CORSO PER ODV COMPONENTI DEGLI ORGANISMI DI VIGILANZA (D.LGS. 231/01)

MODI S.R.L.
A Mestre

220 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Seminario intensivo
  • Livello base
  • Mestre
  • 8 ore di lezione
  • Durata:
    Flessible
Descrizione

MODALITA’: il corso prevede la partecipazione di pochi partecipante affinché gli stessi vengano coinvolti dai docenti in esercitazioni e analisi di casistiche. La finalità è quella di sollecitarne l’interesse, favorire la discussione su casi pratici provenienti dalla loro esperienza
Argomenti trattati dal docente esperto giurista d’Impresa: I modelli organizzativi: realizzazione, caratteristiche e verifica dell’efficacia e il ruolo, le funzioni, la composizione dell’ODV - Organismo di Vigilanza.
- REQUISITI di un buon Modello di Organizzazione e Gestione previsto dal D. Lgs. 231/01 e secondo la Delibera n. 32 del 20/01/2016 determinazione linee guida per l’affidamento di servizi a Enti del terzo settore e alle cooperative sociali.
- RUOLO e FUNZIONI dell’Organismo di Vigilanza;
- COMPOSIZIONE dell’Organismo di Vigilanza;
- VIGILANZA esercizio dell’attività di vigilanza e l’ambito dei poteri dell’Organismo di Vigilanza;
- ODV regolamento dell’Organismo di Vigilanza;
- VIGILANZA quando è omessa vigilanza;
- RIVALSA da parte dell’Ente e la responsabilità civile;
- VIOLAZIONI del Modello di Organizzazione e Gestione e la proposta di applicazione delle sanzioni in esso previste;
- ARTICOLO 30 del D. Lgs. 81/08 sui modelli organizzativi e sistemi di gestione della sicurezza BS OHSAS 18001 come base per lo sviluppo di un M.O.G.;
- EFFICACE APPLICAZIONE verifica dell’applicazione e il supporto delle funzioni aziendali all’applicazione del M.O.G.: internal audit, preposti;
- COMPLIANCE AUDITING analisi del processo, analisi del sistema di controllo, analisi dei comportamenti, conclusioni;
- ESERCITAZIONI di gruppo e test di verifica apprendimento individuale con consegna esempi di verbali e relazioni periodiche dell’Organismo di Vigilanza.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Mestre
Via Volturno 4/E, 30370, Venezia, Italia
Visualizza mappa

Domande più frequenti

· Quali sono gli obiettivi del corso?

Il corso per ODV COMPONENTI DEGLI ORGANISMI DI VIGILANZA (D.LGS. 231/01) approfondisce i requisiti deve avere un componente dell'Organismo di Vigilanza. Ai sensi dell’art. 6 del D.Lgs. 231/01, il compito di vigilare sul funzionamento e l'osservanza dei modelli di organizzazione e gestione, nonché di curare il loro aggiornamento deve essere affidato a un organismo dell'ente dotato di autonomi poteri di iniziativa e di controllo. L’ODV Organismo di Vigilanza è quindi uno degli elementi essenziali del modello di organizzazione previsto nel D. Lgs. 231/01. La questione dell’Organismo di Vigilanza è certamente delicata, anche a causa della generica definizione dei requisiti dello stesso rintracciabile nella normativa. Con le nuove linee guida dell'ANAC (DGR 32 del 20/01/2016) e il DGR 2120 della Regione Veneto del 30/12/2015 questo argomento in questi giorni è più che mai attuale. Per iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero verde 800300333.

· A chi è diretto?

CORSO PER ODV COMPONENTI DEGLI ORGANISMI DI VIGILANZA (D.LGS. 231/01) REQUISITI di un buon Modello di Organizzazione e Gestione previsto dal D. Lgs. 231/01 e secondo l’ANAC la Delibera n. 32 del 20/01/2016 determinazione linee guida per l’affidamento di servizi a Enti del terzo settore e alle cooperative sociali – durata 8 ore valido come aggiornamento per RSPP e ASPP.

· Requisiti

nessuno

· Titolo

CORSO PER ODV COMPONENTI DEGLI ORGANISMI DI VIGILANZA (D.LGS. 231/01)

· In cosa si differenzia questo corso dagli altri?

Corso che rilascia crediti RSPP e all'interno informazioni riguardo il DGR2120

· Quali saranno i passi successivi alla richiesta di informazioni?

Appena riceveremo la richiesta informazioni. Le chiediamo gentilmente di lasciare i riferimenti per essere contattato. MODI offre sopralluoghi gratuiti per verificare lo stato dell'azienda in modo da fare un preventivo di spesa personalizzato alle Vostre reali esigenze

· Cos’è l’Organismo di Vigilanza?

L’Organismo di Vigilanza è una componente caratteristica e centrale del Modello Organizzativo 231. L’Organismo di Vigilanza può essere monocratico o collegiale, con componenti interni e/o esterni. L’autonomia, l’indipendenza, la professionalità e la continuità d’azione sono i principali attributi che devono caratterizzare un Organismo di Vigilanza. Il Legislatore, in una recente integrazione del D.Lgs.231/01 ha specificato che il Collegio Sindacale può ricoprire il ruolo di OdV. Per gli enti di piccole dimensioni, il D.Lgs. 231/2001 prevede che l’Organismo di Vigilanza possa coincidere direttamente con l’organo amministrativo. L’Organismo di Vigilanza è generalmente responsabile di: proporre gli adattamenti e aggiornamenti del Modello (ad esempio, a seguito di mutamenti nell’organizzazione o nell’attività della Società, di modifiche al quadro normativo di riferimento, di anomalie o violazioni accertate delle prescrizioni del Modello stesso); vigilare e controllare l’osservanza e l’efficace attuazione del Modello da parte dei destinatari (ad esempio, verificando l’effettiva adozione e la corretta applicazione delle procedure, etc.); gestire o monitorare le iniziative di formazione e informazione per la diffusione della conoscenza e della comprensione del Modello da parte dei relativi destinatari; gestire e dare seguito alle informazioni ricevute sul funzionamento del Modello.

· Chi può essere nominato componente dell'Organismo di Vigilanza?

In qualità di componenti dell’Organo di Vigilanza possono essere nominate persone fisiche, già in relazione con la Società (ad esempio, responsabile internal auditing, amministratori indipendenti) e/o esterni alla Società (ad esempio, consulenti, sindaci). Sempre considerando la necessità che l’Organismo di Vigilanza possegga, anche nella sua collegialità, gli attributi di autonomia, indipendenza, professionalità e continuità d’azione.

Cosa impari in questo corso?

Organizzazione
Modello 231
Organismo di vigilanza

Professori

Matteo Scomparin
Matteo Scomparin
Gestione di Impresa - Giurista - Mog231

Matteo Scomparin è nato a Treviso. Laureato in Giurisprudenza, ha lavorato come Giurista d'Impresa in strutture imprenditoriali di stampo internazionale dove si è occupato di Governance e Compliance 231. In MODI si occupa di consulenza alle imprese in materia di D.lgs. 231/2001 sia nella fase di predisposizione del Modello di organizzazione gestione e controllo, sia in qualità di Organismo di Vigilanza che di formatore. E’ docente in aula per i corsi “Il Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ex D.Lgs. 231/2001: indicazioni operative” e “La responsabilità dei componenti dell’Organismo

Maurizio Billi
Maurizio Billi
Consulente di Organizzazione Aziendale - RSPP

Maurizio BilliMaurizio Billi è nato a Torrita (Siena). E' stato per 14 anni dirigente aziendale occupandosi soprattutto di sistemi informatici e di applicazione di metodi per lo sviluppo delle risorse umane. Coordina le attività del gruppo di consulenti MODI. Ha svolto un ruolo di supervisione operativo in oltre 350 aziende partecipando spesso direttamente alle attività di consulenza. Segue progetti di formazione, realizzazione di Sistemi Ambientali, Sistemi di Sicurezza e consulenza direzionale. E' Valutatore Sistemi Qualità ISO 9001, Sistemi di Gestione Ambientale ISO 14001 e Sistemi di Gest

Programma

Argomenti trattati dal docente esperto giurista d’Impresa: I modelli organizzativi: realizzazione, caratteristiche e verifica dell’efficacia e il ruolo, le funzioni, la composizione dell’ODV - Organismo di Vigilanza.

- REQUISITI di un buon Modello di Organizzazione e Gestione previsto dal D. Lgs. 231/01 e secondo la Delibera n. 32 del 20/01/2016 determinazione linee guida per l’affidamento di servizi a Enti del terzo settore e alle cooperative sociali.

- RUOLO e FUNZIONI dell’Organismo di Vigilanza;

- COMPOSIZIONE dell’Organismo di Vigilanza;

- VIGILANZA esercizio dell’attività di vigilanza e l’ambito dei poteri dell’Organismo di Vigilanza;

- ODV regolamento dell’Organismo di Vigilanza;

- VIGILANZA quando è omessa vigilanza;

- RIVALSA da parte dell’Ente e la responsabilità civile;

- VIOLAZIONI del Modello di Organizzazione e Gestione e la proposta di applicazione delle sanzioni in esso previste;

- ARTICOLO 30 del D. Lgs. 81/08 sui modelli organizzativi e sistemi di gestione della sicurezza BS OHSAS 18001 come base per lo sviluppo di un M.O.G.;

- EFFICACE APPLICAZIONE verifica dell’applicazione e il supporto delle funzioni aziendali all’applicazione del M.O.G.: internal audit, preposti;

- COMPLIANCE AUDITING analisi del processo, analisi del sistema di controllo, analisi dei comportamenti, conclusioni;

- ESERCITAZIONI di gruppo e test di verifica apprendimento individuale con consegna esempi di verbali e relazioni periodiche dell’Organismo di Vigilanza.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto