Universita della Tuscia

      INGEGNERIA INDUSTRIALE (L-9) - INSEGNAMENTI - (DEIM)

      Universita della Tuscia
      A

      Prezzo da consultare
      Preferisci chiamare subito il centro?
      33312... Leggi tutto
      Chiedi informazioni a un consulente Emagister

      Informazioni importanti

      Tipologia Corso post laurea
      Durata 3 Anni
      Inizio Scegli data
      • Corso post laurea
      • Durata:
        3 Anni
      • Inizio:
        Scegli data
      Descrizione

      Il Corso di Laurea in Ingegneria Industriale nasce come risposta alle esigenze di un territorio ricco di realtà industriali sia di tipo manifatturiero, che dei servizi. La meccanica in particolare rappresenta sia nel territorio limitrofo che nell'intero paese una elevata percentuale della produzione industriale.
      Il Corso di Laurea in Ingegneria Industriale dell'Università della Tuscia forma un professionista con una solida preparazione tecnica di base negli ambiti culturali propri dell'ingegneria industriale e dotato delle competenze specifiche negli ambiti meccanico ed energetico, privilegiando le conoscenze di base e gli aspetti metodologici.
      Il laureato in Ingegneria Industriale è pertanto un tecnico con preparazione universitaria, in grado di svolgere la progettazione esecutiva di prodotto e di processo, lo sviluppo di prodotti, l'installazione e il collaudo di macchine e di sistemi, la manutenzione e la gestione dei reparti produttivi, la scelta delle tecnologie e la loro integrazione, l'innovazione di prodotto e di servizio, l'analisi degli investimenti, nonché lo svolgimento di attività di promozione, vendita ed assistenza tecnica.
      La molteplicità dei settori che richiedono le competenze di un Ingegnere Industriale, ha consigliato di rendere possibile la diversificazione e l'approfondimento della preparazione degli allievi nei campi della meccanica, dell'energia e delle tecnologie meccaniche.

      Strutture (1)
      Dove e quando
      Inizio Luogo
      Scegli data
      Inizio Scegli data
      Luogo

      Da tener presente

      · A chi è diretto?

      Le conoscenze acquisite dal laureato in ingegneria industriale gli consentono di svolgere attività professionali in diversi ambiti: stabilimenti di industrie meccaniche ed elettromeccaniche, impianti per la produzione di energia elettrica, imprese impiantistiche ed imprese manifatturiere, aziende pubbliche e private di servizi, società di ingegneria, enti pubblici e privati operanti nel settore dell'approvvigionamento energetico, attività libero professionale di progettazione e/o consulenza. Gli sbocchi professionali, secondo gli ambiti disciplinari previsti nel corso di studi, sono: area dell'ingegneria energetica: aziende municipali di servizi; enti pubblici e privati operanti nel settore dell'approvvigionamento energetico; aziende produttrici di componenti di impianti elettrici e termotecnici; studi di progettazione in campo energetico; aziende ed enti civili e industriali in cui è richiesta la figura del responsabile dell'energia; area dell'ingegneria meccanica: industrie meccaniche ed elettromeccaniche; aziende ed enti per la conversione dell'energia; imprese impiantistiche; industrie per l'automazione e la robotica; imprese manifatturiere in generale per la produzione, l'installazione ed il collaudo, la manutenzione e la gestione di macchine, linee e reparti di produzione, sistemi complessi;

      · Requisiti

      Il corso di laurea in Ingegneria Industriale è un corso a programmazione locale con un numero programmato di accessi pari a 150. Per iscriversi al primo anno del corso di Laurea in “Ingegneria Industriale” dell’Università degli Studi della Tuscia è necessario sostenere una prova di ammissione finalizzata ad accertare l’attitudine e la preparazione agli studi dello studente.

      Domande e risposte

      Comunicaci i tuoi dubbi,altri utenti potranno risponderti

      Cosa impari in questo corso?

      Produzione
      Servizi
      Ingegneria industriale
      Ingegneristiche
      Matematici
      Informatici
      Metodologie
      Meccanica
      Costruzione
      Fluidodinamica

      Programma

      Obiettivi formativi:
      • conoscenza delle basi fisiche e chimiche e degli strumenti matematici ed informatici utili per le applicazioni ingegneristiche;
      • conoscenza delle basi tecniche e delle metodologie utilizzate nell'ambito dell'ingegneria industriale;
      • conoscenze e capacità nei settori specifici dell'ingegneria industriale: meccanica applicata, costruzione di macchine, meccanica dei fluidi e termo fluidodinamica, macchine a fluido e termiche, tecnologie di produzione, impianti industriali e relativi servizi tecnici;
      • conoscenze e capacità nell'ambito della logistica, della mobilità sostenibile e dei loro collegamenti con la formazione nell'ambito dell'ingegneria industriale;
      • capacità di utilizzare tecniche e strumenti per la progettazione di componenti, sistemi, processi e di utilizzare nuovi materiali (nanotecnologie);
      • capacità di condurre esperimenti e di analizzarne ed interpretarne i dati;
      • capacità di operare in autonomia e di lavorare in modo efficace in gruppi di lavoro, anche interdisciplinari;
      • capacità di comunicare efficacemente, in forma scritta e orale, in italiano e inglese;
      • capacità di aggiornare continuamente le proprie conoscenze;
      • capacità di adattamento alle varie situazioni industriali.

      Il raggiungimento di questi obiettivi permetterà al laureato sia la prosecuzione degli studi, con una adeguata preparazione, sia un rapido inserimento nel mondo del lavoro, grazie alle capacità di aggiornamento e di adattamento e alle svariate esigenze professionali derivante dalle competenze culturali e metodologiche acquisite.

      Il percorso formativo del laureato in ingegneria industriale si articola pertanto su due livelli:

      1. formazione di base in matematica, fisica e chimica;
      2. conoscenze fondamentali nell'ambito dell'ingegneria meccanica, dell'ingegneria energetica e dell'ingegneria dei materiali.

      Il percorso formativo prevede che lo studente superi 20 esami di profitto, oltre alla idoneità linguistica, di cui 16 obbligatori, comprendenti tutti i CFU delle materie di base e caratterizzanti, e 4 scelti in una rosa più ampia di corsi su materie affini, distribuiti tra il primo e il secondo anno.


      Confronta per scegliere al meglio:
      Leggi tutto