Ingegneria Civile-Ambientale

Seconda Università degli Studi di Napoli
A Caserta

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Laurea
  • Caserta
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Caserta
Viale Beneduce 10 , 81100, Caserta, Italia
Visualizza mappa

Programma

Obiettivi formativi specifici
Il laureato in Ingegneria Civile-Ambientale avrà le competenze professionali necessarie per affrontare un'ampia categoria di problemi riguardanti il settore delle costruzioni civili, della parte civile delle costruzioni industriali, delle opere infrastrutturali e degli insediamenti civili sul territorio, degli interventi finalizzati alla difesa del suolo ed alla prevenzione dei rischi ambientali.
Per raggiungere tale obiettivo il laureato in Ingegneria Civile "Ambientale dovrà riconoscere adeguatamente gli aspetti metodologico-operativi dell'analisi matematica, della fisica sperimentale, della geometria e dei sistemi di elaborazione. Egli dovrà altresì conoscere gli aspetti metodologico-applicativi delle scienze caratterizzanti l'Ingegneria Civile e l'Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio nonché quelli di altre discipline ingegneristiche affini, maturando la capacità di utilizzare metodi, tecniche e strumenti aggiornati. Tali conoscenze gli consentiranno di individuare, formulare e risolvere le problematiche essenziali e meno complesse del settore civile e di quello ambientale, assicurandogli peraltro ampia autonomia nella progettazione, gestione e valutazione di attività sperimentali anche di particolare difficoltà.
Tale figura professionale sarà inoltre capace di comprendere la rilevanza socio-economica delle soluzioni ingegneristiche adottate o di considerare le proprie responsabilità professionali ed etiche. Egli avrà infine capacità relazionali e decisionali, saprà comunicare efficacemente anche in lingua inglese e possiederà gli strumenti cognitivi di base per l'aggiornamento continuo delle proprie conoscenze.
Il corso di laurea sarà articolato nei quattro curricula sottoindicati, dei quali i primi tre di tipo "formativo" ed il quarto di tipo "professionalizzante". I primi tre consentiranno all'allievo di affrontare il percorso della laurea specialistica con il riconoscimento di tutti i crediti già acquisiti.
  • "curriculum civile" Questo laureato avrà approfondito numerosi aspetti delle discipline fisico-matematiche di base ed avrà fortemente ampliato le conoscenze teoriche ed applicative di tutte le discipline caratterizzanti l'Ingegneria Civile. Egli pertanto avrà completato un percorso didattico di tipo "formativo", finalizzato ad approfondire sotto l'aspetto sia contenutistico che metodologico le discipline classiche del settore. Tale maturazione teorico-applicativa gli consentirà di affrontare il successivo biennio della laurea specialistica in Ingegneria Civile senza dover colmare alcun debito formativo, ossia con il pieno riconoscimento di tutti i crediti acquisiti.
  • "curriculum edile" Questo laureato avrà approfondito numerosi aspetti delle discipline fisico-matematiche di base ed avrà fortemente ampliato le conoscenze teoriche ed applicative di tutte le discipline caratterizzanti l'Ingegneria Edile. La figura formata avrà particolari competenze nel settore della progettazione edile, della tecnologia dei materiali per l'edilizia, dell'architettura tecnica, del risanamento e del recupero edilizio. Tale maturazione teorico-applicativa gli consentirà di affrontare il successivo biennio della laurea specialistica in Ingegneria Civile senza dover colmare alcun debito formativo, ossia con il pieno riconoscimento di tutti i crediti acquisiti.
  • "curriculum ambientale" Questo laureato avrà approfondito numerosi aspetti delle discipline fisico-matematiche di base ed avrà fortemente ampliato le conoscenze teoriche ed applicative di tutte le discipline caratterizzanti l'Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio. La figura formata avrà particolari competenze nel settore della programmazione, pianificazione e gestione delle risorse ambientali, nella prevenzione del rischio idrogeologico e dei rischi connessi all'?inquinamento atmosferico e delle risorse idriche. Tale maturazione teorico-applicativa gli consentirà di affrontare il successivo biennio della laurea specialistica in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio senza dover colmare alcun debito formativo, ossia con il pieno riconoscimento di tutti i crediti acquisiti.
  • "curriculum tecnico cantieristico" La figura professionale formata avrà particolari competenze nel settore delle infrastrutture stradali, delle infrastrutture idrauliche, nella organizzazione e gestione dei cantieri, nella contabilizzazione dei lavori, nella progettazione, manutenzione e recupero di opere infrastrutturali. Pertanto tale figura sarà in grado di dirigere e controllare con piena autonomia processi costruttivi di tipo ricorrente nei settori della viabilità, delle opere idrauliche, delle costruzioni industriali, delle opere infrastrutturali di urbanizzazione.

    Il tempo riservato allo studio personale o ad altre attività formative di tipo individuale è pari almeno al 50 % dell'impegno orario complessivo, con possibilità di percentuali minori per singole attività formative ad elevato contenuto sperimentale o pratico.

    Conoscenze richieste per l'accesso (art.6 D.M. 509/99)
    La Facoltà di Ingegneria della Seconda Università degli studi di Napoli ritiene che le conoscenze minime necessarie per frequentare proficuamente i corsi del primo anno consistono essenzialmente nei fondamenti di matematica, fisica e scienze tradizionalmente impartiti nelle scuole secondarie superiori. E' anche richiesta una cultura generale adeguata alla professionalità tipica degli ingegneri del nostro Paese.
    La Facoltà organizza ogni anno una prova di accertamento dei requisiti sopra riassunti, come previsto dalla legge.
    La Facoltà, inoltre, organizza ogni anno un "corso di accoglienza", che precede l'inizio dei corsi del primo anno, finalizzato ad agevolare l'inserimento nell'Università dei neo-diplomati e a consentire loro di colmare le eventuali lacune emerse nella prova di accertamento dei requisiti.

    Caratteristiche della prova finale
    La laurea in Ingegneria Civile-Ambientale si consegue dopo aver superato una prova finale, consistente nella discussione di una relazione scritta e/o di elaborati grafici prodotti dallo studente sotto la guida di un relatore riguardanti:
  • attività svolte in un laboratorio di ricerca, ovvero
  • attività di tirocinio svolto anche in strutture private, ovvero
  • attività di ricerca bibliografica.

    Ambiti occupazionali previsti per i laureati
    In sintesi, il laureato in Ingegneria Civile-Ambientale svolgerà attività professionali in diversi ambiti, quali la progettazione assistita, la produzione, la gestione ed organizzazione di costruzioni civili ed opere infrastrutturali, l'assistenza delle strutture tecnico-commerciali, operando sia nella libera professione che nelle imprese manifatturiere o di servizi e nelle amministrazioni pubbliche.
    I principali sbocchi occupazionali possono essere così individuati: imprese di costruzione e manutenzione di opere civili, impianti ed infrastrutture civili; studi professionali e società di progettazione di opere, impianti ed infrastrutture; uffici pubblici di progettazione, pianificazione, gestione, rilevamento e controllo di sistemi urbani e territoriali; aziende, enti, consorzi ed agenzie di gestione e controllo dei sistemi di opere e servizi in ambito civile; società di servizi per lo studio di fattibilità dell'impatto urbano e territoriale delle infrastrutture civili.

    Lauree specialistiche alle quali sarà possibile l'iscrizione (senza debiti formativi)
    28/S Lauree spec. in ingegneria civile
    38/S Lauree spec. in ingegneria per l'ambiente e il territorio

    Attività di base
    Fisica e chimica

    CFU 10 - 10
    FIS/01: FISICA SPERIMENTALE
    Matematica, informatica e statistica

    CFU 26
    ING-INF/05: SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONIMAT/03: GEOMETRIAMAT/05: ANALISI MATEMATICAMAT/07: FISICA MATEMATICA
    Attività caratterizzanti
    Ingegneria ambientale e del territorio

    CFU 30
    ICAR/01: IDRAULICAICAR/02: COSTRUZIONI IDRAULICHE E MARITTIME E IDROLOGIAICAR/03: INGEGNERIA SANITARIA - AMBIENTALEICAR/05: TRASPORTIICAR/06: TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIAICAR/07: GEOTECNICAICAR/08: SCIENZA DELLE COSTRUZIONIICAR/09: TECNICA DELLE COSTRUZIONIICAR/20: TECNICA E PIANIFICAZIONE URBANISTICAING-IND/24: PRINCIPI DI INGEGNERIA CHIMICAING-IND/25: IMPIANTI CHIMICI
    Ingegneria civile

    CFU 59
    ICAR/01: IDRAULICAICAR/02: COSTRUZIONI IDRAULICHE E MARITTIME E IDROLOGIAICAR/04: STRADE, FERROVIE E AEROPORTIICAR/05: TRASPORTIICAR/06: TOPOGRAFIA E CARTOGRAFIAICAR/07: GEOTECNICAICAR/08: SCIENZA DELLE COSTRUZIONIICAR/09: TECNICA DELLE COSTRUZIONIICAR/10: ARCHITETTURA TECNICAICAR/17: DISEGNO
    Ingegneria gestionale

    CFU 3 - 3
    ING-IND/35: INGEGNERIA ECONOMICO-GESTIONALE
    Attività affini o integrative
    Cultura scientifica, umanistica, giuridica, economica, socio-politica

    CFU 5
    BIO/07: ECOLOGIABIO/19: MICROBIOLOGIA GENERALECHIM/07: FONDAMENTI CHIMICI DELLE TECNOLOGIEIUS/10: DIRITTO AMMINISTRATIVOIUS/21: DIRITTO PUBBLICO COMPARATOM-STO/05: STORIA DELLA SCIENZA E DELLE TECNICHE
    Discipline ingegneristiche

    CFU 20
    ICAR/14: COMPOSIZIONE ARCHITETTONICA E URBANAICAR/18: STORIA DELL'ARCHITETTURAICAR/22: ESTIMOING-IND/09: SISTEMI PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE ING-IND/10: FISICA TECNICA INDUSTRIALE ING-IND/11: FISICA TECNICA AMBIENTALE ING-IND/22: SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALIING-IND/31: ELETTROTECNICAING-IND/33: SISTEMI ELETTRICI PER L'ENERGIAING-INF/02: CAMPI ELETTROMAGNETICI Altre attività formativeA scelta dello studenteCFU 9Per la prova finaleCFU 6
    Prova finale
    CFU 6
    Lingua straniera
    CFU 3Altre (art. 10, comma 1, lettera f )
    Tirocini
    CFU 6
    Altro
    CFU 3Totale CFU 27

    Totale Crediti CFU 180

    Docenti di riferimento

    DI NATALE Michele
    GOLIA Umberto Mario
    GRECO Roberto
    MANDOLINI Alessandro
    MIGLIORE Mario Rosario
    PICARELLI Luciano

    Previsione e programmazione della domanda
    Programmazione nazionale delle iscrizioni al primo

  • Confronta questo corso con altri simili
    Leggi tutto