e moxa, per aiutare ad armonizzare piccoli problemi fisiologici. Sedute individuali su richiesta a casa del cliente.
Rivolto a: I corsi dello STUDIO YOGA&PILATES sono rivolti e aperti a TUTTI: corsi di yoga a torino o lezioi private di yoga a torino - trattando essenzialmente pratiche di: asana (posture fisiche), pranayama (controllo del respiro), yoga nidra (rilassamento profondo). L’allineamento, la simmetria, la precisione nell’esecuzione degli asana, sono la base di questo stile che agisce a livello fisico, emozionale e mentale.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Torino
via PORTULA 13, 10149, Torino, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Requisiti

Per tutte le persone che vogliono approfondire, con le discipline olistiche, la consapevolezza del proprio corpo.

Programma

CORSI DI YOGA Le lezioni trattano essenzialmente pratiche fisiche: asana (posture) e pranayama (controllo del respiro) inteso come insieme di pratiche respiratorie finalizzate al governo dell’energia vitale. In queste lezioni vengono proposte varianti semplificate degli asana abbinati alla respirazione che favoriscono l’acquisizione di una corretta postura e lavorano su gli allineamenti di base, allungamenti e aperture articolari. Si cerca di portare il praticante ad un adattamento graduale agli asana superando le limitazioni personali. Le spiegazioni tecnico-pratiche e le raccomandazioni aiutano l’allievo a raggiungere una maggiore consapevolezza corporea. L’asana o posizione dona fermezza, salute e leggerezza al corpo, crea equilibrio mentale e previene l’incostanza della mente. Le asana non sono soltanto degli esercizi ginnici. Per eseguirle occorrono un luogo arioso e pulito. Possono essere eseguite da soli, in quanto gli arti del corpo forniscono i pesi e i contrappesi necessari. Colui che pratica le asana sviluppa agilità, equilibrio, resistenza e aumenta la propria vitalità. Le asana si sono perfezionate nei secoli così da esercitare ogni muscolo, nervo e ghiandola del corpo; assicurano un bel fisico, forte ed elastico, che non è legato dai muscoli e tengono il corpo lontano dalle malattie. Riducono la fatica e calmano. La loro prima importanza è nel fatto che allenano e disciplinano la mente. Sebbene lo yogi non sottovaluti il proprio corpo, non pensa soltanto alla perfezione fisica, ma anche a quella dei propri sensi, dell’anima, dell’intelletto e della mente. Lo yogi conquista il corpo con la pratica delle asana e ne fa un veicolo idoneo al proprio spirito. Eseguendo le asana, si ottiene per prima cosa la salute, che non è mera esistenza, ma uno stato di completo equilibrio del corpo, della mente e dello spirito.
PRINCIPI FONDAMENTALI PER LA PRATICA DELLO YOGA
I seguenti punti sono consigliati per un ottimo approccio alla pratica dello yoga, in modo che i benefici dello yoga possano essere concreti per qualsiasi tipo di praticante, dal livello base e preparatorio alle asana (posizioni dello yoga), ai livelli intermedio ed avanzato.
RESPIRAZIONE: respirare sempre attraverso il naso (almeno che non vengano date indicazioni contrarie), cercando di coordinare il respiro con la pratica dell’asana.
CONSAPEVOLEZZA: questa è fondamentale per tutte le pratiche dello yoga, dalle asana al pranayama e via dicendo. Le asana possono ad un primo momento interessare solo il nostro stato fisico, ma se aggiungiamo a questo la nostra consapevolezza ogni persona potrà andare ad armonizzare tutti i livelli del suo essere. Nello yoga ogni movimento deve essere sentito, deve essere consapevole, dobbiamo indirizzare la nostra concentrazione su quello che stiamo facendo in modo che tutto il nostro essere sia consapevole di come respiriamo, di come ci muoviamo, di cosa percepiamo.
RILASSAMENTO: può essere praticato in qualsiasi momento durante la pratica delle asana, specialmente quando vi sentite fisicamente o mentalmente stanchi.
ORARIO DELLA PRATICA: le asana possono essere praticate in qualsiasi ora del giorno. In ogni caso il momento ideale per la pratica superiore di yoga sarebbe due ore prima il sorgere del sole, è il momento più indicato perché l’atmosfera è pura e tranquilla, le attività di stomaco ed intestino sono ridotte, la mente è sostanzialmente vuota di pensieri in preparazione della lunga giornata. Il praticante troverà i muscoli più rigidi la mattina presto rispetto alla sera quando invece sono più flessibili. Anche la sera, due ore prima il tramonto è un periodo favorevole per la pratica.
LUOGO DELLA PRATICA: praticare in una stanza calma e tranquilla, o se si ha la possibilità anche all’aperto in un contesto piacevole. Non praticare dove c’è forte vento, al freddo, dove c’è aria sporca con fumo e odori spiacevoli.
COPERTA: per le pratiche utilizzare una coperta ripiegata preferibilmente di materiale naturale, che agirà da isolante tra il corpo e la terra. In alternativa utilizzare materassino da ginnastica per la pratica.
INDUMENTI: durante la pratica è meglio indossare abiti larghi, leggeri e comodi. Prima di iniziare la pratica togliere occhiali, orologi e gioielli.
SVUOTARE L’INTESTINO: sarebbe preferibile prima di iniziare la pratica delle asana svuotare l’intestino e la vescica.
STOMACO VUOTO: mentre praticate le asana lo stomaco dovrebbe essere vuoto e per essere sicuri non si dovrebbe praticare prima di due o tre ore dall’ultimo pasto.
NON SFORZARE: non esercitare mai uno sforzo non necessario quando praticate le asana. I principianti inizialmente potrebbero sentire la muscolatura rigida, ma dopo diverse settimane di pratica regolare saranno sorpresi di trovare che i muscoli sono diventati più flessibili.
LIMITI DI ETA’: le asana possono essere praticate da persone di ogni età, uomini e donne.
SOSPENSIONE DELLE ASANA: se si sente dolore eccessivo in qualsiasi parte del corpo, l’asana deve essere interrotta immediatamente, non mantenere mai un’asana se si prova del disagio, l’asana deve essere sempre comoda.
ASANA CAPOVOLTE: non devono essere praticate durante il periodo mestruale o nell’ultimo periodo della gravidanza. Importantissimo per assicurarsi che le tossine non vadano al cervello.
PILATES ginnastica efficace nel campo della riabilitazione posturale e nelle sintomatologie dolorose della schiena e delle articolazioni in genere. Tonificazione di tutti i muscoli, i glutei si rassodano e l’addome diviene piatto, si ottiene una maggiore elasticità, una maggiore forza muscolare, migliora la coordinazione e il portamento diviene più elegante.
COS’E’ IL PILATES?
Il Metodo Pilates (detto anche semplicemente Pilates) è un sistema di allenamento sviluppato all’inizio del 20° secolo da Joseph Pilates. Pilates ha scritto almeno due libri sul metodo Pilates: Return to Life through Contrology e Your Health: A Corrective System of Exercising That Revolutionizes the Entire Field of Physical Education.
I 6 principi del PILATES:
° Concentrazione ° Controllo ° Baricentro ° Fluidità ° Precisione ° Respirazione
Pilates ha chiamato il suo metodo Contrology, con riferimento al modo in cui il metodo incoraggia l’uso della mente per controllare i muscoli. È un programma di esercizi che si concentra sui muscoli posturali, cioè quei muscoli che aiutano a tenere il corpo bilanciato e sono essenziali a fornire supporto alla colonna vertebrale. In particolare, gli esercizi di Pilates fanno acquisire consapevolezza del respiro e dell’allineamento della colonna vertebrale rinforzando i muscoli del piano profondo del tronco, molto importanti per aiutare ad alleviare e prevenire mal di schiena.
I campi di applicazione del metodo Pilates
I campi di applicazione del Metodo Pilates spaziano dal fitness, per il semplice mantenimento del benessere fisico, al campo specialistico della riabilitazione ortopedica, attraversando la complementarietà all’allenamento sportivo o l’integrazione alla preparazione dei ballerini.
L’estrema versatilità del metodo Pilates lo rendono unica nel suo genere. Le persone che frequentano gli Studi Pilates di tutto il mondo sono le più varie.
Pilates come fisioterapia
Il metodo Pilates nasce come fisioterapia e si pone oggi all’attenzione del campo della riabilitazione come una innovativa tecnica di ginnastica posturale e di terapia riabilitativa. Il coinvolgimento di mente e corpo garantisce un risultato profondo e duraturo.
Pilates per i professionisti o manager
Mantenersi in forma ottimizzando i tempi da dedicare all’attività fisica. Un’opportunità di allenarsi, fissando gli appuntamenti in base alle proprie esigenze, con la massima flessibilità negli orari.
Pilates per chi è stanco dei ritmi infernali
Per chi decide di allenarsi in un ambiente rilassato, senza i ritmi serrati scanditi da una musica assordante e nel rispetto dei propri tempi interiori.
Pilates per chi vuole un metodo personalizzato
Gli amanti del benessere psico-fisico, che esigono un risultato concreto e tangibile con un impegno individualizzato e dosato, trovano nel metodo Pilates la sintesi delle loro esigenze.
Pilates nello sport
Il metodo Pilates è veramente flessibile e si adatta perfettamente agli sportivi che integrano la preparazione atletica o che eseguono programmi riabilitativi post traumatici.
Pilates e la gravidanza
Le donne in gravidanza che preparano corpo e mente al parto, trovano nel metodo Pilates adeguati programmi di preparazione. Dopo la gravidanza il metodo Pilates consente un rapido recupero del tono muscolare e della flessibilità articolare.
Pilates per la terza età
Gli anziani, che vogliono ritrovare l’elasticità del corpo e la giovinezza della mente, si rivolgono sempre più numerosi alla tecnica Pilates, che consente la più ampia gradualità nell’esecuzione degli esercizi e si adatta alle più svariate situazioni fisiche.
Pilates nella danza
I ballerini trovano una specifica applicazione del Metodo Pilates per la danza classica, jazz, contemporanea ecc. L’esperienza maturata in anni ed anni di contiguità ha prodotto protocolli applicativi specifici per la danza.
Pilates e gli adolescenti
Il metodo Pilates è un valido metodo di ginnastica posturale ed interviene efficacemente nei vizi posturali attraverso un programma variato e divertente, contribuendo alla prevenzione di futuri problemi posturali.
Pilates come integrazione della fisioterapia
I pazienti sottoposti a trattamenti di fisioterapa che, di concerto con il terapista, intendono integrare le terapie con una sana attività psico-fisica, possono rivolgersi in assoluta sicurezza al metodo Pilates.
Pilates e la dieta dimagrante
Chi si sottopone ad una dieta dimagrante ha la necessità di consolidare la forma fisica raggiunta tonificando la muscolatura per rimodellare le proprie forme con particolare attenzione ai glutei e all’addome. Nessun altro metodo di allenamento offre risultati rapidi ed efficaci quanto il metodo Pilates.
“Poco movimento ben programmato ed eseguito con precisione in una sequenza bilanciata ha lo stesso valore di ore di contorsioni forzate e fatte in modo approssimativo.” Joseph H. Pilates.
PROGRAMMA CORSO PILATES
Esercizi Pilates Matwork:

  • Hundred (cento)
  • Rool up (rotolamento e riallineamento della schiena)
  • Leg circle (cerchi con le gambe e stiramento)
  • Ball (rotolamenti incurvati)
  • Single leg stretch
  • Double leg stretch
  • Single straight leg stretch
  • Double straight leg stretch (forbici)
  • Criss-cross
  • Spine stretch (raddrizzando la schiena nel ritorno)
  • Saw (la lima)
  • Open leg rock
  • Open leg rock con rotolamento a gambe tese
  • Corkscreve (il cavatappi)
  • Single leg kick
  • Double leg kick (con le mani dietro la schiena ed inarcamento finale)
  • Swan dive (tuffo del cigno con stretch finale in ginocchio)
  • Neck pull
  • Esercizio di contrazione e respirazione per la tonicità e definizione dell’addome
  • Esercizi col pallone terapeutico

    FISIODANZA unendo la tecnica della danza classica con le pratiche olistiche si modellano movimenti fluidi ed armonici che aiutano il corpo a muoversi in modo creativo e con ritmo, rispettando i meccanismi fisiologici del proprio corpo. Lo scopo è quello di porre un’attenzione speciale alla biomeccanica degli esercizi fisici e potenziare quei gruppi muscolari e articolari che vengono usati nello studio della danza

  • Confronta questo corso con altri simili
    Leggi tutto