I Livello II Edizione Edizione in Master in Diritto del lavoro

Università Telematica Cusano
A

Chiedi il prezzo
Vuoi parlare del corso con un consulente?
Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto

Informazione importanti

  • Master
Descrizione

Art. 2 OBIETTIVI

Il Master in "Diritto del Lavoro" si propone di formare esperti nella gestione dei rapporti di lavoro e delle relazioni industriali, sia nel settore privato sia in quello pubblico, con una spiccata propensione a governare tutte e tre le dimensioni giuridiche ed economiche locale, nazionale e transnazionale.

Informazione importanti

Cosa impari in questo corso?

Diritto del lavoro

Programma

Art.1 ATTIVAZIONE

L’Università degli Studi Niccolò Cusano – Telematica Roma attiva il Master di I livello in “Diritto del Lavoro” afferente alla Facoltà di Giurisprudenza per l’Anno Accademico 2015/2016 di durata pari a 1500 h.
Agli iscritti che avranno superato le eventuali prove di verifica intermedie e la prova finale verrà rilasciato il Diploma di Master di I livello in “Diritto del Lavoro”.

Agli iscritti all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili che seguiranno il Master e sosterranno l’esame finale con esito positivo, verranno attribuiti fino ad un massimo di 60 crediti formativi validi ai fini della Formazione Professionale Continua.

Art. 2 OBIETTIVI
Il Master in "Diritto del Lavoro" si propone di formare esperti nella gestione dei rapporti di lavoro e delle relazioni industriali, sia nel settore privato sia in quello pubblico, con una spiccata propensione a governare tutte e tre le dimensioni giuridiche ed economiche locale, nazionale e transnazionale.

Il Master è rivolto sia a laureati che intendano specializzarsi nelle materie lavoristiche, sia a professionisti del settore quali avvocati, consulenti del lavoro, commercialisti, sindacalisti, direttori del personale, addetti alla gestione delle risorse umane e alle relazioni industriali, funzionari pubblici

Profili in uscita

  • liberi professionisti nelle aree della consulenza del lavoro (avvocati, consulenti del lavoro, commercialisti e revisori contabili, consulenti d’impresa);
  • dirigenti e altri addetti all’amministrazione del personale e alla gestione delle risorse umane;
  • dirigenti e altri addetti agli uffici di relazioni esterne e di relazioni industriali;
  • dirigenti e funzionari di associazioni di categoria, di associazioni sindacali, di enti bilaterali;
  • personale ad alta professionalità nelle agenzie di somministrazione di lavoro temporaneo e di placement;
  • dirigenti e funzionari di enti pubblici, in particolare di quelli interni (statali, degli enti locali e previdenziali), comunitari e internazionali - che operano nel campo dei servizi per l’impiego, delle politiche del lavoro, della formazione e delle politiche sociali, delle prestazioni previdenziali e della relativa contribuzione;
  • dirigenti e altri addetti degli uffici legali di imprese;
  • legali dipendenti da enti previdenziali e da autorità di vigilanza;
  • ricercatori e docenti di centri di ricerca e di formazione professionale nelle aree del lavoro;
  • esperti di sicurezza sul lavoro e trattamento dei dati personali;
  • esperti arbitri nelle controversie di lavoro;

Art.3 DESTINATARI E AMMISSIONE
Per l’iscrizione al Master è richiesto il possesso di almeno uno dei seguenti titoli:

  1. laurea conseguita secondo gli ordinamenti didattici precedenti il decreto ministeriale 3 novembre 1999 n. 509;
  2. lauree ai sensi del D.M. 509/99 e ai sensi del D.M. 270/2004
  3. lauree specialistiche ai sensi del D.M. 509/99 e lauree magistrali ai sensi del D.M. 270/2004

I candidati in possesso di titolo di studio straniero non preventivamente dichiarato equipollente da parte di una autorità accademica italiana, potranno chiedere al Comitato Scientifico il riconoscimento del titolo ai soli limitati fini dell’iscrizione al Master. Il titolo di studio straniero dovrà essere corredato da traduzione ufficiale in lingua italiana, legalizzazione e dichiarazione di valore a cura delle Rappresentanze diplomatiche italiane nel Paese in cui il titolo è stato conseguito.

I candidati sono ammessi con riserva previo accertamento dei requisiti previsti dal bando.
I titoli di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione per le domande di ammissione.
L’iscrizione al Master è incompatibile con altre iscrizioni a Corsi di laurea, master, Scuole di specializzazione e Dottorati.

Art. 4 DURATA, ORGANIZZAZIONE DIDATTICA, VERIFICHE E PROVA FINALE
Il Master ha durata annuale pari a 1500 ore di impegno complessivo per il corsista, corrispondenti a 60 cfu.
Il Master si svolgerà in modalità e-learning con piattaforma accessibile 24 h\24h
Il Master è articolato in :

  • lezioni video e materiale fad appositamente predisposto
  • congruo numero di ore destinate all’auto-apprendimento

Tutti coloro che risulteranno regolarmente iscritti al Master dovranno sostenere un esame finale che accerti il conseguimento degli obiettivi proposti presso la sede dell’Università sita in Roma – Via Don Carlo Gnocchi 3.

Art.5 ORDINAMENTO DIDATTICO
Il percorso del Master prevede i seguenti insegnamenti così articolati:

Nell’insieme l’attività formativa prevede 60 CFU crediti complessivi.

offerta formativaDisciplinaCFU1° MODULO
LE FONTI DEL DIRITTO DEL LAVORO
Le fonti del diritto del lavoro: fonti sovranazionali, fonti legislative, fonti contrattuali, usi
Le fonti del diritto della sicurezza sociale: struttura e natura del rapporto assicurativo – previdenziale
Introduzione e cenni ai riflessi previdenziali nei diversi rapporti e fasi del diritto del lavoro
Il contratto collettivo e il contratto individuale. Rapporti tra legge e contrattazione collettiva. I limiti all’autonomia individuale22°MODULO
LE FORME DI LAVORO
Nozioni ed indici della subordinazione
Applicazioni giurisprudenziali
Il lavoro coordinato
Il lavoro autonomo c.d. a partita iva
La certificazione dei contratti di lavoro
LE FORME DI LAVORO C.D. FLESSIBILE
Il contratto di apprendistato ed i contratti a contenuto formativo
Il contratto di lavoro a tempo determinato
Il contratto part-time
Il contratto di inserimento
I tirocini formativi33° MODULO
IL CONTRATTO DI LAVORO E L’AMMINISTRAZIONE DEL RAPPORTO
Le cause di invalidità del contratto di lavoro e la tutela dell’art. 2126 c.c.
Il potere organizzativo e direttivo del datore di lavoro
Il potere disciplinare
Le invenzioni e le opere di ingegno del lavoratore
Il lavoro degli immigrati
Il patto di non concorrenza
Gli obblighi delle parti
La sicurezza sul lavoro34° MODULO
LA RETRIBUZIONE
Le tipologie di retribuzione
Dalla retribuzione lorda alla retribuzione netta
L’imponibile previdenziale e fiscale
L’Irpef
L’assegno nucleo familiare35° MODULO
I CONTRIBUTI OBBLIGATORI E GLI ADEMPIMENTI DEL SOSTITUTO D’IMPOSTA
Iscrizione azienda, variazione e cessazione INPS
I contributi INPS
Iscrizione azienda, variazione e cessazione INAIL
I contributi INAIL
Il modello F24
Il modello CUD e il modello 77036° MODULO
LE CAUSE DI SOSPENSIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO
La malattia
L’infortunio
La maternità e i congedi parentali
Gli ammortizzatori sociali37° MODULO
IL SISTEMA SANZIONATORIO
L’attività di vigilanza in materia di lavoro: organi, coordinamento, novità
Ricorsi amministrativi e giurisdizionali in materia di lavoro
Procedimento ispettivo e sanzionatorio
I provvedimenti sanzionatori
I ricorsi al Comitato Regionale per i rapporti di lavoro e alla Direzione Regionale del Lavoro
I ricorsi avverso l’ordinanza ingiunzione, la cartella di pagamento e la l’avviso di addebito INPS
Le ADR nelle controversie di lavoro38° MODULO
DIRITTO SINDACALE
Il contratto collettivo come fonte del RAPPORTO del lavoro: problemi e questioni
I differenti modelli di contratto collettivo
L’ambito di applicazione del contratto collettivo: la categoria sindacale e contrattuale
L’efficacia soggettiva del contratto collettivo di diritto comune
Il rapporto tra legge e contratto collettivo
L’efficacia oggettiva del contratto collettivo
La contrattazione collettiva: i diversi livelli di contrattazione
Contratti e contrattazione collettivi di diverso livello
Il contratto collettivo nel pubblico impiego: natura giuridica e funzioni
Cenni sulla contrattazione collettiva europea49° MODULO
IL PROCESSO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE
Il rito del lavoro e l’elaborazione giurisprudenziale
La fase introduttiva ed i requisiti del ricorso
La prima udienza di trattazione, l’interrogatorio delle parti e la conciliazione del giudice
L’istruttoria ed il regime delle prove orali
La fase della decisione
Il procedimento cautelare: presupposti
Il procedimento speciale in tema di licenziamento nella riforma Fornero
Il rito speciale per i licenziamenti
Il processo previdenziale410° MODULO
LA CESSAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO
Le dimissioni del lavoro e la convalida
Il licenziamento individuale
Il licenziamento collettivo
Il licenziamento per superamento del periodo di comporto per malattia
La risoluzione per mutuo consenso
Le novità della L. 92/2012
La conciliazione nell’iter di licenziamento per giustificato motivo oggettivo311° MODULO
LA RESPONSABILITA’ CIVILE NEL RAPPORTO DI LAVORO
Le responsabilità pre-contrattuale e contrattuale del lavoratore verso il datore di lavoro
- responsabilità pre-contrattuale in genere
- responsabilità da inadempimento di contratto preliminare
- responsabilità per recesso illecito
- responsabilità per recesso anticipato
- responsabilità per violazione obbligo di fedeltà
- responsabilità per violazione obbligo di diligenza
- responsabilità per illegittimo esercizio del diritto di sciopero
- responsabilità atecniche
- responsabilità connesse all’esercizio di funzioni dirigenziali
La responsabilità contrattuale del datore di lavoro verso il lavoratore
La responsabilità extra-contrattuale del datore di lavoro verso il lavoratore412° MODULO
IL LAVORO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
Il rapporto di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni
Principi costituzionali in materia di pubblico impiego
La disciplina del pubblico impiego: evoluzione storica e prospettive di riforma
Il D.Lgs. 150/2009: la cd. «riforma Brunetta» della Pubblica Amministrazione
Il pubblico impiego alle soglie del 2011: la «manovra finanziaria d’estate 2010» e il cd. «Collegato Lavoro»
L’ambito di applicazione delle norme sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze della P.A.313° MODULO
DIRITTO COMUNITARIO E COMPARATO DEL LAVORO
Principi base del diritto comunitario e del diritto internazionale
Normativa applicabile ai dipendenti che operano in Paesi UE
Approfondimento di tematiche di particolare rilievo pratico314° MODULO
IL RAPPORTO PREVIDENZIALE
I principi costituzionali, comunitari ed internazionali in tema di sicurezza sociale.
Il sistema delle fonti.
Le concezioni universalistica e professionale della tutela sociale: rischio e bisogno.
Il nuovo assetto concettuale del binomio nella delimitazione dell’area previdenziale e dell’area assistenziale.
L’estensione soggettiva della protezione sociale professionale: dal lavoro dipendente tradizionale, agli atipici, agli autonomi.
L’estensione oggettiva della protezione sociale: gli eventi.
Linee di confine delle diverse protezioni.
Il rapporto previdenziale: linee comuni ai vari tipi.
Le specificità della tutela contro la disoccupazione: gli ammortizzatori sociali.
Le connessioni con la regolazione del mercato del lavoro
Le riforme più recenti: assicurazione infortuni e pensioni.
I diritti quesiti.
Le formule alternative all’intervento pubblico: l’uso di strumenti privati.
Gli enti privati con funzione pubblica e quelli di origine contrattuale.
Il fenomeno della previdenza complementare: il conferimento del TFR, l’equiparazione fra fondi aperti e fondi negoziali, la vigilanza.515° MODULO
IL PROCESSO TRIBUTARIO
Le principali novità in materia tributaria
Le parti del processo tributario
Il processo tributario dalla fase istruttoria alla fase decisoria
Le impugnazioni
Giurisdizione e competenza territoriale
Questioni rituali
La fase introduttiva316° MODULO
L’ORGANIZZAZIONE DELLO STUDIO PROFESSIONALE
Come organizzare lo studio professionale
L'incarico iniziale
I flussi operativi mensili217° MODULO
LA PSICOLOGIA DEL LAVORO
La scelta del candidato ideale - Lo screening dei curriculare - L'attiva di recluting - La scelta del candidato ideale218° MODULO
LA PIANIFICAZIONE DELLE RISORSE UMANE E IL BUDGET DEL PERSONALE2Prova finale5Totale60

Confronta questo corso con altri simili
Leggi tutto