Giurista D'impresa

Pst-Bic Livorno
A Bologna

3.500 
+IVA
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Master
  • Bologna
  • 128 ore di lezione
Descrizione


Rivolto a: Avvocati, praticanti avvocati, coloro che svolgono attività professionale all'interno di studi e aziende, laureati in Giurisprudenza , Scienze Politiche ed Economia che intendano conseguire una maggiore professionalità per affrontare e risolvere in modo adeguato le questioni giuridiche connesse all'attività d'impresa.

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Bologna
Bologna, Italia
Visualizza mappa

Programma

Gli obiettivi

Il master Executive in Giurista d’Impresa, permette di acquisire e sviluppare competenze necessarie per chi come libero professionista o come collaboratore interno, intende proporsi nella complessa ed eterogenea realtà della consulenza legae per le aziende. Redigere un buon statuto per una società di capitali, strutturare un buon contratto nazionale o con partners stranieri, attivare ed amministrare correttamente i rapporti che intercorrono con i propri collaboratori, utilizzare secondo le normative nazionali e internazionali le opere dell’ingegno e tutelare adeguatamente la proprietà intellettuale. Sono questi solo alcuni dei temi che il partecipante al master executive in Giurista d’Impresa si troverà ad affrontare. Grazie alla strutturazione dei vari moduli e anche al profilo dei docenti selezionati per la loro trattazione (professionisti e consulenti che quotidianamente in maniera estremamente specializzata trattano nella pratica professionale i temi in programma), sarà possibile mantenere un approccio estremamente pratico ed orientato alla soluzione dei problemi, alla continità d’impresa ed alla tutela del capitale investito, alimentando sempre la giusta interazione con il partecipante.



I destinatari

Avvocati, praticanti avvocati, coloro che svolgono attività professionale all’interno di studi e aziende, laureati in Giurisprudenza , Scienze Politiche ed Economia che intendano conseguire una maggiore professionalità per affrontare e risolvere in modo adeguato le questioni giuridiche connesse all’attività d’impresa.


La struttura del Master

Al partecipante sarà richiesto un impegno totale di 128 ore, suddivise in 16 sabati di frequenza (di otto ore ciascuno), prevalentemente a settimane alterne. E’ richiesta la frequenza obbligatoria. Il limite massimo di assenze ammesso è pari al 15% del monte ore complessivo. In difetto non potrà essere consegnato il diploma di executive Master.


I docenti:

Donato Nitti: Avvocato in Firenze. Impegnato in un continuo approfondimento degli studi di diritto industriale e della concorrenza dell'Unione Europea e degli Stati Uniti è il socio fondatore dello Studio Legale Nitti & Associati che oltre alle tematiche legate alla proprietà intellettuale, alla concorrenza, al commercio internazionale, agli Appalti, Urbanistica e Ambiente, tratta molti altri temi del diritto d'impresa: il diritto del lavoro, il diritto dei consumatori, il diritto societario e altre materie. Cultore di diritto privato comparato nell’Università di Siena.Relatore in numerosi convegni e corsi in materia di proprietà intellettuale, concorrenza e arbitrato

Lisa Amoriello: dottore di ricerca in Relazioni di lavoro internazionali e comparate presso l’Università di Modena e Reggio Emilia, collaboratrice dell'Istituto di diritto del lavoro dell'Università di Pisa, Facoltà di Giurisprudenza, Professore a contratto a.a. 2009/2010 di diritto del lavoro italiano e comunitario presso l'Università di Firenze, Facoltà di Scienze politiche, avvocato presso il foro di Pistoia, componente del direttivo dell'Associazione degli Avvocati del Lavoro della Toscana (ALT). Collabora con numerose riviste specializzate ed è autrice di varie pubblicazioni, individuali e collettanee, in materia di diritto del lavoro, sindacale e previdenziale.

Domenico Iaria: laureato in Giurisprudenza presso la Facoltà di Giurisprudenza di Pisa ha collaborato alla cattedra di Diritto Amministrativo della stessa Facoltà come cultore della materia dal 1982 al 1988 nonché successivamente alle cattedre di Diritto Amministrativo presso la Facoltà di Scienze Economiche e Bancarie e poi presso la Facoltà di Giurisprudenza della Università di Siena. Ha insegnato quale Professore a contratto in vari corsi di laurea della Facoltà di Giurisprudenza della Università degli Studi di Siena la materia Diritto amministrativo Insegna come Professore a contratto Diritto amministrativo nel corso di laurea per consulenti del lavoro della predetta facoltà. Svolge attività di docenza presso varie istituzioni pubbliche ed in particolare presso: la Scuole di Specializzazione per le professioni legali delle Università degli Studi di Firenze e di Siena, la Scuola di specializzazione per la formazione di Funzionari e Dirigenti pubblici della Università degli Studi di Siena, la Scuola di Specializzazione in Diritto Amministrativo e Scienza dell’Amministrazione (SPISA) dell’Università degli Studi di Bologna, la Fondazione per la formazione forense del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Firenze e il Master di Gestione e Management della polizia locale della Facoltà di Giurisprudenza della Università di Siena. Svolge attività professionale dal 1984 nello Studio Legale Associato Lessona di Firenze in netta prevalenza nel campo del Diritto amministrativo e nel Diritto del lavoro pubblico assumendo incarichi professionali per prestazioni giudiziali e di consulenza sia per conto di Amministrazioni pubbliche che di privati. Nell’ultimo quinquennio, ha svolto in particolare attività professionale di consulenza ed assistenza legale per oltre cinquanta enti pubblici o organismi di diritto pubblico. Ricopre altresì la carica di Segretario della Società Toscana degli Avvocati Amministrativisti di cui presiede il relativo comitato direttivo.

Carlo Sarra: laureato i Economia e Commercio è iscritto all’Ordine dei Dottori Commercialisti di Firenze èd è iscritto nel Registro dei Revisori Contabili. Nello svolgimento dell’attività professionale ha acquisito una particolare esperienza occupandosi di problematiche relative alle seguenti materie:formazione ed analisi dei bilanci di Società ed Enti, e relative valutazioni,
formazioni di budget aziendali, controllo degli scostamenti ed analisi delle cause, controllo di gestione, operazioni straordinarie aziendali, quali conferimenti, fusioni e trasformazioni, analisi di decisioni finanziarie di azienda, e relativi calcoli di convenienza, problemi tributari; valutazioni di patrimoni e aziende, nonché relative valutazioni di stima, organizzazione aziendale, procedure concorsuali, contenzioso tributario. E’ consulente ed ha ricoperto la carica di Sindaco revisore in numerose altre Società ed Enti.

Maria Luisa Milani: Avvocato, iscritto all’Albo Professionale presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bologna. Avvocato collaboratore dello Studio Legale Cantelli in Bologna. Con specializzazione nelle seguenti aree 1) diritto industriale: marchi, brevetti, concorrenza; 2) diritto della Unione europea, in particolare: diritto della concorrenza; 3) diritto del commercio internazionale: contratto di distribuzione; contratto di agenzia; contratti di concessione di vendita anche con esclusiva; contratto di vendita di beni mobili (Convenzione di Vienna del 1980); INCOTERMS 2010; 4) diritto societario; 5) diritto dell’ arbitrato; 6) Common Law (diritto inglese).



I contenuti


Modulo I – Diritto Societario (2 giornate)


 Attività di impresa, azienda e rapporti familiari
 Circolazione dell'azienda: contratti stipulati per l'esercizio dell'azienda, contratto di locazione, rapporti di lavoro, crediti e debiti relativi all'azienda ceduta, segni distintivi, divieto di concorrenza; trasferimento dell'azienda a titolo oneroso e garanzie contrattuali
 Donazione di azienda, patto di famiglia e successione nell'impresa
 Usufrutto di azienda e affitto di azienda; conferimento di azienda in società
 Associazione in partecipazione
 Associazioni temporanee di imprese. Associazioni e Fondazioni
 Contratto di società, comunione di scopo, società di fatto. Pubblicità commerciale
 Società di persone: autonomia patrimoniale e soggettività giuridica; atto costitutivo; oggetto ed attività delle società; amministrazione e rappresentanza; trasferimento della partecipazione; scioglimento del singolo rapporto sociale per recesso, morte o esclusione; scioglimento, liquidazione ed estinzione delle società di persone

 Società di capitali: atto costitutivo e statuto di società per azioni e di società a responsabilità limitata, società unipersonale; patti parasociali
 Disciplina del capitale e dei conferimenti. Patrimoni destinati ad uno specifico affare
 Circolazione delle partecipazioni sociali: limiti legali e limiti convenzionali alla circolazione; clausole di prelazione e clausole di gradimento; trasferimento della partecipazione e garanzie circa la consistenza del patrimonio della società
 Modificazioni dello statuto ed iscrizione nel registro delle imprese
 Operazioni sul capitale. Aumento del capitale: aumento del capitale gratuito ed aumento del capitale a pagamento. Riduzione del capitale: riduzione reale del capitale e riduzione del capitale per perdite
 Trasformazione, fusione e scissione
 Scioglimento, liquidazione ed estinzione di società di capitali
 Società cooperative, Consorzio, gruppi, contratto di rete


MODULO II – Il Contratto Nazionale (2 giornate)

 Trattative e formazione del contratto. Proposta irrevocabile, opzione, prelazione
 Collegamento negoziale. Contratto fiduciario
 Accertamento negoziale. Contratto preliminare
 Forma del contratto. Condizione nel contratto
 Interpretazione del contratto
 Rappresentanza. Contratto per persona da nominare
 Cessione del contratto. Contratto a favore del terzo
 Simulazione del contratto. Patologia del contratto

 La vendita di beni mobili
 La vendita di beni immobili
 La locazione e il leasing
 L'appalto e La subfornitura
 Mandato, mediazione, agenzia e distribuzione
 Il trasporto di cose
 Garanzie bancarie e assicurazione
 I consumatori


MODULO III – Il Contratto Internazionale (2 giornate)

 Le fonti del diritto del commercio internazionale: i sistemi giuridici, le leggi nazionali, la normativa comunitaria, le convenzioni internazionali, gli usi e consuetudini, la lex mercatoria, i Principi Unidroit.
 La formazione del contratto internazionale: la preparazione (ricostruzione del contesto giuridico, raccolta delle informazioni, la progettazione del contratto, i modelli, i consulenti); la negoziazione.
 La struttura del contratto (la lingua, la premessa, l’oggetto, la forza maggiore e l’hardship, i pagamenti, le garanzie, i danni e le clausole penali, la legge applicabile, la giurisdizione e l’arbitrato, l’entrata in vigore, le clausole finali)
 La formazione del contratto: i contratti tra presenti (il modello italiano, la Convenzione di Vienna, i Principi Unidroit) i contratti a formazione progressiva (la responsabilità precontrattuale, le lettere d’intenti, le condizioni generali di contratto).
 I pagamenti internazionali e le garanzie: trasferimenti bancari, lettere di credito, lettere di credito stand-by, le garanzie
 La legge applicabile: l’approccio al contratto internazionale, il diritto internazionale privato, la Convenzione di Roma del 1980, il Regolamento CE 593/2008, la legge 218/95, la Decisione Quadro UE 2003/568/GAI.
 La risoluzione delle controversie: giurisdizione nazionale, il Regolamento CE 44/01, la Convenzione di Bruxelles del 1968, la Convenzione di Lugano del 1968, le convenzioni bilaterali-
 La risoluzione delle controversie: la mediazione, l’arbitrato internazionale, la Convenzione di New York del 1958, l’arbitrato amministrato.

 La compravendita internazionale tra la Convenzione di Vienna del 1980 e le altre fonti concorrenti: diritti nazionali; usi del commercio internazionale, lex mercatoria, volontà delle parti L’ambito di applicazione, interpretazione e integrazione della Convenzione di Vienna del 1980:
 Caratteristiche del contratto di compravendita internazionale: forma, interpretazione, diritti ed obblighi delle parti, conclusione del contratto, passaggio della proprietà e del rischio, la riserva di proprietà, la qualità dei beni, il corretto adempimento e l’inadempimento, i rimedi, sospensione e risoluzione anticipata del contratto.
 Gli Incoterms 2010: definizioni e ambiti operativi di applicazione, utilizzo, soppressione dei termini DAF, DES, DEQ E DDU, la nuova classificazione, i rischi nella scelta dei termini; relazione fra tecniche di trasporto e mezzi di pagamento.
 L’esportazione dei beni dual-use: definizione, il quadro normativo comunitario, le clausole contrattuali.
 La subfornitura, la fornitura oem, al fornitura di impianti e macchinari: la disciplina comunitaria e quella italiana sulla subfornitura, la legge italiana, le varie forme di subfornitura, i contratti di fornitura OEM, i problemi giuridici.
 Gli intermediari: agenti e procacciatori. La disciplina europea, obblighi delle parti, la cessazione del rapporto, l’indennità di fine rapporto, legge applicabile e giurisdizione. Gli agenti non europei.
 Il contratto di distribuzione, distribuzione selettiva e franchising: gli obblighi del produttore, gli obblighi del distributore, la cessazione del contratto, legge applicabile e giurisdizione. La distribuzione selettiva. Il franchising: la conclusione del contratto, gli obblighi del franchisor, gli obblighi del franchisee, legge applicabile e giurisdizione. Cenni alla disciplina antitrust.
 Il contratto di trasporto: definizione e cenni alla disciplina nazionale, il trasporto internazionale su strada, la Convenzione di Ginevra del 1956 (CMR), il contratto di trasporto marittimo di cose, il contratto di trasporto aereo. I documenti nel trasporto di merci.

MODULO IV – La proprietà intellettuale (2 giornate)

 La proprietà intellettuale: il quadro internazionale e le regole italiane.
 Le informazioni segrete, il know-how, i trade secrets
 I brevetti per invenzione. Il brevetto nazionale, il brevetto europeo, il PCT. I modelli di utilità
 Il marchio registrato: nazionale, comunitario. La registrazione internazionale.
 La registrazione di disegni e modelli. La tutela d'autore sul design industriale
 Il software, tra diritto d’autore e brevetto.
 L’arte e la cultura: le differenze tra il diritto d’autore e il copyright, i diritti d'autore e diritti connessi.
 Le banche dati: creative e non creative.

 La disciplina della concorrenza, tra antitrust e concorrenza sleale.
 I contratti per la creazione di beni protetti da diritti di proprietà intellettuale.
 I contratti in materia di proprietà intellettuale: licenza e trasferimento di know-how e brevetto
 I contratti in materia di proprietà intellettuale: licenza e trasferimento di marchi
 I contratti in materia di proprietà intellettuale: licenza e trasferimento software
 I contratti in materia di proprietà intellettuale: licenza e trasferimento di diritti d'autore e diritti connessi
 Internet e il commercio elettronico
 La tutela giudiziaria civile: procedimenti cautelari, giudizio di merito, risarcimento e restituzioni, sanzioni accessorie.


MODULO V – Antitrust (1 giornata)

 Il quadro europeo e italiano. Lo Sherman Act.
 Le intese restrittive della concorrenza.
 I regolamenti di esenzione: il Reg. 330/2010, i Regolamenti 1271 e 1218/2010, il Regolamento 772/2004. Le linee guida
 L'abuso di posizione dominante. L'art. 102 TFUE. La Comunicazione della Commissione Orientamenti sulle priorità della Commissione nell'applicazione dell'articolo 82 del trattato CE al comportamento abusivo delle imprese dominanti volto all'esclusione dei concorrenti
 Le concentrazioni. Il Reg. 139/2004. L'art. 5 Legge 287/90
 I procedimenti amministrativi di fronte alla Commissione e all’AGCM
 La tutela civile. Il Reg. 1/2003 e il private enforcement del diritto antitrust.
 Le pratiche scorrette e la pubblicità ingannevole.


MODULO VI – Diritto del Lavoro (3 giornate)

 Le fonti del diritto del lavoro e le loro interrelazioni; Il contratto individuale di lavoro: forma e disciplina; La qualificazione del rapporto di lavoro (autonomia, subordinazione, parasubordinazione); L'apposizione di clausole al contratto di lavoro: il patto di prova, il patto di non concorrenza, la clausola del termine (disciplina del contratto a tempo determinato);
 I poteri datoriali:- Il potere direttivo (in particolare: l'assegnazione delle mansioni e l'inquadramento contrattuale, lo jus variandi, il principio di equivalenza delle mansioni nella giurisprudenza);- Il potere disciplinare; - Il potere di controllo e la tutela della privacy
 "I doveri del datore
- L'obbligazione retributiva
- La tutela della salute fisica e della personalità morale del lavoratore
 I doveri del lavoratore
- L'obbligo di diligenza e la misura dell'adempimento richiesto
- L'obbligo di fedeltà."

 "L'estinzione del rapporto di lavoro (in particolare: dimissioni, licenziamenti individuali e collettivi, risoluzione consensuale)
 La disciplina limitativa dei licenziamenti individuali
 Cenni al processo del lavoro: i principi di oralità, immediatezza, concentrazione
 I crediti di lavoro, la disciplina della prescrizione e delle rinunzie e delle transazioni"
 Il ruolo dell'HR manager nella gestione delle controversie di lavoro; I rapporti con l'ufficio legale o il difensore esterno. I procedimenti amministrativi e i rapporti con gli Istituti previdenziali e l'Ispettorato del lavoro.
 Le novità introdotte dal c.d. "Collegato lavoro" (L. 183/2010); - Il nuovo regime delle impugnazioni, delle decadenze, del tentativo di conciliazione; - L’individuazione convenzionale delle causali del licenziamento; - Il contenzioso sul contratto a termine: impugnazione, conversione e risarcimento; Il ruolo della certificazione dei contratti di lavoro e l’arbitrato


MODULO VII – Diritto Amministrativo (1 giornata)

 I contatti con la P.A.: in particolare la partecipazione al procedimento e il diritto di accesso e gli istituti di semplificazione amministrativa.
 I contratti pubblici: in particolare gli appalti pubblici di lavori, servizi e forniture (modalità di partecipazione alle gare di scelta del contraente, affidamento ed esecuzione dell’appalto).
 L’attività di regolazione della P.A.: in particolare le autorità amministrative indipendenti.
 I servizi pubblici: in particolare i servizi pubblici locali di carattere economico.
 Gli istituti di parternariato pubblico-privato. La tutela dell’impresa nei confronti degli atti e della attività della P.A.


MODULO VIII – Diritto Tributario (1 giornata)

 Imposizione fiscale nel sistema tributario italiano
 Reddito d’impresa: imposizione diretta, profili in materia di ires.
 Reddito d’impresa: imposizione diretta, profili in materia di irpef ed irap.
 Reddito d’impresa: imposizione indiretta, profili in materia di iva.
 Reddito d’impresa: imposizione indiretta, profili in materia di imposta di registro, i.c.i. etc.
 Profili fiscali dei principali contratti: cessione partecipazioni sociali, cessione di azienda, affitto di azienda, operazioni straordinarie
 Profili fiscali dei principali contratti: cessione partecipazioni sociali, cessione di azienda, affitto di azienda, operazioni straordinarie
 Profili fiscali delle operazioni sui diritti di proprietà intellettuale


MODULO IX – Diritto Fallimentare (1 giornata)

 La definizione di imprenditore soggetto a fallimento e concordato preventivo; il concetto di crisi e di stato di insolvenza; figure sintomatiche.
 Le conseguenze dello stato di insolvenza e i connessi obblighi dell’imprenditore: la dichiarazione di fallimento.
 Il fallimento: gli organi del fallimento e gli effetti del fallimento; il fallimento delle società.
 L’accertamento del passivo e la tutela della par condicio creditorum; la ripartizione dell’attivo; crediti assistiti da prelazione e chirografari.
 La chiusura del fallimento ed i suoi residui effetti sul fallito.
 Il concordato fallimentare.
 L’imprenditore in crisi: il concordato stragiudiziale e gli accordi di ristrutturazione dei debiti.
 Il concordato preventivo.


MODULO X – Diritto Penale (1 giornata)

 Reati societari previsti dal Codice Civile e dal D.Lgs. 58/1998 in materia di intermediazione finanziaria
 Reati connessi alla sicurezza sul lavoro: omicidio colposo e lesioni colpose gravi o gravissime.
 Reati fallimentari: previsti dal Codice Civile.
 Reati in materia di tutela della proprietà industriale: delitti in materia di violazione del diritto di autore; delitti contro l’industria e il commercio.
 Reati fiscali: analisi della casistica di reati connessi all’evasione e all’elusione tributaria. Reati di corruzione e responsabilità d’impresa.
 La responsabilità amministrativa delle imprese: ambito di applicazione della normativa. Tratti generali della disciplina del D.Lgs. 231/2001 ruoli aziendali coinvolti: i soggetti apicali ed i sottoposti.
 Reati presupposto da cui deriva la responsabilità della persona giuridica. Influenze della Legge 123/2007 in materia di sicurezza sul lavoro, del D.Lgs. 231/2007 per i reati di ricettazione e riciclaggio, della Legge 48/2008 sulla criminalità informatica.
 Esimente della responsabilità prevista dall’art. 6 D.Lgs 231/01. Regole e codici di comportamento, modelli organizzativi e di controllo, procedure di verifica per l’operato dei dipendenti. L’apparato sanzionatorio del D.Lgs. 231/2001: sanzioni pecuniarie ed interdittive.

la sede:

il master si svolgerà nella sede del PST BIC a Bologna, in Via dell’Artigianato n.i 53/55

Le lezioni si solgeranno il sabato ed iniziranno il 12 novembre 2011


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto