Multivision Designer

Artedata
Online

520 
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Master
  • Online
  • 80 ore di studio
  • Durata:
    3 Mesi
  • Quando:
    Flessible
  • Stage / Tirocinio
  • Campus online
  • Invio di materiale didattico
  • Servizio di consultazione
  • Tutoraggio personalizzato
  • Lezioni virtuali
Descrizione

Corso online sulla Multi Vision Design in ambito museale ed espositivo, con la progettazione di pattern visive monomediali, multimediali, interattive, touch e multitouch.

Informazione importanti Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo Orario
Flessible
Online

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

L’obiettivo del corso è formare una figura professionale nuova ma già molto richiesta, quella dell’ “Esperto in Multivision e Experience Design”. Un profilo molto vicino a quello dell’esperto in comunicazione culturale ma con adeguate e solide competenze nelle nuove tecnologie dell’informazione e della multimedialità. Le competenze che saranno acquisite attraverso il progetto formativo sono infatti molto tecniche e specifiche sulla comunicazione e realizzazione di impianti tecnologici “multi-visuali” con l’illustrazione di metodi e software specifici. Microobiettivo del corso è formare esperti definiti “Multivision Designer”, figura di supporto all’allestitore o curatore museale/culturale, in grado di venire incontro alla necessità sempre più sentita, di far interagire i fruitori/visitatori, attraverso esperienze multimediali mirate e suggestive, per superare la distanza che li separa dal patrimonio culturale, realizzando esperienze di visita più complete, coinvolgenti ed empatiche.

· A chi è diretto?

Il corso è rivolto in particolar modo a tutti coloro i quali abbiano intrapreso un percorso formativo di tipo umanistico. Laureati o laureandi in facoltà umanistiche o di architettura e design, comprese scienze della comunicazione, scienze della formazione. Possono frequentare il corso persone che anche in assenza di un titolo specifico, dimostrino a livello curriculare esperienza nel settore culturale ed espositivo che vogliano certificare la propria esperienza.

· Requisiti

Non sono richieste nozioni tecniche particolari. E' necessario avere una conoscenza di informatica di base e disporre di un computer connesso a Internet per poter realizzare il corso. Va bene anche un tablet.

· Titolo

A ultimazione del corso viene rilasciato un attestato di corso master di I livello. I corsi Artedata sono erogati da un Centro di Ricerca validato dal M.I.U.R. iscritto nell'Anagrafe Nazionale delle Ricerche. Sull'attestato vengono riportate le ore di attività per il conteggio dei crediti formativi (CF) conformi al Sistema europeo di crediti per l’istruzione e la formazione professionali (ECVET) e nel rispetto degli standard sanciti dal CV Europass. Decisione (CE) n. 2241/2004 GU L 390 del 21.12.2004.

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Il corso, completamente rinnovato e costantemente aggiornato dai nostri docenti, offre la possibilità di apprendere le ultime novità nel campo delle nuove tecnologie e dell'ICT nella museografia e nella museologia. Con un metodo di apprendimento il più possibile diretto, tecnico e operativo, con suggerimenti pratici ed esercitazioni pratiche.

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

La procedura di iscrizione del regolamento Artedata prevede che il candidato compili il modulo di pre-iscrizione presente in fondo alla pagina di ciascun corso, in tutte le sue parti, compilando i campi relativi alla formazione e all'esperienza eventuale nel settore. Successivamente il candidato riceverà una email di idoneità di partecipazione (non vincolante), l'email contiene anche le modalità specifiche per poter perfezionare l'iscrizione.

· Ho letto che è previsto un workshop finale in aula, è obbligatorio? Dove si svolge?

Il workshop frontale in aula, è da noi consigliato ma non obbligatorio al fine del completamento del percorso formativo e dell'ottenimento dell'attestazione finale. Costituisce un momento di confronto e approfondimento col docente e con altri allievi. Viene organizzato generalmente ogni semestre, con durata di due giorni, generalmente un fine settimana, nella sede Artedata di Matera o Firenze.

· Nel caso non si riesca a ultimare il corso nel tempo prestabilito, è possibile un prolungamento?

Sì, è possibile prolungare il proprio account, senza costi, basterà farne richiesta al tutor online assegnato dalla Scuola Artedata.

Cosa impari in questo corso?

Ict per i beni culturali
Informatica per i beni culturali
Design e multimedia
Allestimenti museali multimediali
Beni culturali
Nuove tecnologie
Arte
Musei
Design multimediale
Design management

Professori

Domenico Bennardi
Domenico Bennardi
Esperto ICT Beni Culturali

Laurea vecchio ordinamento presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Firenze, Domenico Bennardi si occupa di ICT e Beni Culturali da oltre 10 anni e insegna da oltre 8 anni. Autore del volume "Il restauro virtuale tra ideologia e metodologia (Edifir Firenze 2008) è stato tra i soci fondatori del Centro di Studi informatici per l'Arte a Firenze e del Centro per l'Arte Contemporanea "QUARTER". E' stato ed è docente in vari contesti, tra cui due edizioni del Master in "Psicologia dell'Arte e dell'Organizzazione Museale dell’Università La Sapienza; il Master in ICT ...

Francesco Luglio
Francesco Luglio
Esperto ICT Beni Culturali

Programma

Programma didattico (aggiornato 2017):

Unità 1 – INFORMATICA UMANISTICA
Informatica umanistica – concetti fondamentali
Intranet e Internet – le reti museali

Unità 02 – LA FIGURA PROFESSIONALE DEL MULTIVISION DESIGNER
La figura professionale del Multivision Designer
Lo scenario di riferimento.

Unità 03 – NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALL’AMBITO MUSEALE
La comunicazione museale. Musei e nuove tecnologie. Parte prima
La comunicazione museale. Musei e nuove tecnologie. Parte seconda Pagina
Tecnologie multimediali – mono e multitouch
Tecnologie multimediali – gli ologrammi (cenni e fondamenti tecnici)
I Virtual Book
Esempio di virtual book Pagina
Realizzare un Virtual Book

Unità 04 – SISTEMI FRUITIVI DIFFUSI. I VIRTUAL TOUR
Sistemi fruitivi diffusi. I virtual tour
Realizzare un virtual tour con Panorama Factory
Esercizio virtual tour con Panorama Factory
Creare un virtual tour Photo Sphere

Unità 05 – STRUMENTI SOFTWARE PER LA PANNELLONISTICA
Strumenti multimediali: Adobe Photoshop
Strumenti multimediali: Adobe Illustrator

Unità 05 – STRUMENTI SOFTWARE PER LA MULTIMEDIALITA’
Introduzione ad Adobe Flash
Adobe Flash – le animazioni ovvero le interpolazioni
Adobe Flash – Pulsanti di interazione

ELABORATO FINALE
L’elaborato finale o Tesi finale può essere realizzata scegliendo tra i seguenti due ambiti:
– APPROFONDIMENTO DI UN ARGOMENTO IN PARTICOLARE DEL PERCORSO FORMATIVO
– IPOTESI DI UN PROGETTO CULTURALE
Nel primo caso l’allievo può approfondire uno degli argomenti trattati nelle unità precedenti, proponendo un argomento specifico. E’ possibile scegliere una competenza o ambito in cui si pensa di poter essere maggiormente portati per formazione o esperienza personale, o per capacità e attitudini personali. La scelta dell’argomento dovrebbe essere concordata in modo preliminare con il tutor del corso.
Nel secondo caso si chiede di procedere con un’ipotesi di progetto culturale (o valorizzazione culturale) di tipo innovativo, ovvero che preveda l’uso o applicazioni di una tecnologia digitale, da realizzare in forma simulata.

Ulteriori informazioni

Sbocchi: Dall'osservazione diretta del trand sugli allestimenti di mostre e di centri e parchi culturali, considerando il livello tecnologico raggiunto (e in continua crescita) negli allestimenti, si prevede una ricaduta occupazionale di ampio ventaglio da parte di strutture pubbliche e private operanti nei settori dei beni culturali e dell'ICT. 
Questo vale sia nei luoghi che ospitano collezioni culturali (i musei, le chiese, i castelli, i palazzi, etc.) sia e soprattutto nei sistemi culturali tematici quali parchi e centri che formano i cosiddetti “parchi di esperienza”. Parchi di esperienza impliciti come per le visite a centri storici urbani ed altri luoghi di “civiltà culturale” caratterizzati da una ricca, ma difficilmente decifrabile, stratificazione di memorie storiche, documentali, letterarie e biografiche, animabili mediante le soluzioni del nuovo storytelling digitale ed espliciti come nel caso dei parchi a tema (i parchi archeologici e naturalistici, i percorsi tematici, etc., animabili mediante centri di interpretazione e soluzioni a supporto della scoperta interattiva di luoghi, segni e scenari).

Altre info sul sito ufficiale della scuola Artedata www.artedata.it

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto