Karatè Tradizionale

Shotokan Club
A Bologna

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Corso
  • Bologna
Descrizione

Informazione importanti
Sedi

Dove e quando

Inizio Luogo
Consultare
Bologna
Via Signorini 16/D , 40133, Bologna, Italia
Visualizza mappa

Programma

CORSO FORMATIVO E AVANZATO (giovani e adulti) - Martedì e Venerdì - 18.00 - 19.00;

Lezione di Prova - Chiunque fosse interessato ai nostri Corsi di Karatè è invitato a visitare la Palestra, per vedere l’ambiente nel quale avverrà la sua formazione e parlare col maestro. E’ possibile fare una lezione di prova, previa presentazione di un Certificato medico valido (durata un anno dalla data del rilascio) per saggiare il metodo da noi proposto.
Anche se i Corsi sono già iniziati ci si può iscrivere e inserire senza alcun problema.

Il Karatè Tradizionale stile Shotokan che si studia presso di noi ha dato il nome, fin dal lontano 1970, alla nostra Associazione e da allora, ininterrottamente, la nostra Scuola si è distinta nella formazione di numerosi karateka.
E’ una disciplina molto utile per la formazione del carattere (padronanza delle proprie possibilità e sicurezza di sé), per il corpo (velocità, tonicità e coordinazione) e per la mente (concentrazione e autocontrollo).

Per queste ragioni il Karatè è considerato un’eccellente difesa personale.

Karatè Tradizionale e Karatè sportivo


Le seguenti riflessioni sono del grande Maestro Masatoshi Nakayama, 10° dan e storico Capo-istruttore della Japan Karate Association, oltre che allievo diretto e successore del fondatore del Karaté moderno Funakoshi Gichin, e furono espresse diversi anni fa, in occasione dell’avvento del cosiddetto “Karatè sportivo”. Ritengo siano sempre di grande attualità.

“Il Karatè esiste da sempre come arte di autodifesa e come mezzo per accrescere la conoscenza e mantenere la salute. Ma negli ultimi vent’anni è stata sperimentata ed è venuta alla ribalta una nuova disciplina: il Karatè sportivo.
Nel Karatè sportivo si organizzano delle competizioni allo scopo di determinare il livello di abilità dei partecipanti, ma, bisogna sottolinearlo, c’è molto da rammaricarsi. C’è, infatti, una diffusa tendenza a porre troppa enfasi sulla gara sportiva, preferendo intraprendere al più presto il jiyu kumité, anziché curare lo studio delle tecniche fondamentali.
Dare troppa importanza alla competizione sportiva non fa progredire né nella pratica dei fondamentali d’allenamento né nella propria crescita complessiva, anzi, può alterarle. E non solo, perché ciò renderà ben presto il praticante incapace di eseguire tecniche forti ed efficaci, che da sempre, invece, caratterizzano l’es­senza originale del Karatè-do.
Chi intraprende il jiyu kumité prematuramente, senza aver praticato sufficientemente i fondamentali, si troverà, prima o poi, ad essere superato da chi si è allenato a lungo e diligentemente nelle tecniche di base. In breve, la fretta reca danno.
Non vi è altra alternativa che imparare le tecniche e i movimenti fondamentali passo dopo passo, gradino dopo gradino. Se poi si vogliono tenere competizioni di Karatè, queste dovranno essere condotte nelle condizioni più adatte e con il dovuto spirito.
Il desiderio di vincere è controproducente perché porta ad una perdita di serietà nell’apprendimento. Mirare ad una selvaggia esibizione di forza e di potenza in gara è del tutto sconveniente. Quando ciò avviene non vi è più cortesia nei confronti dell’avversario, cosa di primaria importanza in ogni espressione del Karatè.
Credo che questo argomento offra molti spunti di riflessione e di autoanalisi, sia agli istruttori sia agli allievi”.


Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto